Giovedì, 21 Novembre 2019

VOGHERA – STRADELLA - OLTREPOVOGHERA NON SONO ARRIVATI I TRE PUNTI CON IL QUASI RETROCESSO DERTHONA

Serie D, girone A: OLTREPOVOGHERA – CALCIO DERTHONA / 1-1 (primo tempo, 0-0)

OLTREPOVOGHERA (4-3-2-1): Cizza; 2 Colombini, 5 Allodi, 6 Di Placido, 4 Bettoni; 3 Bertelli, 10 Duca, 8 Maione; 7 Coccu (39’ st 16 Aramini), 11 Cominetti; 9 Bondi. A disposizione: 12 Lerario, 13 Ghidini, 14 Domenichetti, 15 Repetto, 17 Guasconi, 18 Monopoli, 19 Di Palma, 20 Chimenti. Allenatore: Guaraldo.
CALCIO DERTHONA (4-4-2): 1 Murriero; 23 Moretti (15’ st 29 Mutti), 5 Moretto, 17 Mazzocca, 8 De Santis (1’ st 16 Gallo); 24 Monteleone (20’ st 19 Busatta), 14 Speranza (34’ pt 4 Giordano), 21 Echimov, 6 Barcella; 7 Di Fiore (37’ st 2 Manzati), 27 Personè. A disposizione: 22 Paioli, 13 Surace, 26 Rabuffi, 30 Gugliada. Allenatore: Ascoli.

ARBITRO: De Capua di Nola. Assistenti: Croce di Nocera Inferiore e Conte di Napoli.

MARCATORI: 14’ st Allodi (Ov), 23’ st Mutti (CD).

NOTE: Giornata: soleggiata, primaverile, ventilata. Terreno: in buone condizioni. Ammoniti: nessuno (OV); Echimov, Murriero, De Santis (CD). Espulsi: nessuno. Angoli: 11-2 per l’OltrepoVoghera. Recupero: pt 1', st 3'. Spettatori: 500 circa.

Dopo la vittoria pre-pasquale sul campo della Varesina (firmata Cominetti), non sono arrivati i tre punti pieni con il quasi retrocesso Calcio Derthona che, al Parisi, dopo aver incassato il terzo centro in campionato del difensore Francesco Allodi, si è messo a giocare, uscendo dal guscio, beneficiando anche dei cambi ripetuti di mister Ascoli, disponendosi con un 4-3-3 spavaldo e offensivo, nel tentativo, magari, di fare il colpo grosso. Ma se la formazione piemontese è uscita con un punto (meritato ma solo per come ha giocato dopo lo 0-1) da Voghera, deve tutto o quasi al suo numero uno (numero 1 in tutti i sensi), il vogherese d’azione, Marco Murriero (classe 1983), esperto portiere di categoria, che dopo la gara di strada per tornare a casa ne ha fatta davvero poca, abitando a poche centinaia di metri dallo stadio di via Facchinetti. In campo, invece, di parate ne ha compiute tante, e per gran parte, sono state tutte decisive o quasi. L’ultima, poi, al 90’, su colpo di testa ravvicinato di capitan Di Placido, ha fatto scattare anche i complimenti di alcuni giocatori dell’OltrepoVoghera, uno dei quali proprio Francesco Allodi, che lo aveva invece trafitto di testa, nell’azione nata da un calcio d’angolo (degli 11 battuti alla fine dai rossoneri).

Il gol dell’OltrepoVoghera (strameritato per il gioco espresso e la costanza di attaccare sin dal primo minuto) è arrivato nella ripresa, al minuto n. 14. Lo ha segnato di testa Allodi che ha sfruttato alla perfezione un cross di destro di Bertelli dal settore di destra. Un gol che aveva sancito la superiorità territoriale, mai messa in discussione sino a quel momento e le tante occasioni create e sventate dalle parate di un super Murriero. Una rete l’aveva segnata anche capitan Di Placido nel primo tempo, ma era stata annullata per fuorigioco, ai più parso esserci. L’OltrepoVoghera ci ha provato sempre, spendendo anche molto, mentalmente e anche con le gambe. Infatti dopo aver incassato l’1-1 (gran giocata balista del giovanissimo Mutti, classe 2000), è parso che la squadra avesse ben poco ancora da spendere. Trascorsi invece qualche minuto di naturale contraccolpo per aver incassato l’1-1, l’OltrepoVoghera si è rimesso a macinare gioco, attaccando da ogni lato del campo, nel tentativo di andare a trovare il 2-1. Sfiorato clamorosamente con Di Placido di testa al 90’.

