Lunedì, 23 Settembre 2019

MENCONICO – ELEZIONI COMUNALI «LA MIA È L’UNICA LISTA COMPLETA»

Paolino Giuseppe Donato Bertorelli laureato in chimica organica è stato dirigente d’azienda nel settore siderurgico dove gestiva la parte tecnica. Ha realizzato e gestito per diversi anni uno tra i più grandi panifici industriali, situato a Codevilla. Consigliere provinciale e vice presidente del consiglio provinciale con delega alla promozione dei prodotti tipici della provincia di Pavia nel mondo, è stato sindaco di Menconico per 3 mandati non consecutivi, durante i quali «ho costruito una casa di riposo per anziani con 50 posti letto, 10 alloggi per anziani per 20 posti letto , un albergo che può ospitare 60 turisti..».

Bertorelli che cosa le fa pensare di essere il sindaco giusto?

«Ho accettato la candidatura a sindaco di Menconico per poter realizzare tutti quei   progetti già programmati ma non ancora realizzati e molto importanti per lo sviluppo del nostro Comune, non solo la manutenzione delle strade, acquedotti o beni comunali o il miglioramento dei servizi sociali…ma anche l’incremento dell’occupazione giovanile, lo sviluppo dei prodotti agricoli tipici, della zootecnia e la valorizzazione del tartufo. Solo alcuni esempi di progetti studiati, sviluppati e soprattutto che ho presentato, per essere finanziati, a Regione Lombardia, ai Ministeri e agli organi preposti e che pertanto conosco alla perfezione». 

Tre priorità della sua futura azione amministrativa in caso di vittoria?

«In caso di vittoria le tre priorità sono: realizzare il centro per minori disabili già approvato, per il finanziamento dal consiglio regionale ( delibera X1586/2017 ) e che porterà 45 posti di lavoro; difesa del suolo e del territorio: dissesto idrogeologico con frane ancora in essere in alcune frazioni, prevenzione incendi boschivi con realizzazione vasca antincendio per approvvigionamento elicotteri e istallazione di telecamere su tutti i punti luce  all’interno dei centri abitati; incentivare il turismo  recuperando  i beni culturali storici tipo il mulino Spalla e la fornace di Canova».

Viviamo in un periodo complesso, la ripresa dalla crisi è difficoltosa e molte famiglie faticano a tirare avanti. In questo contesto, quanto e cosa crede che un’amministrazione comunale possa fare per migliorare concretamente la vita dei cittadini?

«Vogliamo migliorare la vita dei cittadini più deboli, cioè gli anziani, che sono la maggioranza della nostra popolazione. Dobbiamo potenziare i servizi sociali tipo l’introduzione dell’assistenza infermieristica presso la propria abitazione, la consegna dei generi alimentari nelle varie frazioni, il trasporto in farmacia o in ospedale…».

Perché la popolazione dovrebbe votare Lei e la sua squadra e cosa c’è di differente in contrapposizione agli altri?

«Spero che la popolazione voti la mia lista perché è l’unica lista completa e soprattutto con solo candidati  residenti o  che soggiornano e vivono  nel nostro Comune. è  l’unica lista con candidati provenienti dalle varie frazioni e non  candidati che a Menconico vengono solo per la festa della birra o la festa argentina o la festa del Fosso Sacchetto».

Un sogno nel cassetto per il suo paese?

«Vorrei che Menconico ritornasse ad avere la popolazione di quando ero bambino ed andavo a Messa alla domenica, dopo aver percorso 3 km a piedi, e la Chiesa era sempre piena; a Menconico c’erano 2 ristoranti/bar, 3 negozi di generi alimentari, una rivendita di prodotti per l’agricoltura, un forno per la produzione di pane…Insomma vorrei che l’amministrazione comunale, con la realizzazione dei nostri progetti in essere, tipo la realizzazione del centro per ragazzi disabili, la trasformazione in loco dei prodotti agricoli e della zootecnia, la valorizzazione turistica del territorio, il potenziamento dei servizi agli anziani…riuscisse ad invertire la tendenza dello spopolamento e Menconico ritornasse ad essere un Comune in espansione».                                 

agierre-marzo TecnoSerramenti-copia studio-medico-tagliani panificio-santa-maria-AGOSTO-copia

  1. Primo piano
  2. Popolari