BRONI – CYBERBULLISMO, DUE EVENTI PER SENSIBILIZZARE RAGAZZI E FAMIGLIE

79

Prevenire ogni forma di cyberbullismo, attraverso il dialogo e la consapevolezza: è il filo conduttore delle due iniziative promosse dal Comune per le giornate di venerdì 19 e sabato 20 febbraio. La prima, indirizzata agli studenti del biennio del Liceo e ai ragazzi delle scuole medie, consisterà nella trasmissione via web dello spettacolo teatrale “Nella rete”, rappresentazione (per la regia di Renata Coluccini) che affronta il tema dell’utilizzo e dell’abuso del web e degli strumenti che la tecnologia mette a disposizione. Sabato, dalle 10 alle 12, si terrà invece la conferenza in streaming “Genitori in prima linea”, rivolta alle famiglie degli alunni che frequentano gli istituti scolastici di Broni. Al centro di questa nuova edizione dell’evento, organizzato ormai da tre anni dal Comune in collaborazione con la Consulta Giovani e le scuole cittadine, ci sarà il rapporto degli adolescenti con gli strumenti tecnologici, al fine di promuoverne un utilizzo consapevole e aiutare i genitori a riconoscere le abitudini negative dei propri figli, identificando in tempo utile gli eventuali sintomi di disagio. Interverranno il sindaco Antonio Riviezzi, l’educatore della “Fondazione Carolina” Paolo Bossi, il comandante della Compagnia dei Carabinieri di Broni e Stradella Carlos Lorenzo Musso, le avvocatesse Anna Salvano e Carmelinda Abela, il giudice onorario del Tribunale dei Minori di Milano Patrizia Maggi, la psicologa Mara Mazzocchi, la psicoterapeuta Daniela Schiffardi e la referente dell’Istituto Comprensivo di Broni per il contrasto al bullismo e al cyberbullismo Alessia Usardi. Modererà l’incontro Edoardo Depaoli. «Già da alcuni anni – ricorda il primo cittadino Antonio Riviezzi – la nostra amministrazione comunale è attiva sul fronte della sensibilizzazione in merito al bullismo e alla sua declinazione digitale, insidia, quest’ultima, che l’uso massivo e talvolta inappropriato dei social network ha reso nel tempo sempre più preoccupante. Data l’impossibilità di organizzare eventi in presenza – spiega – per quest’anno abbiamo pensato di proporre due iniziative in streaming, finalizzate ad aiutare i giovani ad utilizzare nel modo corretto i canali di comunicazione online e le loro famiglie ad affrontare per tempo le situazioni di potenziale pericolo. Il mio auspicio è che ci sia la più ampia partecipazione possibile da parte delle persone interessate, perché la lotta al fenomeno del cyberbullismo passa soprattutto da un’adeguata formazione culturale». «Non abbiamo voluto saltare questa importante iniziativa – aggiunge l’assessore all’Istruzione Mariarosa Estini – che già l’anno scorso era stata annullata a causa dell’emergenza Covid-19. Penso sia fondamentale continuare a tenere vivo un argomento che riguarda da vicino i ragazzi e le loro famiglie, ancor più in un momento in cui le tecnologie digitali hanno guadagnato un posto centrale nella vita delle persone. Ringrazio, a tal proposito, gli istituti scolastici scolastici di Broni per la loro preziosa collaborazione».