Sulla traiettoria quasi a tu per tu con il portiere, Murriero è stato davvero grande, respingendo con tanto istinto. Sul fronte opposto, pomeriggio di assoluta tranquillità per il tortonese Cizza che, gol a parte, non ha in pratica dovuto mai intervenire se non con qualche uscita e qualche intervento di ordinaria amministrazione. A quattro giocate dalla fine, l’OltrepoVoghera, da quota 41, conserva un margine di vantaggio di quattro lunghezze sulla Varesina, prima squadra della griglia dei playout, che ha 37 punti, grazie al pareggio ottenuto nello scontro diretto sul campo dell’Olginatese. A 42 resta il Borgaro (2-2 con il Pavia) e dietro a quota 40 ben tre compagini (Arconatese corsara a Inveruno, Pavia e Olginatese). Situazione come sempre incerta e tante compagni coinvolte nella bagarre per ottenere la salvezza diretta evitando i playout. Il Calcio Derthona retrocede invece matematicamente in Eccellenza.

CIAO LOLE – Lutto al braccio, minuto di raccoglimento e un lungo e sincero applauso. Così l’OltrepoVoghera e lo stadio Parisi hanno salutato per l’ultima volta Pier Antonio Chiesa “Lole”, 61 anni, segretario amministrativo rossonero, scomparso per un male incurabile nel giorno di Pasquetta (2 aprile 2018). Alla famiglia, in particolare alla mamma Delia, alla moglie Carla e al figlio Nicolò, anche lui collaboratore rossonero, un forte abbraccio da parte di tutto il popolo rossonero.

SEMPRE CON L’ALBERO – Mister Guaraldo conferma, anche con il Calcio Derthona, il suo 4-3-2-1 (modulo ad albero di Natale). Con Cizza (97) tra i pali, difesa a quattro composta dagli esterni Colombini (97) a destra e Bettoni a sinistra, i centrali Allodi e capitan Di Placido. A metà campo interno di destra Bertelli (00) e di sinistra Maione (98), regista Duca (97). Più avanzati Cominetti (98) e Coccu, con Bondi (97) punta più avanzata.

LEONCELLI QUASI GIU’, ANZI GIU' – La matematica certezza della definitiva condanna alla retrocessione in Eccellenza, il Calcio Derthona, l'apprende a fine gara, quando da Castellazzo Bormida arriva la notizia del 3-1 del seregno che salendo a 35 punti, si porta a +13 sul leoncelli che invece di punti ne hanno alla fine 22 e con solo quattro gare da giocare e 12 punti a disposizione, non c'è proprio più nulla da fare. Lontano dallo stadio Coppi, i leoncelli affidati dalla 15^ giornata di andata a mister Nicola Ascoli (al posto dell’esonerato Fabio Visca, tra l’altro ex tecnico dell’OltrepoVoghera al primo anno di Eccellenza e di serie D), hanno ottenuto solo 6 punti contro i 15 casalinghi, segnando 9 reti (10 in casa) e subendone 29 (contro i 21 casalinghi). In trasferta il Calcio Derthona ha perso 12 volte, pareggiando in 3 occasioni (Caronnese, Inveruno, Folgore Caratese) e vincendo una sola volta, alla 24^ giornata, sul campo dell’Arconatese (0-1). L’ultimo risultato utile quello di giovedì 29 aprile (turno infrasettimanale pre-pasquale) quando i bianconeri hanno superato al Coppi il Borgaro per 2-0.

SI PARTE – Nell’arco dei primi 3’ minuti di gioco ben quattro i calci d’angolo conquistati dall’OltrepoVoghera che è andato alla conclusione dentro l’area con Coccu e poi con Di Placido. Parte con l’approccio giusto l’OltrepoVoghera. Pressa alta la squadra di mister Guaraldo per l’occasione in completa tenuta bianca. Calcio Derthona tutto in nero e senza gli infortunati Rebecchi (oltrepadano di Calvignano) e Solinas, costretti a sedersi in tribuna. Leoncelli in campo con il 4-4-2 (che poi in corso di gara diventa 3-5-2 e 4-3-3). Al minuto 8’ crossa Bettoni dalla sinistra, Cominetti allunga da dentro l’area con un tocco di destro, sfera che termina direttamente sul fondo. Al 10’ traversone da quasi fondo campo di Cominetti, facile in uscita Murriero. Al 21’ allungo di Bettoni per Cominetti, cross dal fondo sul primo palo, esce Murriero e fa sua la sfera. Al 23’ insiste l’OltrepoVoghera con un affondo di Maione che entra in area a sinistra, poi va sul fondo e con un tiro-cross impegna Murriero in calcio d’angolo. Al 25’ Bondi (spinto alle spalle) gira di testa, spalle alla porta, un pallone che risulta alto sopra la traversa. Al 28’ punizione per i rossoneri (conquistata da Bertelli), battuta a sorpresa da Bettoni con il sinistro a giro, palla alta sopra la traversa. Al 27’ punizione da fuori area.

