LA MINORANZA DI PINAROLOSEITU: PREDISSESTO ECONOMICO-FINANZIARIO DEL COMUNE DI PINAROLO PO

94

La minoranza della lista PinaraloSeiTu, con un comunicato stampa sottolinea come la situazione economica delle casse del comune di Pinarolo Po siano in situazione critica. “Nell’ultimo Consiglio Comunale, il Sindaco ha esternato le sue preoccupazioni sull’attuale stato finanziario di questa amministrazione, che non è grave ma gravissimo – scrive la nota stampa di PinaroloSeiTu – però ha subito affermato che tutti i suoi Amministratori non si sono ricandidati nel 2019 per dare oggi le dimissioni, ma per continuare a dirigere e confermare il loro metodo di amministrare… Le dichiarazioni di voto del gruppo di opposizione PINAROLOSEITU, esposte durante il Consiglio Comunale del 6 Agosto 2020, che trattava il Bilancio consuntivo di questa Amministrazione per l’anno 2019, è la dimostrazione che il nostro allarmismo, durante la campagna elettorale 2019 non era fasullo, anzi… Infatti durante il Consiglio Comunale è emerso che questo Comune è in situazione di pre-dissesto, addirittura allertato anche dalla Corte dei Conti che con note e richiami scritti impone a questa Amministrazione un vero cambiamento di rotta oppure si chiude…

Alcuni passi tratti dalla relazione inviata al nostro Comune dalla Corte dei Conti:

• Gestione della liquidità- Reiterato ricorso all’anticipazione di tesoreria ….omissis… In sede istruttoria è stato rilevato il reiterato ricorso, da parte dell’Ente, all’anticipazione di tesoreria per importi elevati e per la quasi totalità degli esercizi… …omissis… ha evidenziato “una situazione di FORTE SQUILIBRIO della gestione di cassa”…

• Indebitamento ….omissis… In sede istruttoria è stata rilevata l’omessa riduzione della spesa per indebitamento e l’inefficacia delle misure attuate per monitorare il costo del debito… omissis… assoluta necessità di NON aumentare l’indebitamento ma di

RIDURRE l’indebitamento già esistente”… ….omissis… Alla luce delle considerazioni sopra riportate, si ritiene che per la situazione contabile-finanziaria del Comune di Pinarolo Po… possono sussistere squilibri strutturali tali da provocare il dissesto finanziario… ….omissis… si invita l’Ente ad agire tempestivamente e fare ricorso alle procedure di cui all’art. 243-bis del T.U.E.L.

Per vostra conoscenza informiamo: L’Art. 243-bis prevede un’apposita procedura di Riequilibrio finanziario pluriennale per gli Enti in situazioni di dissesto finanziario (come indicato nella nostra dichiarazione di voto). “Dovrebbe” servire ad evitare la procedura di dissesto.

Cari Cittadini, i nostri punti di vista sulla criticità finanziaria di questo Comune sono più volte stati denunciati con volantini e comunicati, esposti anche nella bacheca ufficiale, dove voi cittadini avete potuto leggere e commentare. Ora questa nostra Amministrazione ha dovuto prendere atto che la situazione finanziaria rasenta il dissesto e può diventare non più controllabile. Infatti con delibera di Giunta n. 34, del 25/06/2020, chiede aiuto alla Cassa Depositi e Prestiti per ottenere una anticipazione di liquidità di ben € 898.222,38 onde sanare debiti per fatture maturate negli anni 2015-2019.

Tutte le fatture sono relative a somministrazioni, forniture, appalti e a obbligazioni per prestazioni professionali (quindi debiti) che alla data del 31/12/2019 non sono stati pagati.

Il significato di questa frase: Anticipazioni di Liquidità ai sensi dell’art. 116, del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, è semplicemente il “modo” che l’attuale Governo, approfittando degli stanziamenti pro COVID-19, permette alle Amministrazioni in gravi sofferenze, cioè con tanti debiti da pagare, di ricorrere a questa formula, che espressamente significa “…ti permetto di fare un debito grosso (Anticipazioni) per pagare subito i tuoi tanti piccoli vecchi debiti”.

