Giovedì, 20 Giugno 2019

OLTREPÒ PAVESE - “LA TENUTA RICCAGIOIA AUSPICHIAMO DIVENTI UN CENTRO PER SOSTENERE E AIUTARE TUTTI I GIOVANI VITICOLTORI”

L’Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste (ERSAF) fa tra le sue specificità d’azione la formazione specialistica, l'assistenza tecnica, lo sviluppo dell'innovazione tecnologica e della competitività delle aziende, della ricerca e dei servizi innovativi alle aziende agricole e alle imprese agroalimentari, la promozione dei prodotti e delle produzioni lombarde, compresa l'agricoltura biologica, nonché il sostegno all'agricoltura delle zone montane. Ed è per questo che sta lavorando per il rilancio dell’Oltrepò pavese che è riconosciuto da tutti come un territorio vitivinicolo e agronomico di grande storia e valore, zona di sviluppo enologico e questo succede da sempre. 

«Sosteniamo con forza - spiega il presidente Ersaf Alessandro Fede Pellone – l’obiettivo di Regione Lombardia con il suo assessore all’agricoltura, alimentazione e sistemi Verdi Fabio Rolfi, di dare alla provincia pavese del vino una voce unica. Credo – dice ancora il presidente Fede Pellone – che la recente legge sull’ enoturismo sia una opportunità unica per l'Oltrepo'. Come Regione ha sottolineato, lavoriamo per il maggiore coinvolgimento di tutte le categorie, anche quelle istituzionali compresi i Comuni di appartenenza delle cantine e delle aziende agricole». 

«Da parte nostra come Ersaf – aggiunge Fede Pellone – abbiamo la tenuta di Riccagioia che auspichiamo diventi un centro per sostenere e aiutare tutti i giovani viticoltori a coniugare le tradizioni dell’Oltrepò con le Smart-tecnology dell’agricoltura 4.0. Ma non solo. Abbiamo una grandissima collezione di vitigni che dovremo senz’altro utilizzare sia per valorizzare il notevole patrimonio genetico sia per riprendere le micro vinificazioni in cantina. Il progetto della Carovana pubblicitaria del Giro sicuramente aiuterà in questa attività fondamentale». 

«L’Oltrepò ha la necessità di comunicare meglio la qualità dei propri vini e la bellezza del territorio. Abbinare il nome del consorzio a un evento di portata internazionale come la Carovana del Giro d’Italia è un primo importante passo. Tutti gli attori coinvolti, partendo dalla Regione Lombardia e dagli enti istituzionali, devono lavorare affinché l’Oltrepò pavese riesca a sfruttare al meglio le proprie potenzialità. I vini lombardi sono in costante crescita in termini di visibilità e di vendite sui mercati nazionali e internazionali. Le nostre bottiglie sono conosciute soprattutto per la grande qualità e per il forte legame con il territorio ed è dunque fondamentale puntare su questi aspetti» ha dichiarato Fabio Rolfi, assessore regionale lombardo  all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

agierre-marzo TecnoSerramenti-copia lidobuca-copia studio-medico-tagliani panificio-santa-maria-AGOSTO-copia

  1. Primo piano
  2. Popolari