BRONI – REALIZZATI A COSTO ZERO PER IL COMUNE 14 NUOVI PUNTI WIFI PER L’ACCESSO GRATUITO AL WEB

123

Ultimata nei giorni scorsi l’installazione di 14 nuovi punti wifi per l’accesso alla rete internet, realizzati a costo zero per le casse comunali. Gli hotspot, che vanno ad aggiungersi a quelli già presenti sul territorio municipale, sono stati infatti attivati nel contesto del progetto WiFi Italia, promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico per consentire a tutti i cittadini di connettersi al web in modo semplice e gratuito. Per usufruirne è necessario scaricare l’app dedicata, disponibile all’indirizzo https://wifi.italia.it/it/scarica-l-app.html. Due dei nuovi hotspot, entrambi nell’area della scuola dell’infanzia, richiedono l’inserimento di una password (Computer2020!). Gli altri dodici consentono invece l’accesso libero e sono stati collocati davanti al Palazzo municipale, in Piazza Vittorio Veneto, nel Giardino urbano di Piazza Italia, nell’area del Teatro Carbonetti, nei giardini di Villa Nuova Italia, nelle vicinanze della Biblioteca comunale, nell’area della scuola primaria Paolo Baffi, presso la scuola media Contardo Ferrini, nella zona dei campi da calcio e da tennis, davanti al PalaVerde Gianni Brera e nei pressi della sede della Protezione civile. «Abbiamo raccolto un’opportunità molto interessante per tutta la cittadinanza – è il commento del sindaco di Broni, Antonio Riviezzi – soprattutto se la si guarda sullo sfondo delle nuove abitudini tecnologiche. Questi hotspot, installati senza alcun costo a carico dell’ente locale, rappresentano un ulteriore passo in avanti nel processo di digitalizzazione, interpretato nel senso di un rafforzamento dei servizi e di un’integrazione alle occasioni di socialità. Non a caso, i punti wifi sono stati collocati in prossimità di luoghi pubblici fortemente vocati all’incontro e all’interazione, fenomeni verso i quali la connettività ritengo debba continuare a svolgere una funzione complementare e non certo sostitutiva».

NOTA – QUESTO COMUNICATO È STATO PUBBLICATO INTEGRALMENTE COME CONTRIBUTO ESTERNO. QUESTO CONTENUTO NON È PERTANTO UN ARTICOLO PRODOTTO DALLA REDAZIONE DE: “IL PERIODICO OLTREPÒ”

Articolo precedenteVOGHERA – CANCELLI APERTI PER 7 AREE VERDI, LE RESTANTI ACCESSIBILI DAL PRIMO MAGGIO
Articolo successivoOLTREPÒ PAVESE – RIVANAZZANO TERME – LEGAMBIENTE VUOLE PARTECIPARE A ITER DI AUTORIZZAZIONE DEI PERCORSI DELLA SEI GIORNI INTERNAZIONALE DI ENDURO