BRONI – «L’OBIETTIVO È QUELLO DI RIEMPIRE LA PIAZZA DI GIOVANI E NON SOLO»

15

Gaia Achilli, 22 anni, studentessa del corso di laurea magistrale in bioanalisi, è la Presidente dell’Associazione Consulta Giovani, fondata a Febbraio del 2018 e da quest’anno parte attiva nell’organizzazione della “Festa dell’Uva”.

Da quest’anno siete parte attiva dell’organizzazione della Festa dell’Uva: ci parli di quando è nata questa scelta.

«L’idea è nata durante la scorsa edizione, quando avremmo dovuto occuparci dei giochi della tradizione, rivolti ai più piccoli e ideati per spiegare in maniera simpatica e divertente la trasformazione dell’uva in vino. Purtroppo il maltempo ci ha costretti ad annullare i giochi.

Quest’anno insieme all’Associazione Amref di Broni, abbiamo deciso di riprovarci, occupandoci dell’organizzazione dei giochi durante il pomeriggio di domenica 8 settembre; incrociamo le dita e speriamo che questa volta il tempo sia più clemente».

Oltre ai giochi della domenica, di cosa vi occuperete durante la festa?

«La nostra collaborazione riguarderà anche l’organizzazione della serata inaugurale del 7 settembre, rivolta prevalentemente ai più giovani, durante la quale si esibiranno i due famosi DJ Marvin e Prezioso.

È la prima volta che una serata della Festa dell’Uva è dedicata interamente ad un pubblico giovanile: per questo abbiamo deciso di dare il nostro contributo, realizzando le locandine e promuovendo l’evento sia sui social che tramite la distribuzione di volantini. L’obiettivo è quello di riempire la piazza di giovani e non solo, contribuendo al successo della serata che – speriamo –  possa divertire tutti».

Oltre alla Festa dell’Uva, quali sono state e quali saranno le iniziative della Consulta per il 2018?

«Siamo partiti collaborando con il Comune nel realizzare l’evento di prevenzione al cyberbullsimo che ha coinvolto i ragazzi delle medie ed i loro genitori. In primavera abbiamo realizzato la rassegna Nuovo Cinema Broni, che ha aperto le porte al Cinema Stellare, evento pilastro della nostra Associazione. In programma abbiamo un concorso fotografico, già aperto, che si concluderà nel mese di novembre con la premiazione prevista il 2 dicembre nel ridotto del Teatro Carbonetti.

Chi volesse partecipare, trova le info sulla nostra pagina face book e sul nostro sito web www.consultagiovanibroni.it.

Inoltre stiamo pensando ad altre due iniziative per l’autunno per continuare a coinvolgere i ragazzi del territori, tra cui una rassegna cinematografica presso il Teatro Carbonetti e una ancora da definire.

Ricordo che siamo aperti a qualsiasi proposta, perché solo con la collaborazione e la condivisione delle idee si possono realizzare iniziative di qualità.

Invito pertanto tutti i giovani di Broni e non solo, che sono interessati alle nostre attività, di contattarci sui nostri social».

Per concludere, visto che l’Associazione è nata a febbraio, come sono stati questi primi mesi?

«Diciamo che questi primi mesi sono stati molto positivi. Siamo partiti con un primo nucleo di 10 persone, ed oggi siamo circa 40 tesserati, quindi direi che il gruppo si è allargato e soprattutto continua ad interessare i giovani del circondario.

I successi maggiori sono arrivati con il Cinema Stellare, dove abbiamo riempito i giardini di Villa Nuova Italia tutte e tre le serate. Naturalmente non ci fermiamo qui: l’obiettivo è far crescere il numero di tesserati e dei ragazzi che partecipano attivamente alla realizzazione di eventi».