Martedì, 10 Dicembre 2019

OLTREPÒ PAVESE - IL PRESIDENTE DI ALER, JACOPO VIGNATI SI DIMETTE, I CONSIGLIERI REGIONALI SIMONE VERNI DEL M5S E VILLANI DEL PD ESPRIMONO SODDISFAZIONE

Jacopo Vignati si è dimesso dalla carica di Presidente di Aler Pavia, era stato accusato dall’opposizione politica in  occasione delle elezioni svoltesi il 26 maggio 2019,  di aver inviato agli inquilini Aler una lettera con indicazioni di voto per Fabrizio Fracassi , poi eletto sindaco a Pavia e per Angelo Ciocca, poi ri-eletto al parlamento europeo.

Jacopo Vignati, 31 anni, segretario provinciale pavese della Lega Nord,  era presidente dell'Aler di Pavia e Lodi, l'Azienda lombarda per l'edilizia residenziale che gestisce un notevole patrimonio di edilizia pubblica nelle due province.

Prima dell’ultima tornata elettorale aveva inviato una lettera a tutti gli inquilini Aler di Pavia invitandoli  a votare per il candidato sindaco leghista Fabrizio Fracassi e alle Europee per l'altro leghista Angelo Ciocca.

«Per favorire ancora di più il nostro impegno sulle politiche abitative in questa tornata di elezioni comunali ed europee- scriveva nella lettera Vignati - potete anche voi fare qualcosa di concreto per portare a casa altre opportunità di crescita per la vostra realtà» esortanto a votare «Fabrizio Fracassi a Sindaco della Città di Pavia». E alle Europee, a dare la preferenza ad «Angelo Ciocca, persona che conosce la nostra realtà».

Il Consigliere Regione Lombardia, il  vogherese Simone Verni , del Movimento 5 Stelle dichiara : “Apprendo con soddisfazione che il segretario della Lega di Pavia Jacopo Vignati si sarebbe dimesso dalla presidenza di Aler Pavia. Le dimissioni arrivano in estremo ritardo dopo le polemiche per l’invio di una lettera elettorale per le europee di invito agli inquilini a votare il suo partito. Un gesto inopportuno e vergognoso sul quale Vignati ha segnato un primato in Lombardia che non inorgoglisce nessuno. Le nomine politiche sono deleterie perché antepongono l’appartenenza ideologica al reale scopo dell’incarico ricoperto. Da questo punto di vista le dimissioni sono una buona notizia. La sua attività alla guida di Aler Pavia non ha di certo brillato dato che non abbiamo registrato nessun miglioramento sostanziale nella situazione abitativa di Pavia e Lodi. Mi auguro che la Giunta regionale accetti senza indugi le dimissioni e proceda con la nomina di persona con requisiti e competenze specifiche e utili a rilanciare il settore abitativo , che ne ha davvero bisogno” 

Anche l’oltrepadano Giuseppe Villani, Consigliere Regionale Lombardia del Partito Democratico accoglie con soddisfazione le dimissioni di Vignati e dichiara :   “Il tempo è galantuomo. Ben vengano le dimissioni di Vignati, che aveva tenuto un comportamento  molto grave, commettendo una scorrettezza inaudita. Sfruttare un ruolo assegnato dalla Regione per orientare il voto degli inquilini è fuori da ogni regola. Resta la preoccupazione per l' utilizzo  disinvolto, spesso scorretto, delle istituzioni   diffuso tra  gli esponenti di Centro destra  che governano la Regione".

  1. Primo piano
  2. Popolari