E’ vero che non stai facendo nuovi debiti ma, se non vuoi avere continuamente chi ti chiede i pagamenti di fatture arretrate e desideri governare non con il fiato sospeso, ti concedo queste “Anticipazioni”. E così le Amministrazioni future di Pinarolo Po si troveranno un balzello da pagare, rateizzato in 30 anni, del valore di € 898.222,38 (+ 1,226% interessi).

PINAROLOSEITU non approva il ricorso al finanziamento che questa Giunta ha deciso di chiedere, in quanto la causa è dovuta al fatto che il Comune non è stato capace e non ha fatto i passi giusti per incassare a suo tempo le imposte dai contribuenti (IMU, TASI, TARI, ecc,). Infatti ha cancellato/depennato RESIDUI ATTIVI per € 2.113.880,84. Noi saremo comunque contenti quando, con queste anticipazioni, tutti gli Artigiani, Imprese, Commercianti si vedranno finalmente saldate tutte le loro vecchie fatture, per forniture o lavori eseguiti per il Comune di Pinarolo negli ultimi 5 anni.

Questa Amministrazione ha rinegoziato Mutui per un totale di € 2.947.407,96 con interessi che comportano un esborso annuale (fino al 2044) per oltre € 380.000, ai quali andranno aggiunti altri € 30.000,00 + interessi (se verrà concesso anche il nuovo rifinanziamento).

Un pensiero: se negli ultimi anni i debiti per fatture non pagate è stato in continuo aumento, come sarà il nostro prossimo futuro, visto che non ci sono previsioni economiche per nuove “Entrate” da permettere di far fronte ai nuovi impegni finanziari visto che aliquote comunali sono già al massimo?

DICHIARAZIONE DI VOTO del punto 3 all’OdG del Consiglio Comunale del 6/8/2020  – I componenti la lista PINAROLOSEITU esprimono VOTO CONTRARIO al Punto 3 dell’OdG alla Relazione sul Rendiconto al 31/12/2019, con le seguenti motivazioni:

1) Non siamo stati interpellati da questa Amministrazione durante la gestione 2019 nemmeno una volta, su alcun problema, anche se abbiamo dato spazio alla nostra disponibilità.

2) Sono stati cancellati RESIDUI ATTIVI per € 2.113.880,84 – come riportato nella DdG pubblicata il 24/07/2020 e relativi a crediti non incassati nonostante tutti i moniti dei Revisori dei Conti che consigliavano il Comune di provvedere, stante la situazione deficitaria dell’Ente.

3) Sono state stilate due Relazioni: la prima portava un disavanzo di -119.934,40 € ed un risultato negativo di €1.056.265,91; la seconda, dopo aver reinserito oltre 300 mila euro di residui attivi ed altri correttivi, porta un avanzo di + 96.786,13€ ed un risultato negativo di €796.559,50.

4) Nel prospetto relativo alla composizione del risultato di Amministrazione appare un negativo di euro 4.011.058,08 che dovrà essere indicato tra le spese del bilancio di previsione come DISAVANZO DA RIPIANARE. Quando mai si riuscirà a ripianarlo tenendo conto che le entrate previste per i titoli 1 – 2 – 3 per gli anni 2020 e 2021 ammontano a circa 1.490.000 euro all’anno?

5) Un incremento dei debiti per Mutui e Prestiti dovuto al ricorso ad un nuovo prestito trentennale della Cassa DD ed PP di 898 mila euro, pur ad un tasso favorevole, per far fronte al pagamento di parte dei debiti al 31/12/2019. Il totale dei debiti per mutui e prestiti sale oltre €3.800.000 ed un impegno finanziario per quote di capitale +interessi di oltre 410 mila euro annui.

6) Il totale dei residui passivi ammontano a: €2.351.866,17 in continuo incremento.

7) Il Revisore dei Conti ha dato giudizio positivo nell’intesa che si provveda senza ulteriore indugio a un piano di Riequilibrio finanziario.

