Mercoledì, 19 Giugno 2019

MENCONICO: “TARTUFO GATE”

"Egregio Signor Direttore, con riferimento all’articolo pubblicato sul suo periodico il mese scorso sul “Tartufo Gate” chiedo cortesemente spazio per una breve replica. Sulla giustificazione ribadita dal Sindaco del respingimento di una azienda del territorio, lascio il giudizio ai suoi lettori. Sul denaro pubblico da erogare eventualmente alle associazioni tipo la ProLoco ricordo che si devono rispettare le regole previste dallo Statuto comunale: le associazioni devono assicurare la pubblicità dei bilanci e degli atti degli organi sociali.

Inoltre l’eventuale richiesta di fondi deve essere dettagliata e documentata. Tutto questo non è mai successo da quando sono consigliere e  non debbo pertanto chiedere scusa ad alcuna persona. C’è invece da chiedersi come mai, nonostante le disposizioni statutarie, i consiglieri abbiano deciso di elargire così tanto denaro pubblico senza alcuna oggettiva motivazione. In generale sulla mia libera espressione di voto segnalo che l’attuale legge elettorale in vigore per i piccoli Comuni assicura al candidato sindaco vincitore una solida maggioranza (7 consiglieri contro 3). L’eventuale voto a favore dei consiglieri di minoranza non è quindi determinante anzi è ininfluente e può dunque fare solo notizia. Francamente non capisco perché il Sindaco sia così ossessionato dai miei voti contrari. Ai tre consiglieri di minoranza lo Statuto comunale riserva invece un ruolo importante che è quello ispettivo e di controllo sulle iniziative assunte dall’Amministrazione e hanno diritto ad ottenere copia di atti, notizie ed informazioni utili all’espletamento del loro mandato. Segnalo inoltre che nell’approvazione delle delibere da me ritenute più rilevanti, il mio voto contrario  è sempre stato accompagnato da una dichiarazione scritta motivata, come tutti i lettori potranno constatare visitando l’Albo pretorio del Comune.

Infine, sulla delibera approvata il 31 luglio con il mio voto contrario comunico soltanto un particolare (sicuramente di scarso significato per i colleghi che l’hanno approvata): la mancanza del testo della delibera. Era disponibile solo il documento allegato! Ho appreso in seguito, l’11 ottobre scorso, giorno della sua pubblicazione, che la delibera era composta da ben tre pagine. E avrei dovuto votarla? Grazie per l’ospitalità.

Alessandro Callegari - Menconico"

INVIATE LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

agierre-marzo TecnoSerramenti-copia lidobuca-copia studio-medico-tagliani panificio-santa-maria-AGOSTO-copia

  1. Primo piano
  2. Popolari