BRONI – STRADELLA – ANESTESIA E RIANIMAZIONE, IL PERSONALE NON SI TROVA

70

Come mai non si trova personale medico per l’Ospedale di Broni-Stradella? La carenza di personale, che non ha avuto esiti positivi neppure dopo i numerosi bandi, andati per lo più deserti,  potrebbe non garantire il servizio di anestesia e rianimazione all’Ospedale di Broni-Stradella. Ad oggi gli anestesisti ed i rianimatori che lavorano nella struttura, sono professionisti in carico al Policlinico San Matteo, vengono chiamati e  pagati a gettone,  sono figure che danno la loro disponibilità ma che devono garantire il turno dove sono assunti  a tempo indeterminato e quindi nel caso rinunciare alla prestazione “extra” presso l’ospedale di Broni-Stradella. Di fronte quindi al rischio di non avere personale per poter garantire il servizio,  l’Azienda Socio Sanitaria , ha deciso di affidare la gestione di questi professionisti ad un unico operatore economico con un bando da 1,2 milioni e valido per 12 mesi. Secondo i sindacati i prossimi dieci giorni saranno decisivi per capire cosa l’Azienda ha intenzione di fare.