BRONI – OTTIMO DEBUTTO DI RICCARDO CANZIAN NEL GTA EUROPEAN SERIES

153

è momento certamente ricco di significato per i piloti oltrepadani, che non solo hanno saputo esprimersi ad alti livelli nazionali, ma anche internazionali. Se in campo rallystico, Matteo Musti è salito sul gradino più alto del podio del 2° Raggruppamento al Rally di Sanremo, valido per il campionato italiano ed europeo, altrettanto bravo lo è stato Riccardo Canzian al debutto in pista, in cui è salito sul terzo gradino del podio nella AM Cup valida per il campionato continentale GT4 corso dal 16 al 18 aprile all’autodromo di Monza, primo atto della GT4 European Series 2021, giunta alla sua quattordicesima edizione. La stagione GT4, molto impegnativa, si è aperta appunto sul circuito brianzolo e si concluderà sul Circuit de Barcelona-Catalunya il 10 ottobre. Le altre prove saranno nell’ordine: Circuito di Francia Paul Ricard, Le Castellet, Francia 28-30 maggio GT World Challenge Europe Endurance Cup; Circuito olandese Zandvoort, Zandvoort, Paesi Bassi 18-20 giugno GT World Challenge Europe Sprint Cup; Belgio Circuit de Spa-Francorchamps, Stavelot, Belgio 29 luglio – 1 agosto GT World Challenge Europe Endurance Cup; Germania Nürburgring, Nürburg, Germania 4-5 settembre GT World Challenge Europe Endurance Cup, per concludersi, come detto, in Spagna al Circuit de Barcelona-Catalunya, Montmeló, l’ 8-10 ottobre con il GT World Challenge Europe Endurance Cup. Per i colori oltrepadani una delle piacevoli novità proposte dalla GT4 European Series a Monza, è stato il debutto in pista di Riccardo Canzian, veloce rallysta, che ha dovuto lasciarsi alle spalle “traversi” da brivido e improvvisazioni, a favore di una guida pulita, precisa, in cui occorre studiare e limare ogni centimetro di pista. Il pilota di Broni affronta questa importante serie continentale con la Porsche 718 Cayman GT4 CS MR by Autorlando Sport n° 75 che divide con Dario Cerati, pilota di provata esperienza con 97 gare all’attivo, due titoli (campione italiano GT – 2006 e Campione italiano GT4 – 2016), 10 vittorie, 15 podi, 10 pole position e 10 volte titolare del giro veloce in gara. L’appuntamento motoristico monzese é basato su due gare di 1 ora di durata cadauna, in cui i componenti l’equipaggio si alternano alla guida con turni di mezz’ora. Gara 1 si disputa al sabato e Gara 2 alla domenica. Le prove di qualificazione in cui i componenti l’equipaggio, in questo caso quello composto da Dario Cerati e Riccardo Canzian hanno a disposizione un turno a testa di prove per fare il tempo. Il pilota n°1 dell’equipaggio (Cerati) guiderà il primo turno in gara 1 e il secondo pilota (Canzian) invece, effettuerà il primo turno di guida in gara 2, ognuno si schiererà al via con il proprio tempo fatto segnare in prova. Nella prima sessione, sulla Porsche di Autorlando è salito Cerati. Le cose non sono andate per il meglio, tant’è che in gara 1 si trova a partire dalla 46esima casella in griglia e 11° di AM Cup. Preso il volante, Riccardo Canzian, nella seconda sessione di prove, fa invece segnare il 28° tempo assoluto e primo di AM Cup. A questo punto cosa succede? Succede che in gara 1 partirà Cerati che a metà gara lascerà la guida a Canzian, mentre in gara 2 le cose si invertiranno. Canzian partirà dalla 28 casella e a metà gara lascerà la guida a Cerati. Nel tardo pomeriggio di Sabato 17 la GT4 entra nel vivo. In gara 1, dapprima Cerati recupera un buon numero di posizioni, poi a metà gara, cede il volante a Canzian che completa l’opera recuperando più di una decina di posizioni, portando la Cayman 718 a chiudere al 24° posto assoluto e terzo di AM Cup. Risultato impensabile prima del via. Un podio all’esordio nell’europeo a Monza non é certamente da tutti. Sembrava invece una cavalcata vincente quella impostata da Riccardo Canzian in gara 2 del GT4 European Series. Il pilota di Broni, al volante della Porsche Cayman 718 del team Autorlando, scatta dalla casella n° 28 sulla griglia di partenza. Nel suo turno di giuda di 30 minuti, risale sino alla diciottesima posizione assoluta e primo di AM Cup imponendo un ritmo, che visto l’evolvere della gara, avrebbe potuto portarlo a lottare comodamente nella top ten assoluta, tenendo ampiamente il comando della AM Cup. All’avvicinarsi del momento di cedere il volante al compagno di team Cerati, la situazione precipita, Canzian viene tamponato da un avversario che lo spedisce nella ghiaia. Riccardo riesce a riprendere la pista e raggiungere i box per cedere la vettura al compagno di squadra. Quando Cerati torna in pista, la Porsche n° 75, ha l’assetto danneggiato dall’inconveniente patito, e si colloca in 37esima posizione assoluta e ultima di AM Cup. Una classifica migliorata poi da Cerati fino alla 32esima assoluta e ottava di AM Cup quando transita sotto la bandiera a scacchi. Un vero peccato per Cerati e Canzian, con quest’ultimo che avrebbe potuto festeggiare il suo debutto con il gradino più alto del podio in AM Cup e un’ottima posizione nella classifica assoluta. La sua è stata comunque una prova convincente, di carattere e incisiva che meritava un finale differente.

                                        di Piero Ventura

Articolo precedenteOLTREPÒ PAVESE – IL VESCOVO DI TORTONA NOMINATO DAL PAPA SEGRETARIO DELLA CONGREGAZIONE DEL CULTO DIVINO
Articolo successivoOLTREPÒ PAVESE – LA “BIDRAVA”: DALLE TAVOLE DEI CONTADINI ALLE CUCINE DEGLI CHEF STELLATI. RISOTTO ALLA BARBABIETOLA E CAPRINO di Gabriella Draghi