BRONI – ISTITUZIONE URGENTE DI UNA COMMISSIONE SPECIALE PER IL FALLIMENTO DEL PROGETTO “UNIVERSITÀ DEI SAPORI “

142

“A seguito del fallimento del progetto “università dei sapori ” di Broni – scrive in una nota stampa il “Gruppo Broni in testa” Giuseppina Vinzoni, capogruppo Broni in testa, Cesare Ercole e Luigi Catena – abbiamo ritenuto necessario e doveroso inviare questa richiesta al Sindaco Riviezzi. Richiamando l’art 8 dello Statuto Comunale che recita: ART. 8 – Commissioni Consiliari 1. 1.Il Consiglio Comunale, nello svolgimento delle proprie attività, può avvalersi di Commissioni permanenti, temporanee o speciali istituite con apposita deliberazione. Le Commissioni permanenti sono finalizzate all’esame preliminare e preparatorio degli atti deliberativi del Consiglio, al fine di agevolare e favorire il miglior funzionamento di quest’ ultimo. Le Commissioni temporanee o speciali sono finalizzate all’esame di determinate materie involgenti questioni particolari la cui individuazione spetta unicamente al Consiglio Comunale. 2. Il funzionamento, la composizione, i poteri, l’oggetto e il numero delle Commissioni sono disciplinate con apposito regolamento. 3. Qualora la specificità o la tecnicità degli argomenti lo richiedano, possono essere invitati ai lavori delle Commissioni – oltre al Sindaco e agli Assessori – i rappresentanti di forse sociali, politiche ed economiche, secondo le modalità fissate dal regolamento. Considerato che l’università dei sapori, progetto mai partito, ha chiesto la risoluzione della convenzione. Considerata l’enorme spesa sostenuta dal Comune di Broni per:
– acquisto porzione destinata al progetto “Università dei sapori”;
– ristrutturazione della stessa;
– arredamenti;
– vari e invani tentativi di aggiustare l’impianto di riscaldamento, causa del fallimento di tale progetto;
– acquisto, come si evince dalla risoluzione,​ di qualche arredo, router ed estintori.

Vista la corrispondenza avvenuta tra l’università dei sapori ed il Comune di Broni . Si chiede al signor sindaco l’istituzione URGENTE di una commissione speciale, in cui siano rappresentate le minoranze, che svolga un accurato controllo degli atti deliberativi e di tutti gli atti, compresi verbali di riunione, che hanno generato la scelta effettuata dalla Sua giunta e da quelle precedenti nel dedicare la porzione della cascina di Cassino Po ad uso dell università dei sapori.

NOTA – QUESTO COMUNICATO È STATO PUBBLICATO INTEGRALMENTE COME CONTRIBUTO ESTERNO. QUESTO CONTENUTO NON È PERTANTO UN ARTICOLO PRODOTTO DALLA REDAZIONE DE: “IL PERIODICO OLTREPÒ”

Articolo precedenteCODEVILLA – SERVIZIO DI VIGILANZA NOTTURNA SUL TERRITORIO DEL COMUNE
Articolo successivoLUNGAVILLA – I VOLONTARI DELLA CROCE ROSSA ITALIANA – COMITATO DI CASTEGGIO IMPEGNATI AL CENTRO VACCINALE