Mercoledì, 11 Dicembre 2019

RISOTTO ALLE ORTICHE CON CREMA DI CAROTA: CHEAP BUT CHIC: PIATTI GOLOSI E D’IMMAGINE AL COSTO MASSIMO DI 3 EURO! di Gabriella Draghi

Forte e delicata, dal sapore inconfondibile con un retrogusto dolce: è l’ortica, una pianta povera e ricchissima di qualità salutari. Verde smagliante di clorofilla, minerali (moltissimo ferro, ma anche rame e zinco), l’ortica contiene una serie di nutrienti e proprietà medicinali, efficaci in particolare su fegato, milza e sangue. Esercita infatti un’azione disintossicante, diuretica e alcalinizzante, cioè favorisce l’eliminazione dei residui acidi dall’organismo. Perfetta, dunque, per rinnovare il nostro organismo dopo la stagione invernale.

Ma quando si raccoglie, l’ortica? E soprattutto: come? Beh, la stagione giusta è proprio la primavera, prima che i suoi fusti s’induriscano. Il mese migliore è Aprile, quando i principi attivi che contiene sono al massimo della loro potenza. Sappiamo che gli antichi greci, che ne erano ghiotti, usavano infatti coglierla prima dell’arrivo delle rondini… Certo, bisogna raccoglierla armati di guanti di gomma o da giardiniere, tagliando le cimette e  le foglie sottostanti più tenere. Bisogna utilizzare  i guanti anche per maneggiarla durante le fasi di lavaggio e pulizia. Se però viene lasciata  in ammollo qualche ora, l’ortica perderà il suo potere urticante.

Utilizziamo questa pianta così comune nelle nostre campagne  in abbinamento alla carota per cucinare un saporitissimo risotto che renderemo molto “chic” decorandolo con alcune profumatissime violette, primi fiori di primavera. 

RISOTTO ALLE ORTICHE CON CREMA DI CAROTA 

Ingredienti per 2 persone:

200 g di riso vialone nano o carnaroli

un mazzetto di ortiche

1 carota

1 piccolo scalogno

3 cucchiai di parmigiano

reggiano grattugiato

la buccia grattugiata

di mezzo limone

2 aghi di rosmarino

qualche cucchiaio di olio

extravergine d’oliva

acqua e sale

per guarnire:

alcune violette

1 cucchiaio di granella

di pistacchi

Come si prepara

In una pentola portiamo ad ebollizione un litro e mezzo d’acqua con un cucchiaio di sale grosso. Sbollentiamo le ortiche per un paio di minuti, le scoliamo e conserviamo l’acqua che ci servirà per cuocere il nostro risotto. Cuociamo in un pentolino con acqua e sale la carota pulita e tagliata a fette e la conserviamo nella sua acqua. In una padellina inaderente versiamo un cucchiaio d’olio e soffriggiamo lo scalogno tagliato a fettine sottili. Aggiungiamo le ortiche sbollentate e lasciamo insaporire.

Versiamo il composto nel bicchiere del minipimer ,aggiungiamo qualche cucchiaio d’acqua di cottura delle ortiche ,due cucchiai d’olio e frulliamo. Versiamo la crema ottenuta in una coppetta e teniamo in caldo. Dopo averlo sciacquato, versiamo ora nel bicchiere le carote cotte con due cucchiai della loro acqua, la buccia grattugiata del limone e il rosmarino e frulliamo, ottenendo così una crema  che verseremo in un’altra coppetta e terremo in caldo.

Passiamo ora alla preparazione del risotto. Scaldiamo bene un tegame sul fuoco, versiamo il riso e lo facciamo tostare senza l’aggiunta di nulla. Aggiungiamo due mestoli di acqua di cottura dell’ortica calda e cuociamo il nostro risotto per 15 minuti, aggiungendo di volta in volta l’acqua. Otterremo un riso molto cremoso “all’onda” che mantechiamo mescolando bene con tre cucchiai di parmigiano grattugiato. Al termine dell’operazione, copriamo con un coperchio e lasciamo riposare 2 minuti.

Siamo ora pronti per l’impiattamento. Adagiamo il nostro risotto su di un piatto piano, spianandolo bene, versiamo a spirale con un cucchiaio prima la crema di ortica e poi quella di carote. Decoriamo con qualche violetta e spolverizziamo con la granella di pistacchio. Buon appetito!!

You Tube Channel  “Cheap but chic”. Facebook page “Tutte le tentazioni” 

di Gabriella Draghi

  1. Primo piano
  2. Popolari