CAMBI TATTICI - Intorno alla mezz’ora mister Ascoli inverte la posizione di alcuni centrocampisti, con Ekimov e Barcella che diventano esterni, Speranza e Monteleone che invece agiscono da centrali. Al 33’ Duca salta tre uomini e poi lancia in profondità Cominetti, Murriero esce fuori dall’area, va a terra, poi tocca la palla anche con le mani, ma in maniera non strettamente intenzionale. “Solo” ammonito e punizione per l’OltrepoVoghera. Batte Duca, segna di testa Di Placido ma in posizione di fuorigioco (sale bene la linea difensiva dei bianconeri) e così il capitano dei rossoneri si trova al di la di tutti. Al 35’ il Calcio Derthona fa un cambio tattico: fuori l’ex Speranza, dentro il centrale Giordano. Si modifica il modulo: da 4-4-2 diventa 3-5-2. Al 38’ allungo in area di Bertelli che va sin sul fondo, poi calcia in mezzo, ma la palla aveva già superato del tutto la linea dell’out. Ancora l’OltrepoVoghera (38’). Palla sulla sinistra dentro l’area crossata da Maione, Coccu in corsa a centro area prova il colpo di tacco, sfera respinta. Al 41’ ancora Di Placido di testa ma ancora in fuorigioco (questa volta molto dubbio). Palla comunque sul fondo. Altra occasione sfumata per l’OltrepoVoghera. Solo 1’ di recupero. Squadre negli spogliatoi. Gara in pratica a senso unico, giocata sempre in avanti dall’OltrepoVoghera che crea, anche se non tantissimo, segna un gol in fuorigioco, ma non passa. E’ sempre nulla di fatto.

RIPRESA – Ancora l’OltrepoVoghera in attacco. Conclude Bondi (1’), con Murriero in due tempi. Secondo cambio nelle file tortonesi. Entra il giovane Gallo (all’esordio assoluto) al posto di De Santis. Resta il 3-5-2. Gara a senso unico anche nella ripresa? Vedremo. Al minuto 8’ brivido nell’area di rigore dell’OltrepoVoghera con Monteleone che non riesce da terra a concludere verso la porta di Cizza. Al 5’ ci prova Colombini dalla destra, spizzica di testa Bettoni, palla sempre sul fondo. Al 13’ Bondi fa gridare al gol. Il suo destro da fuori area obbliga Murriero alla deviazione sul palo più lontano, con palla messa in angolo.

ALLODI GOL – Sull’azione che si sviluppa dal settimo angolo battuto dall’OltrepoVoghera, arriva (finalmente) la rete del vantaggio rossonero (14’). Palla lavorata a metà campo da Maione, quindi Bertelli che va al cross di destro. Palla tesa in area, dove salta benissimo Allodi che timbra il suo terzo gol in campionato. OltrepoVoghera 1, Calcio Derthona 0.

MUTTI PARI – Trascorrono pochi minuti (23’) e il giovane talento Mutti (classe 2000, subentrato dalla panchina) segna un gol bellissimo con un sinistro quasi al volo da fuori area, su una palla però assolutamente mal gestita in fase di rilancio e di ribattuta dalla difesa oltrepadana. Così il Calcio Derthona trova il pareggio nell’unica vera occasione sin lì creata.

SUPER MURRIERO – L’OltrepoVoghera, scosso dal pari del Calcio Derthona (che dopo i 5 cambi ora è sul terreno di gioco con un 4-3-3 molto offensivo), ci prova ancora. Al 36’ destro a giro da fuori di Maione, Murriero in due tempi, poi Bertelli prova a tenere in campo la palla (sarebbe stato calcio d’angolo) invece la perde e così se ne va un’altra opportunità. L’impressione è che l’OltrepoVoghera, avendo speso molto, sia un po’ spento e anche stanco. Al 45’ salva ancora una volta uno straordinario Murriero (nuovamente decisivo) su colpo di testa ravvicinato di capitan Di Placido. Insiste nuovamente l’OltrepoVoghera che prova il forcing finale. Solo 3’ di recupero. Ci sono ancora due punizioni. Una da sinistra e una da destra, ma nessun giocatore rossonero riesce più a far breccia. Così finisce 1-1. Peccato. I tre punti avrebbero spianato ancora di più la strada verso la salvezza diretta.

VERDETTO - Il pareggio non basta invece al Calcio Derthona per tenere accese le residue speranze. Il 3-1 del Seregno contro il Castellazzo, condanna i leoncelli alla retrocessione in Eccellenza con quattro giornate di anticipo.

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS E LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL'OLTREPO A "IL PERIODICO NEWS" , ALL'INDIRIZZO MAIL : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  1. Primo piano
  2. Popolari