Broni – L’amministrazione comunale ha raggiunto un equilibrio di bilancio con un avanzo che sfiora i 400mila euro

144

“L’amministrazione comunale ha raggiunto un perfetto equilibrio di bilancio – informa con una nota stampa il Comune di Broni – con un avanzo che sfiora addirittura i 400mila euro: è quanto emerge dal piano economico finanziario che sarà presentato dal sindaco Antonio Riviezzi nel corso della seduta del consiglio comunale fissata per venerdì 30 luglio, alle 18. Un tesoretto frutto della gestione oculata dell’ente come conferma il primo cittadino: “Siamo soddisfatti di arrivare a fine mandato con una situazione economica positiva per le casse del nostro Comune. Questo significa essenzialmente che abbiamo gestito in modo oculato i bilanci in questi anni di amministrazione e siamo stati in grado, nonostante le contingenze che esulano dalla nostra realtà, di gestire le spese in modo prudente. Nasce così una situazione virtuosa ed in perfetto equilibrio sotto il profilo economico”. Nel consiglio comunale di venerdì 30 luglio in cui sarà portata in aula la variazione di assestamento generale e controllo della salvaguardia degli equilibri di bilancio relativi al piano economico di previsione 2021-2023, l’amministrazione comunale porrà l’accento sull’avanzo che si attesta sulla cifra considerevole di 380mila euro. “Proprio così – spiega il sindaco, Antonio Riviezzi – Un prezioso tesoretto che, nonostante la possibilità, non vogliamo assolutamente spendere in questi mesi che precedono le elezioni dell’autunno. Per senso di responsabilità abbiamo deciso di non toccare l’avanzo, siamo ad agosto, mancano pochissimi mesi alla tornata elettorale, e quindi vogliamo assolutamente assicurarlo a chi gestirà successivamente l’ente. Lo lascio alla futura amministrazione in modo che chiunque arriverà si troverà una situazione tranquilla”. Una scelta, quella della giunta Riviezzi, nel pieno rispetto della macchina amministrativa. “Voglio essere prudente, come lo siamo stati in questi anni senza però far mancare nulla alla nostra città – spiega il primo cittadino – Ricordo che l’emergenza sanitaria è ancora pesantemente in corso e per questo preferisco adottare la linea della prudenza e non toccare l’avanzo, non voglio assolutamente lasciare l’ente in difficoltà qualora si perpetuasse nei mesi invernali la situazione emergenziale Covid-19”. Un altro dato saliente della situazione economica del Comune di Broni riguarda l’indice di indebitamento che dal 2016 al 2020 è passato dallo 0,62 allo 0,29. “Anche questo progressivo calo dell’indice di indebitamento – spiega il sindaco Antonio Riviezzi – evidenzia una gestione estremamente ponderata della ricchezza pubblica. Mi preme sottolineare che questa riduzione l’abbiamo ottenuta a fronte dell’aumento del patrimonio immobiliare del Comune che è passato dal 2016 al 2020 da 16milioni e 757mila euro agli attuali 18milioni e 633mila euro. Esprimo soddisfazione per quanto abbiamo raggiunto in questi anni sotto il profilo economico, grazie alle scelte condivise in giunta e con gli uffici competenti. La nostra linea è stata essenziale nel garantire quanto la città aveva bisogno, ma prudente viste le contingenze: questo percorso ci ha permesso di lasciare un patrimonio economico importante, un avanzo che con appagamento lascio nelle disponibilità dell’ente e della città”.

NOTA – QUESTO TESTO È STATO PUBBLICATO INTEGRALMENTE COME CONTRIBUTO ESTERNO. QUESTO CONTENUTO NON È PERTANTO UN ARTICOLO PRODOTTO DALLA REDAZIONE DE: “IL PERIODICO OLTREPÒ” I COMUNICATI STAMPA NON RIFLETTONO NECESSARIAMENTE LE IDEE DELLA REDAZIONE DE “IL PERIODICO OLTREPÒ”, PERTANTO NON CE NE ASSUMIAMO LA RESPONSABILITÀ.

Articolo precedenteVolpara – Archivio della memoria: racconti e foto d’epoca nel paese del Moscato
Articolo successivoOltrepò Pavese – I segretari del PD di Varzi e Rivanazzano Terme chiedono attente istruttorie sulle richieste autorizzative 6 Giorni Internazionale Enduro