8) Il ricorso alla procedura di riequilibrio finanziario pluriennale di cui al punto 3 dell’OdG è un tentativo di risanamento nel quale NON CREDIAMO. Per tutto quanto sopra il nostro giudizio di voto al punto 3 dell’OdG è NEGATIVO.

DICHIARAZIONE DI VOTO sul punto 4 del Consiglio Comunale del 6/8/2020 – Secondo noi di PINAROLOSEITU, cari colleghi consiglieri, questo Punto 4 all’OdG è il punto più importante di questo Consiglio Comunale. Contiene infatti specifiche indicazioni da seguire per salvaguardare (di fatto) questo Comune dal dissesto finanziario incombente, per cui queste direttive indicate risultano essere urgenti e indifferibili, e mirano al ripristino degli equilibri generali di Bilancio.

Abbiamo letto tra i documenti ricevuti, la Convenzione tra il Comune di Pinarolo e la Lega dei Comuni di Pavia, la quale dovrebbe aiutarci (compenso di 16.000€ per 2 anni) e seguirci nel cammino qualora questa sera, venisse approvata la proposta di Approvazione del Piano di Riequilibrio – ex Art. 243/bis T.U.E.L.

L’Art. 243/bis prevede un’apposita procedura di Riequilibrio finanziario pluriennale per gli Enti in situazioni di dissesto finanziario. “Dovrebbe” servire ad evitare la procedura di dissesto.

Importante sapere che dal punto di vista tecnico e dal punto di vista di convenienza economica ricorrere al piano di riequilibrio finanziario è di più difficile applicazione rispetto al ricorso al dissesto. Queste parole non le dice qui la Minoranza di questo CC, lo scrive il Decreto legge 10 ottobre 2012, n. 174, e lo si legge bene ed evidenziato, nella Nota già inviata a questo Comune dalla Corte dei Conti – Sezione controlli Lombardia n. 75/2020 del 27/5/2020.

Quindi la scelta importante è:

– ricorrere alla fase di Riequilibrio, pieno di concrete difficoltà, lungo negli anni e più costoso per i cittadini oppure

– prendere in considerazione la dichiarazione di dissesto finanziario, che rispecchia la situazione reale. E questa scelta sembrerebbe anche più economica per i Pinarolesi. Tuttora non esistono sul territorio forme concrete o prevedibili per un immediato sviluppo economico locale, non si sono attuati strumenti e/o incentivi che attirassero industrie e artigiani, e nemmeno agevolazioni per ristrutturazione di vecchie case, magari senza tasse. ecc. Più volte la Minoranza ha segnalato in Consiglio Comunale, dubbi sulle presunte irregolarità nella gestione dei Bilanci, come anche richiama la Corte dei Conti in Adunanza Pubblica del 9 ottobre 2019 al Punto 9 – lettera A.

La poca chiarezza sul pagamento di fatture della Broni-Stradella spa e Pubblica, dei parziali pagamenti verso fornitori di servizi essenziali quali Mense scolastiche, Illuminazione pubblica e Trasporto alunni (per i quali gli utenti hanno comunque pagato le quote richieste), la inconsistenza in Bilancio per molte migliaia di euro dei Residui Attivi, la perplessità sulla gestione del Campo Giochi e Piscina pubblica per i quali non abbiamo mai avuto il Prospetto economico richiesto e sulle tardive restituzioni delle anticipazioni di cassa (peraltro richiamate anche dalla Corte dei Conti).

E la Minoranza? Non è stata mai interpellata e nemmeno informata !!! Ora bisogna scegliere la linea economica da proporre ai cittadini Pinarolesi. Tutti noi Consiglieri – conclude la nota stampa -questa sera abbiamo una scelta da fare, che deve essere la migliore e la meno gravosa per i cittadini. Quindi, per le motivazioni sopra riportate, il gruppo consiliare PINAROLOSEITU, esprime VOTO NEGATIVO al punto 4 dell’OdG di questo Consiglio Comunale”

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS E LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL’OLTREPÒ A “IL PERIODICO NEWS” , ALL’INDIRIZZO MAIL : COMUNICATI@ILPERIODICONEWS.IT