MONTECALVO VERSIGGIA – CENTRO DEL PINOT NERO: AL VIA LA CATALOGAZIONE DEL MATERIALE STORICO E SCIENTIFICO

194

“Prosegue l’attività di valorizzazione del pregiato Pinot nero, una delle eccellenze dell’Oltrepò pavese. Il Centro del Pinot nero – costituitosi a Montecalvo Versiggia in Via Crocetta – si occupa di conservare, raccogliere e valorizzare le testimonianze delle tradizioni vitivinicole legate al Pinot nero. L’attività del Centro si arricchisce sempre di più e vuole diventare un vero e proprio punto di riferimento come centro di documentazione e produzione culturale. Tra i progetti in atto -comunica con una nota stampa il Centro del Pinot Nero – ha inoltre messo a frutto una importante collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore con sede di Piacenza, rendendo fruibili pubblicazioni inedite di carattere storico e scientifico sulla vitivinicoltura dell’Oltrepò Pavese, sia in italiano sia in lingua inglese. Il materiale bibliografico del Centro sarà inoltre inserito nel Catalogo Unico Pavese dell’Università di Pavia, grazie all’attività congiunta con l’Università Cattolica di Piacenza: si è svolto, infatti, un incontro operativo tra il professore Alberto Vercesi dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza e Paolo Nassi, responsabile del Servizio Biblioteca Digitale dell’Ateneo pavese per definire le linee guida per l’avvio del processo di catalogazione. In questo modo, grazie a tale piattaforma che mette in rete ben centocinquanta biblioteche della provincia di Pavia, l’intero materiale bibliografico sarà a disposizione di esperti e amatori, incrementando con nuovo slancio la valorizzazione di una delle più note eccellenze dell’Oltrepò pavese. L’impegno del Centro del Pinot nero è oggi consultabile sul sito internet terredelpinotnero.it, che riunisce tutti i comuni produttori e racconta l’impegno del Centro, l’origine e la storia di tale vino: dall’avvio della spumantizzazione sino ai riconoscimenti “Oltrepò Pavese Spumante Metodo Classico” come tipologia dellaDOC Oltrepò Pavese e, nel 2007, della denominazione Oltrepò Pavese Metodo Classico vino Spumante DOCG bianco e rosato e, ancora, nel 2011, della DOC Pinot nero dell’Oltrepò Pavese, vino doc rosso.”

NOTA – QUESTO TESTO È STATO PUBBLICATO INTEGRALMENTE COME CONTRIBUTO ESTERNO. QUESTO CONTENUTO NON È PERTANTO UN ARTICOLO PRODOTTO DALLA REDAZIONE DE: “IL PERIODICO OLTREPÒ”

Articolo precedenteVOGHERA – PER I PROSSIMI 5 ANNI SARÀ MAURIZIO CUZZOLI IL DIRETTORE GENERALE DI ASM
Articolo successivoVOGHERA OLTREPO SOLIDALE ABBRACCIA LA SOLIDARIETÀ CON TIGOTÀ