Lunedì, 23 Settembre 2019

CASEI GEROLA – ELEZIONI COMUNALI «SERVIZI SOCIALI, CULTURA, ISTRUZIONE E LAVORI PUBBLICI»

Ezio Stella, 59 anni, sposato da 30 anni con tre figli. Laureato in Matematica, materia che insegna presso l’Istituto Professionale Mongini di Sannazzaro de Burgondi, è consigliere comunale dal 1983 e per quattro mandati ha ricoperto la carica di sindaco.

Stella che cosa le fa pensare di essere il sindaco giusto?

«Parto dal fatto che già per ben 4 tornate elettorali sono stati i miei compaesani a scegliermi per ricoprire la carica di sindaco. Questa premessa per dire che nessun candidato può ritenersi, a priori, il sindaco giusto. Saranno i cittadini a scegliere tra le varie proposte programmatiche. Per questo ho puntato molto sia sul programma che sulle persone che compongono la mia lista, un mix di esperienza, competenza e volti nuovi».

Tre priorità della sua futura azione amministrativa in caso di vittoria?

«Per noi i punti fermi sono sempre stati: i servizi sociali, la cultura e l’istruzione, i lavori pubblici. Per questi temi continueremo, come in passato, a garantire stanziamenti importanti. Nel 2018, per assicurare ai cittadini i servizi sociali, abbiamo sostenuto la spesa di 170 mila euro. Una cifra rilevante per un Comune come il nostro che conta 2500 abitanti, ma necessaria per sostenere i nostri compaesani che vivono situazioni di difficoltà. Stesso discorso vale per l’istruzione. Abbiamo sul nostro territorio una Scuola Materna con annesso un asilo nido, una scuola primaria e una scuola secondaria inferiore: continueremo ad assicurare loro tutte le risorse necessarie a svolgere il loro preziosissimo ruolo educativo e didattico. Così pure per la Biblioteca, pilastro della nostra comunità, a cui garantiremo i finanziamenti utili per le attività ordinarie e per le nuove iniziative in programma, quali l’avvio di un servizio di doposcuola. Seconda e terza priorità, i lavori pubblici, si intrecciano poiché entrambe servono a rendere il paese più efficiente, smart e attento all’ambiente. Riscatteremo la rete di illuminazione pubblica e la ammoderneremo utilizzando le ultime tecnologie disponibili (Led), inoltre porteremo a termine i lavori necessari per rendere conformi alla legge le piazzole per il ritiro dei rifiuti ingombranti. Ogni anno, poi, attueremo un piano per la manutenzione delle strade. Mi sbilancio su una quarta priorità, che però non dipende soltanto da noi: visto il successo dell’iniziativa, chiederemo la collaborazione del Comune limitrofo per installare una casa dell’acqua più vicina per chi vive a Gerola».

Viviamo in un periodo complesso, la ripresa dalla crisi è difficoltosa e molte famiglie faticano a tirare avanti. In questo contesto, quanto e cosa crede che un’amministrazione comunale possa fare per migliorare concretamente la vita dei cittadini?

«In questo momento la richiesta che ricorre più spesso è quella di avere un lavoro. Nel nostro territorio comunale sono presenti aree, anche di grande estensione, che il piano di governo del territorio classifica come produttive. Compito dell’Amministrazione Comunale dovrà essere quello di confrontarsi con i proprietari di queste aree affinché siano create, anche in paese, nuove realtà produttive che possano offrire occasione di lavoro. Nell’ultima variante al Piano di Governo del Territorio, approvata dal Consiglio Comunale ad inizio anno, sono già state previste alcune misure per facilitare un utilizzo delle aree produttive. Occorre continuare su questa strada. Inoltre, siamo sempre stati accanto ai cittadini. Non vogliamo gravare ulteriormente sulle loro tasche, siamo uno dei pochi Comuni che non ha introdotto l’addizionale Irpef e abbiamo scritto ancora una volta nero su bianco sul nostro programma che intendiamo mantenere questa linea».

Perché la popolazione dovrebbe votare lei e la sua squadra e cosa c’è di differente in contrapposizione agli altri?

«Personalmente, non mi sento in contrapposizione con gli altri candidati alla carica di sindaco. Mi rivolgo direttamente ai miei compaesani dicendo loro che in tutti questi anni, in cui ho svolto il ruolo di amministratore comunale, ho acquisito esperienze e conoscenze che possono ancora essere utili alla nostra Comunità, se loro lo riterranno. Come è sempre stato, se sarò eletto, assicuro un impegno costante ed una presenza continua. Per quanto riguarda la mia squadra, sono consapevole del valore di ciascun candidato: alcuni hanno già vissuto con me l’esperienza importante nella vita amministrativa, altri vivono la comunità ogni giorno, impegnandosi con passione in vari ambiti. Infine, i giovani, che con il loro entusiasmo e il loro contributo sono indispensabili per rendere la lista sempre nuova».

Un sogno nel cassetto per il suo paese?

«Un sindaco come me, con alle spalle già alcuni mandati, sa bene che alcuni sogni si scontrano con le poche risorse disponibili e i problemi gravi che emergono nella comunità. Ma di sogni ne ho ancora molti. La consapevolezza mi porta a farli diventare obiettivi concreti, da analizzare in relazione alle reali possibilità di realizzarli: desidero soprattutto una comunità con maggiore certezze economiche, solidale con chi versa in difficoltà, aperta al cambiamento».                                     

agierre-marzo TecnoSerramenti-copia studio-medico-tagliani panificio-santa-maria-AGOSTO-copia

  1. Primo piano
  2. Popolari