Giovedì, 21 Novembre 2019

A STRADELLA S’INGRASSANO INGRANAGGI D’EPOCA E SI RISPOLVERA LA CULTURA CONTADINA

Il Gruppo Amatori Trattori d’Epoca Oltrepò è un’associazione senza fini di lucro fondata a Orzoni, piccola frazione del Comune di Stradella nel 1998 da un gruppo di amici appassionati di trattori e macchine agricole di una volta, con l’obiettivo di valorizzarli, restaurarli e conservarli, al fine di far conoscere questi fondamentali strumenti del lavoro agricolo, parte integrante delle tradizioni e della cultura contadina.

Sono trascorsi vent’anni dalla sua nascita ed il Gatteo Club ha visto costantemente aumentare i propri soci ed il proprio parco macchine: non solo trattori, ma anche trebbiatrici, pressaforaggi e mietilega, vent’anni  di un attento lavoro di rispolvero di vecchi trattori abbandonati nei campi, nei cortili o nelle tante cascine ormai in disuso, memoria storica di un Oltrepò a forte vocazione agricola.

Gabriele Mingon è il Presidente di questa Associazione.

Mingon, il Gatteo Club Stradella è nato ufficialmente nel 1998. Come si è arrivati a dare una veste legale ad un gruppo di appassionati?

«Già alla fine degli anni ‘80 alcuni appassionati videro dei trattori vecchi nelle cascine e si misero in moto per riportarli alla luce. Con il tempo sempre più persone si appassionarono a questi mezzi. Fu così che nel 1998 si decise di creare un gruppo, nato in frazione Orzoni a Stradella».

Di  cosa vi occupate esattamente?

«Ci occupiamo di far rivivere le antiche tradizioni contadine alle nuove generazioni. Riaccendere i trattori d’epoca, le trebbiatrici... è un modo per non dimenticare la vita di campagna e gli insegnamenti della cultura contadina».

Da quante persone è composto il club? Anche tra le nuove generazioni ci sono appassionati di trattori d’epoca?

«Il Direttivo è composto oltre che dal sottoscritto, da Maurizio Papavero (Vicepresidente), da Ugo Mingon (tesoriere), da Stefano Vercesi (segretario) e da Giampiero Vercesi (Presidente Onorario). Ora il Club è composto da una quarantina di soci e tra questi c’è qualche ragazzo nuovo, anche se i giovani sono una minoranza».

Solo trattori o altri attrezzi agricoli?

«Il gruppo possiede un centinaio di trattori e anche degli attrezzi agricoli, tipo carri, aratri, trebbiatrici d’epoca. Anche macchine per pigiare l’uva e tutto ciò che serviva al lavoro agricolo e che si è riusciti a recuperare».

Quali sono i mezzi di maggior valore e prestigio e perché?

«Lo sono un po’ tutti, per il fatto che ognuno restaura un trattore che diventa “suo” ed unico nel suo genere.  La valutazione viene fatta in modo approssimativo».

Tenere funzionante un trattore d’epoca è un lavoro molto impegnativo?

«Si tratta di un lavoro molto impegnativo, oltre al restauro devono essere costantemente puliti, ingrassati e coperti per non subire l’umidità».

I collezionisti in genere non vendono, ma nel caso, esiste un mercato per questa tipologia di trattori? Quanto possono valere?

«Esiste un mercato, ma non c’è un valore specifico come nel caso dei trattori nuovi. Dipende da quanti trattori sono stati costruiti, e quanti sono ancora in circolazione».

Quali sono gli eventi o le manifestazioni a cui partecipate?

«Il gruppo partecipa con entusiasmo a tutte quelle manifestazioni organizzate dalle Pro Loco e dai Comuni dell’Oltrepò Pavese. Con i trattori d’epoca in possesso dei soci fondatori sono state organizzate le prime mostre e sfilate, favorendo così gli incontri fra gli appassionati. Di fatto si è contribuito a creare un nuovo ramo di collezionismo che ora può contare su decine di appassionati nella nostra zona».

Girate per le diverse fiere e sagre dell’Oltrepò Pavese. Non vi è mai capitato di trovare ostacoli burocratici alle vostre esposizioni o semplicemente lamentele legate ad esempio al rumore?

«Per ora non abbiamo incontrato alcun ostacolo burocratico. Ci sono state delle lamentele per il rumore, il fumo e le macchie d’olio, perchè si tratta di mezzi d’epoca. Comunque, abbiamo un’assicurazione che, nel caso di danni di rilievo, tutela il gruppo».

di Federica Croce

  1. Primo piano
  2. Popolari