Martedì, 10 Dicembre 2019

VOGHERA – “ESPRIMO SOLIDARIETÀ, VICINANZA E SOSTEGNO UMANO ALLA GIOVANE DONNA E MAMMA AGGREDITA BRUTALMENTE”

Il deputato vogherese del Movimento 5 Stelle, Cristian Romaniello, in merito alla commessa di un negozio nel centro di Voghera, aggredita dall'ex marito, che entrato nel negozio, dove l’ex moglie lavora, ha cominciato a prenderla a pugni. Le conseguenze per la 43enne avrebbero potuto essere gravi, se in sua difesa non fosse provvidenzialmente intervenuto un senegalese di 35 anni, che in quel momento stava transitando nella zona in sella alla sua bicicletta.  

“Esprimo solidarietà, vicinanza e sostegno umano – scrive Romaniello - alla giovane donna e mamma aggredita brutalmente dall’ex compagno e convivente. Questi atti di violenza, che spesso avvengono nelle mura domestiche, sono da combattere con tutte le forze. Le comunità cittadine e i rappresentanti delle Istituzioni devono mettere in campo tutte le forme di sostegno e prevenzione per questi atti. Dobbiamo aiutare le persone, soprattutto donne che subiscono violenza verbale e fisica, dobbiamo informarle che si può vincere contro la bestia della violenza domestica e di genere, dobbiamo aiutarle a denunciare, a non avere paura. Il Parlamento ha approvato un disegno di legge importantissimo “Codice Rosso” che impone una rapida corsia preferenziale alle indagini per reati di maltrattamento, violenza sessuale, stalking e lesioni commesse in contesti familiari o nell’ambito di rapporti di convivenza. Il tema della violenza di genere e della violenza sui minori, non ha colore politico. Infine e per fortuna, in questo momento di incredulità che ha freddato tutti i presenti, un giovane coraggioso senegalese non ci ha pensato due volte – conclude Romaniello - ed ha salvato la donna dalla brutalità dell’aggressore, bloccando la violenza. A lui il più sentito ringraziamento mio e della città"

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari