Mercoledì, 15 Luglio 2020
 

OLTREPÒ PAVESE - “LA TURTA DAL CARSENT” LA TORTA FATTA UTILIZZANDO LIEVITO MADRE di Gabriella Draghi

Oggi, più che mai, siamo costretti, per cause di forza maggiore, a restare chiusi in casa. C’è chi lo definirebbe un assoluto cataclisma, ma non è del tutto così! Stare in casa è rilassante e ci permette di andare avanti con i nostri mille progetti, quelli per cui, data la vita frenetica di tutti i giorni, non abbiamo mai tempo di portare a termine. In questo momento dovremmo abituarci a condurre una vita diversa da quella di sempre e, dopo tutto, approfittare del tempo guadagnato, non è una cattiva idea. Da dove iniziare?

Quanti di voi fino a ieri si lamentavano di non aver tempo per il cambio di stagione negli armadi o per mantenere un po’ d’ordine in casa? Rimboccatevi le maniche e incominciate con le grandi pulizie. Cercate di rendere la vostra dimora un ambiente piacevole da vivere, mettete ordine nella dispensa o nel famoso sgabuzzino in cui avete sempre paura di entrare. Sarà anche un modo per rispolverare vecchi ricordi e rivivere con la famiglia i bei momenti passati insieme. Tutti abbiamo dei libri accantonati che attendono di essere letti. È arrivato il momento di tirarli fuori e poter dedicare tempo alla lettura. Leggere ci aiuta a viaggiare con la fantasia, a ricordare e immaginare dei luoghi e degli scenari fuori dal comune. Lasciatevi ispirare e provate a scrivere la vostra storia...è il modo migliore per allentare l’ansia e rilassarsi, eliminando lo stress.

E poi, visto che il tempo non manca, divertitevi in cucina realizzando ricette che non avete mai provato prima per mancanza di tempo o coraggio oppure provandone altre che, con pochi ingredienti e pochissima spesa vi faranno fare un’ottima figura con i vostri cari. Vi capiterà di aprire il frigo, senza un’idea in mente. In questi giorni di emergenza il capitolo spesa è uno dei più dolenti e ci viene raccomandato di concentrare gli acquisti e non recarsi spesso al supermercato. Diventa quindi indispensabile trovare il modo di abbinare avanzi, non sprecare e inventare accostamenti sulla base degli ingredienti semplici e di uso quotidiano.

Pensando alla primavera e ai picnic all’aperto, che quest’anno si faranno in giardino o sul terrazzo, a me è venuto in mente di rivisitare una torta antica che le nonne dell’Oltrepò preparavano utilizzando il lievito madre che rimaneva dalla preparazione del pane, la TURTA DAL CARSENT. Una torta contadina molto semplice che veniva inzuppata nel latte la mattina o nel vino a fine pasto. Ho pensato di renderla un po’ moderna e di portarla in tavola sia come antipasto che come dolce da merenda, modificando leggermente i semplici ingredienti. Ci vorrà un po’ di tempo perché ci vogliono due lievitazioni ma siamo in casa no? Ci possiamo provare e saremo molto soddisfatti del risultato! Buon appetito!!!

Come si prepara:

Sciogliamo il lievito nell’acqua tiepida ed aggiungiamo 150 g di farina. Risulterà un composto semiliquido che poniamo  a lievitare in una ciotola coperta con la pellicola in luogo tiepido per circa 30 minuti. Possiamo mettere la ciotola in forno spento con la luce accesa. Otterremo un composto lievitato e andremo ad inserirlo nella ciotola dell’impastatrice. A questo punto avviamo la macchina ed aggiungiamo tutti gli ingredienti tranne il burro  ed un tuorlo d’uovo che ci servirà per la lucidatura, alternando piccole quantità di ciascuno con la farina. Continuiamo a lavorare finche il composto risulterà liscio ed omogeneo. A questo punto uniamo il burro a pezzetti e lo facciamo incorporare molto bene.

Chi non avesse l’impastatrice può fare l’impasto a mano utilizzando una ciotola grande. Lasciamo lievitare per due ore l’impasto nella ciotola dell’impastatrice , coprendo sempre con la pellicola in luogo tiepido o nel forno spento con la luce accesa. Disponiamo ora l’impasto in una tortiera dai bordi foderata con carta da forno. Sbattiamo leggermente il tuorlo con una forchetta , pennelliamo delicatamente la superficie della nostra torta e pratichiamo  un taglio a croce con le forbici, non affondandole ma sollevando leggermente la pasta. Lasciamo lievitare un’altra ora in forno spento con la luce accesa. Siamo pronti ora per infornare a forno caldo a 160° per una trentina di minuti. La nostra “turta dal carsent” sarà pronta quando avrà preso un bel colore .

Lasciamo raffreddare e poi mettiamo la torta su di un piatto da portata o un tagliere. Serviamo tagliata a fette accompagnando con salame di Varzi, caciotta della Valle Staffora o marmellata di prugne.

You Tube Channel  “Cheap but chic”.

Facebook page “Tutte le tentazioni” 

«TURTA DAL CARSENT

Ingredienti:

500 g di farina

(250 g 00 e 250 g Manitoba)

110 g di zucchero

75 g di burro morbido

1 uova intero e 2 tuorli

mezzo cucchiaino di sale

scorza grattugiata di un limone  e una arancia non trattati

1 bustina di vanillina

30 gr. di lievito di birra o una bustina di lievito madre liofilizzato

150 ml di acqua tiepida

di Gabriella Draghi

 
 
  1. Primo piano
  2. Popolari