Broni – Nuova “casetta dell’acqua” presso il Parco di Piazza Ferrara

241

Inaugurata nella serata di ieri, mercoledì 7 luglio, la nuova “casetta dell’acqua” presso il Parco di Piazza Ferrara. Si tratta del primo di una serie di impianti che saranno collocati in diversi punti della città, a seguito dell’incarico di gestione affidato all’azienda H2S Srl di Cava Manara. Realizzata in legno, la nuova casetta è esteticamente piacevole e ben si armonizza con il contesto dell’area ludica di Piazza Ferrara. Ma soprattutto permette di ridurre il consumo di plastica, offrendo inoltre acqua buona e sicura a prezzi molto vantaggiosi. Dopo i primi 10 giorni, in cui sarà possibile utilizzare l’impianto gratuitamente, il costo al litro sarà infatti di 5 centesimi, che diventeranno 4 con l’acquisto della tessera (al costo di 5 euro, 3 di attivazione e 2 di credito). Le tessere sono disponibili nel vicino Bar Aross. L’acqua erogata, proveniente dalla rete idrica cittadina e fornita nella versione naturale o gassata, viene sottoposta a un processo di microfiltrazione e addolcimento per ridurre la presenza di calcare. Le entrate permetteranno al gestore una manutenzione costante, a garanzia della qualità del servizio offerto. «Il vantaggio per la collettività è doppio – sottolinea il sindaco Antonio Riviezzi – perché da un lato le famiglie potranno rifornirsi di acqua da bere a un prezzo decisamente favorevole, mentre dall’altro si contribuirà a togliere dalla circolazione le bottiglie di plastica, con tutto ciò che ne consegue sul piano dell’impatto ambientale. Prosegue dunque il nostro impegno per fare di Broni una realtà plastic free, nel solco di un’aziona amministrativa orientata alla tutela dell’ambiente e allo sviluppo sostenibile».

NOTA – QUESTO TESTO È STATO PUBBLICATO INTEGRALMENTE COME CONTRIBUTO ESTERNO. QUESTO CONTENUTO NON È PERTANTO UN ARTICOLO PRODOTTO DALLA REDAZIONE DE: “IL PERIODICO OLTREPÒ”

Articolo precedenteOltrepò Pavese – Montesegale – «Dal maiale all’insaccato, la nostra una filiera completa»
Articolo successivoOltrepò Pavese – Coldiretti: “Incidenti stradali causati dai cinghiali, l’ultimo, grave, si è verificato a San Damiano al Colle, con danni per 20 mila euro”