FORTUNAGO – CENA TRA CACCIATORI E FUNGAIOLI, 10 POSITIVI TRA CUI UNO GRAVISSIMO

297

Se nella prima ondata di Marzo i numeri di contagiati nel Comune di Zavattarello – considerati i piccoli centri oltrepadani – erano balzati alle cronache, ora è Fortunago a dover “reggere la croce”. Chiusa la panetteria, situata nella frazione Costa Cavalieri e l’unica a servire l’intero Comune e giù le serrande anche per il Bar della stazione di servizio adiacente l’elisoccorso. La scelta dei titolari delle due attività che dopo la dovuta sanificazione riapriranno in tutta sicurezza lunedì. La causa è un  focolaio che si è sviluppato durante una cena tra cacciatori e cercatori di funghi (per la maggior parte residenti nella valle Ardivestra) in un cascinale nel Comune di Borgo Priolo.

Un commensale –  che a quanto dichiarato dagli altri presenti alla rimpatriata –   si era già presentato febbricitante, avrebbe così contagiato l’intera “squadra”. Si tratta per lo più di uomini di mezza età che a loro volta, ignari del contagio, hanno continuato come d’abitudine a ritrovarsi nel bar della stazione di servizio di Fortunago, che chiuso per sanificazione aprirà a giorni. Diversa la sorte della panetteria, il titolare presente alla cena “incriminata” si è sottoposto a isolamento e tampone. Avviata la sanificazione dei locali aprirà in tutta sicurezza lunedì. Il virus viaggia, il virus è ovunque ma due domande la gente del posto  se le fa: in quanti erano alla rempatriata di cacciatori e fungaioli? E come mai un uomo che presenta febbre in un momento dove non si parla altro che di Covid è andato tranquillamente ad una cena a infettando tutti? Risultato: 10 positivi (ad oggi) di cui  un ottantenne genovese con la seconda casa a Montesegale, che è ricoverato in gravi condizioni in rianimazione.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS E LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL’OLTREPÒ A “IL PERIODICO NEWS” , ALL’INDIRIZZO MAIL : COMUNICATI@ILPERIODICONEWS.IT