Casatisma: Stop alla logistica, tanti dubbi da approfondire

122

Tanti i dubbi sul progetto della logistica di Casatisma, dubbi che hanno portato la Provincia di Pavia – ente preposto all’autorizzazione dell’iter, ad avviare ulteriore verifiche, il progetto infatti verrà sottoposto alla Valutazione di impatto ambientale (Via). Un risultato che soddisfa le amministrazioni locali e i cittadini che sin da subito si sono mobilitati per dire No alla logistica, arrivando alla raccolta di oltre 300 firme ed alla costituzione di un Comitato “Nologisticacasatisma” che ha evidenziato e presentato alla Provincia diverse osservazioni sulle criticità del progetto. In particolare sono emerge criticità riguardanti l’impatto ambientale: la logistica infatti assomiglierebbe ad un’enorme scatola dalle imponenti dimensioni ( 300mila metri quadrati) che si inserirebbe in contesto agricolo tra campi coltivati e centri abitati, da non sottovalutare o quanto meno da chiarire le problematiche legate alla viabilità connessa all’attività della logistica e l’impatto che la stessa avrà sulla qualità dell’aria. Inoltre, uno dei nodi al centro dei dubbi è la presenza in prossimità dei territori interessati dalla logistica di palazzo Mezzabarba, storico edificio rilevato come patrimonio storico culturale e che verrebbe “ brutalizzato” dalle dimensioni enormi della struttura.

NOTA – QUESTO TESTO È STATO PUBBLICATO INTEGRALMENTE COME CONTRIBUTO ESTERNO. QUESTO CONTENUTO NON È PERTANTO UN ARTICOLO PRODOTTO DALLA REDAZIONE DE: “IL PERIODICO OLTREPÒ”

Articolo precedenteOltrepò Pavese – Sei Giorni Enduro, Giuseppe Villani: “Mancano ancora le autorizzazioni”
Articolo successivoVoghera – Rotazione per le 6 telecamere che rilevano la velocità ai semafori