Sabato, 20 Luglio 2019

OLTREPÒ PAVESE - RALLY DEL CIOCCO: “OFF” PER IL CASTEGGIANO SCATTOLON E “ON” PER LO STRADELLINO NICELLI

Con la disputa del 42°Rally Il Ciocco e Valle del Serchio, si é vissuto nel penultimo week end di marzo un emozionante avvio di stagione del Campionato Italiano Rally, dove al termine di una lunga lotta sul filo dei secondi, a vincere sono stati Giandomenico Basso e Lorenzo Granai, con la Skoda Fabia R5. è stata una gara che sembrava nelle mani di  Andrea Crugnola e Pietro Ometto con la Volkswagen Polo R5, vincitori di 7 prove speciali, prima di fermarsi, per problemi all’idroguida, sull’undicesima delle 15 in programma. Secondi assoluti hanno così chiuso Simone Campedelli e Tania Canton con la Ford Fiesta R5 di Orange1 Racing e M-Sport, mentre completa il podio il pordenonese Luca Rossetti con Eleonora Mori, che guadagna un primo importante risultato nel tricolore per Citroen Italia con la C3 R5. C’erano grandi aspettative per gli oltrepadani Giacomo Scattolon e Matteo Nobili su Skoda Fabia R5, con cui hanno ottenuto il terzo tempo assoluto in condominio con il finlandese Emil Lindholm con la Hyundai I20 R5 sulla prova d’apertura. Ma una serie di problemi emersi nelle prove successive hanno portato il vogherese a dover assaporare l’amarezza del ritiro. Non hanno invece deluso le aspettative lo stradellino Davide Nicelli e il co-driver Alessandro Mattioda a bordo della  Peugeot 208 del team By Bianchi, impegnati nel trofeo Peugeot e nel 2 ruote motrici. Dopo un inizio di gara non facile, che li ha visti occupare le posizioni di metà classifica, con un crescendo rossiniano, sono riusciti ad imporsi nel Trofeo riservato alle vetture della Casa del leone e al terzo posto tra le 2 ruote motrici. «Torniamo a casa con un buon risultato – ha detto Nicelli - era importante per noi partire bene sia per il morale che per il campionato. Siamo riusciti a mantenere per tutta la gara un buon passo non commettendo errori. Abbiamo sempre lottato con i migliori a pochi secondi uno dall’altro, questo è molto importante per me, perchè mi dà la carica per spingere sempre e continuare a migliorarmi e crescere». Oltre alla soddisfazione esternata per il risultato positivo ottenuto il questa gara d’apertura, un importante segno di sportività Davide Nicelli lo mostra quando nelle sue dichiarazioni post-gara dice: «Sicuramente la fortuna è stata dalla nostra parte perchè la posizione che ci saremmo meritati era la seconda di trofeo, ma sull’ultima prova, il nostro diretto avversario, Griso, che ci precedeva in classifica, ha avuto problemi e siamo riusciti a passare in testa. Anche questo fa parte delle corse ma nulla cancella i suoi meriti. Ora archiviamo  mentalmente il Ciocco e concentriamoci sull’immediato futuro perché tra pochi giorni tutto ricomincerà daccapo al Rally di Sanremo, gara sicuramente molto difficile, quindi, come si suole dire: testa bassa e lavorare».

 di Piero Ventura

Il-periodico-FASTCON Verde-Ferrari_mezza-01-copy-copia
  1. Primo piano
  2. Popolari