Lunedì, 25 Maggio 2020

OLTREPÒ PAVESE – SOLAMENTE 27 NUOVI CONTAGI IN PROVINCIA DI PAVIA, IERI ERANO STATI 107. IN ITALIA QUASI MILLE MORTI IN UN GIORNO. MAI COSÌ TANTI. QUASI 11MILA I GUARITI

Buone notizie per la Provincia di Pavia , sono in diminuzione in maniera importante il numero dei nuovi contagiati, ieri erano 107, oggi sono 27 per un totale di 1712 . Al Pronto Soccorso del Policlinico  San Matteo oggi sono stati il 30%  in meno rispetto a ieri .

Sono 10.950 le persone guarite in Italia dopo aver contratto il coronavirus, 589 in più di ieri. Il dato è stato reso noto dalla Protezione Civile. Ieri l'aumento dei guariti era stato di 999.

Per quanto riguarda il numero dei morti, sono 9.134 in Italia, con un aumento rispetto a ieri di 969. E' l'incremento più alto dall'inizio dell'emergenza. Giovedì l'aumento era stato di 662. 50 sono vittime relative a ieri e non conteggiate. Sono complessivamente 66.414 i malati.

Fontana: 'Penso sia iniziando la discesa'. "Sicuramente non sta crescendo la linea di contagi ma penso stia per iniziare la discesa": è quanto ha detto il governatore della Lombardia Attilio Fontana. "Anche oggi c'è stato un processamento di maggiori tamponi rispetto ai giorni precedenti - ha detto - e oggi si assiste a una riduzione del numero dei contagi. La cosa ci fa piacere ma è la dimostrazione che evidentemente bisogna fare la media di almeno 5 giorni per avere una visione, la visione ci conferma che quello di ieri è stato determinato da situazione assolutamente particolare". Ieri è stato un giorno difficile per la Lombardia con 34.889 le persone positive al coronavirus, con un aumento di 2.543 casi in un giorno, mentre i decessi sono arrivati a 4.861, con un aumento di 387 vittime. "Ho avuto un brevissimo colloquio sia con Cajazzo che con Bertolaso, entrambi sono in fase di miglioramento, stabili nel miglioramento. Erano entrambi su di morale, le loro condizioni sono assolutamente sotto controllo e, ripeto, in miglioramento": lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, commentando le condizioni di Guido Bertolaso e di Luigi Cajazzo, direttore generale dell'assessorato al Welfare della Lombardia, entrambi positivi. L'ospedale che verrà allestito all'interno della fiera di Milano "non subirà alcun tipo di rallentamento circa l'inaugurazione. La previsione è che all'inizio della prossima settimana ci sia l'inaugurazione stessa" ha detto il governatore della Lombardia.

Autorizzati in Italia i farmaci antimalarici - A base di clorochina e idrossiclorochina sono a totale carico del Servizio Sanitario Nazionale per il trattamento dei pazienti affetti da infezione da Sars-CoV2.  Si legge nella Gazzetta Ufficiale. Autorizzate inoltre per lo stesso uso le combinazioni dei farmaci anti-Aids lopinavir/ritonavir, danuravir/cobicistat, darunavir, ritonavir, anche queste a totale carico del Servizio Sanitario Nazionale.

L'Oms sostiene che la popolazione ha bisogno di più "servizi domiciliari che bisogna garantire, anche da parte degli psicologi". Fuori dagli ospedali e dagli isolamenti domestici, restano le insidie negli inevitabili punti di aggregazione nelle strade, che espongono al rischio di nuovi contagi. Per questo restano capillari i controlli della temperatura delle persone in porti e aeroporti, anche se viene categoricamente esclusa al momento la possibilità di allargare la misura alle stazioni: sarebbe "oltre modo onerosa rispetto a quello che sarebbe poi l'effettivo riscontro", spiega il direttore dell'ufficio emergenze della Protezione Civile, Luigi D'Angelo. E prosegue un po' ovunque l'opera di sanificazione, che potrebbe essere ampliata con "interventi massicci nella pulizia delle strade".

  1. Primo piano
  2. Popolari