Giovedì, 12 Dicembre 2019

OLTREPÒ PAVESE – STRADE : REGIONE STANZIA 265MILA EURO PER FINANZIARE LAVORI IN 6 COMUNI

Sono 6 gli interventi finanziati dall'Assessorato alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile in Oltrepò Pavese, per un totale di euro 264.277.

Vanno dal consolidamento strutturale dei ponti alla riqualificazione degli incroci, dal completamento dei percorsi ciclopedonali alla sistemazione delle fermate del trasporto pubblico fino alla protezione di scarpate e declivi.

Nel dettaglio:

- Unione di Comuni Oltrepo Centrale (Corvino San Quirico, Mornico Losana, Oliva Gessi) intervento su via Don Orione (27.440 euro);

- Unione di Comuni lombarda Terre dei Malaspina, realizzazione e messa in sicurezza di percorsi e accessi alle fermate del trasporto pubblico da eseguirsi in Comune di Ponte Nizza-via Roma e Comune di Cecima loc. Casa Cucchi, (45.391 euro);

- Godiasco, interventi strategici finalizzati alla salvaguardia degli utenti deboli nei centri abitati e nelle frazioni (67.200 euro);

- Fortunago, messa in sicurezza di infrastrutture per la viabilità e opere connesse alla loro funzionalità: interventi in Fortunago e frazione S. Eusebio (54.326 euro);

- Portalbera, ripristino della viabilità comunale (39.820 euro);

- Zavattarello, messa in sicurezza e riqualificazione di infrastrutture per la mobilità comunale (30.100 euro).

Attraverso il bando per la messa in sicurezza delle strade, indirizzato specificamente ai piccoli Comuni, su iniziativa dell'assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi, Regione Lombardia ha erogato 5 milioni di euro per finanziare 109 interventi che vanno dal consolidamento strutturale dei ponti alla riqualificazione degli incroci, dal completamento dei percorsi ciclopedonali alla sistemazione delle fermate del trasporto pubblico fino alla protezione di scarpate e declivi.

SOSTEGNO CONCRETO AI PICCOLI COMUNI - "Il fondo straordinario - ha spiegato l'assessore Terzi - è stato pensato per aiutare fattivamente i Comuni sotto i 5.000 abitanti e le Unioni dei Comuni, tenendo conto che le piccole realtà spesso, in passato, sono state impossibilitate ad effettuare fondamentali lavori per la messa in sicurezza delle strade perché negli anni, sui loro bilanci, hanno inciso negativamente i tagli operati dai Governi precedenti e i vincoli di spesa. Misure come questa dimostrano l'attenzione di Regione Lombardia al tema, prioritario, della messa in sicurezza delle infrastrutture".

CONTRIBUTI REGIONALI - Il contributo erogato è pari al 70% del costo dell'opera. Erano finanziabili interventi fino a 100.000 euro, che salgono a 200.000 per quelli che riguardano ponti e cavalcavia: il valore minimo è 10.000 euro.

PROROGA DEI TERMINI - La Giunta regionale ha deliberato una riprogrammazione dei termini di conclusione dei lavori ammessi al finanziamento in oggetto e di realizzazione delle spese sostenute, e rideterminato le scadenze in ordine alla rendicontazione delle opere eseguite. "Ho scritto una lettera ai Comuni ammessi al bando - ha proseguito Terzi - per informarli di questa novità, in modo che i lavori in atto possano essere completati senza il timore di perdere il finanziamento". La nuova programmazione prevede la conclusione degli interventi e la realizzazione delle spese entro il 30 novembre 2019.

Leggi Il Periodico News - NOVEMBRE 2019

  1. Primo piano
  2. Popolari