Lunedì, 20 Gennaio 2020

BULLISMO: SPUTI ED ESCREMENTI NEL CIBO, VITTIMA UN RAGAZZINO DI 14 ANNI

Cinghiate, sputi, escrementi nel cibo: queste le vessazioni che un giovane di 14 anni sarebbe stato costretto a subire, a Ciriè, nel Torinese, da alcuni coetanei. Quattro minorenni, tre quattordicenni e un quindicenne, ora devono rispondere di ingiuria, minaccia, lesioni personali, atti persecutori e tentata rapina in concorso. Il calvario, a quanto racconta la vittima, è iniziato alla fine dello scorso anno scolastico, quando, in classe, due compagni hanno incominciato ad accusarlo di puzzare, di non lavarsi, arrivando persino a sputargli addosso. Un escalation di violenza: lo scorso agosto, in una birreria di Ciriè, il "branco" lo prende in giro. "Abbiamo raccolto degli escrementi per strada e li abbiamo messi nel panino che hai appena mangiato", gli dicono. Il 14enne si ribella: "Non voglio più uscire con voi". E i quattro prima lo minacciano e poi lo picchiano con una cintura. quel punto l'adolescente racconta tutto ai genitori e scatta la denuncia ai carabinieri.

  1. Primo piano
  2. Popolari