Mercoledì, 15 Luglio 2020
 

BRONI - DOPO L'AVVIO DELLA RIQUALIFICAZIONE DELL'EX CASERMA DELLA POLIZIA LOCALE LAVORI PER 170MILA EURO NEGLI ALLOGGI DI VIA PARINI

Gli undici appartamenti di Via Parini, di proprietà comunale e assegnati a famiglie in condizioni di necessità, saranno presto sottoposti a importanti migliorie: l'intervento, da realizzarsi entro l'anno, prevede la sostituzione di caldaie, finestre e porte d'accesso, oltre all'isolamento termico dei solai. Il tutto senza gravare sulle casse dell'ente locale. Nei giorni scorsi, infatti, la Regione Lombardia ha positivamente accolto la domanda di contributo presentata dal Comune di Broni, nel contesto dell'ultimo bando dedicato all'efficientamento energetico degli immobili destinati a servizi abitativi pubblici. Da Palazzo Lombardia è arrivato l'ok al completo finanziamento dei lavori, il cui importo, calcolato sulla base di un progetto redatto internamente dall'Ufficio Tecnico comunale, ammonta a 170mila euro.

«Siamo molto soddisfatti – è il commento del sindaco Antonio Riviezzi – perché con gli interventi in programma andremo sia a migliorare la qualità della vita delle famiglie ospitate nel fabbricato di Via Parini, sia a ottimizzare i consumi energetici globali dello stesso immobile. E l'operazione non comporterà alcun aggravio di costi a carico delle casse municipali, in quanto la Regione ha deciso di finanziarla per intero».

Prosegue dunque l'impegno dell'amministrazione comunale di Broni nell'ambito dell'edilizia residenziale pubblica, dopo l'avvio della riqualificazione dell'ex Caserma della Polizia locale di Via Cavour (dove saranno realizzati sei nuovi alloggi temporanei per fare fronte a situazioni di emergenza abitativa). Va ricordato che gli stessi appartamenti al civico 23 di Via Parini erano già stati oggetto di opere di manutenzione nel corso del 2019, così come i quattro ulteriori nuclei presenti nella Frazione Cassino Po.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL'OLTREPÒ A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 
 
  1. Primo piano
  2. Popolari