BRONI – ANCORA MANIFESTI OFFENSIVI NEI CONFRONTO DEL SINDACO

147

Un episodio con cui si vorrebbe fare sorridere sulle vicende politiche cittadine, ma che dà invece un’immagine brutta della cultura politica che si respira a Broni. In questi giorni sui muri della città sono comparsi manifesti con foto del sindaco Antonio Riviezzi con l’aggiunta di  fotomontaggi che sono da condannare e che potrebbero dar vita ad una indagine da parte delle forze dell’ordine. “Ancora una volta, l’ennesima, sono vittima di persone che preferiscono denigrarmi ,sotto il profilo personale, piuttosto che confrontarsi con me direttamente – scrive il sindaco Riviezzi – Eppure, nonostante le limitazioni previste in questo periodo, sono disponibile a dialogare con chiunque, sui problemi della città. Non c’è nulla di costruttivo in tutto questo, ma solo l’intento di colpirmi e mortificarmi. Fortunamente, ho imparato a non prendermela ed a trarre maggiore motivazione da questi tristi episodi, per lavorare con impegno e passione a favore della città! Anche in questo momento difficilissimo, c’è chi spreca il proprio tempo, che potrebbe dedicare a chi è in difficoltà o alla comunità, con questo vili gesti. Invito, nuovamente, gli autori di questi gesti a venirmi a parlare per capire, insieme, in che modo migliorare la città, attraverso un confronto aperto e corretto”

Manifestazioni di solidarietà sono giunte a Riviezzi da parte di molti cittadini ed anche da alcuni membri dell’opposizione, che hanno stigmatizzato il gesto. “Mi hanno appena girato il post del Sindaco Riviezzi -scrive Giusy Vinzoni, consigliere comunale di minoranza – Ancora una volta chi non ha il coraggio di esporsi pubblicamente utilizza questi metodi vigliacchi. Mi sento di esprimere solidarietà al Sindaco come ho fatto anche privatamente. Questi gesti arrecano danno soprattutto a chi lotta in modo onesto e trasparente”