Montù Beccaria – Lardini: “Oltre all’esperienza dei veterani, non manca l’entusiasmo e l’esuberanza dei giovani”

197

Mary Albina Lardini, attuale vicesindaco di Montù rappresenta la continuità con la precedente amministrazione, è appoggiata infatti dall’uscente Quaroni nel ruolo di candidato consigliere.

Lardini Ci presenti la squadra che scenderà al suo fianco alle elezioni del 3 e 4 ottobre «La mia squadra è composta da persone di alto profilo, sia per esperienza amministrativa, che culturale, impegnate in vari settori lavorativi che le arricchiscono di un composito e variegato bagaglio di conoscenze. Oltre all’esperienza dei veterani, non manca l’entusiasmo e l’esuberanza dei giovani che è da stimolo per cercare sempre nuove vie di miglioramento. Amedeo Quaroni, capolista, attuale sindaco, in carica dal 2006, il suo operato parla per lui. Possiede una conoscenza della cosa pubblica che pochi possono vantare. In tutti questi anni si è impegnato a fondo per migliorare la qualità della vita del nostro paese. Laura Dapiaggi, ha un amore smoderato per gli animali. In questi cinque anni si è preoccupata di trovare un rifugio per cani e gatti in difficoltà, Gianfranco Delmonte, è stato assessore dal 2004 al 2016, accumulando grande esperienza amministrativa, Barbara Pozzi, capogruppo consiliare e presidentessa del Complesso Bandistico Montuese, Ernestino Roveda, per noi montuesi Tino, il nostro consigliere anziano, gestisce in modo egregio la sua azienda agricola, Davide Cesare Vercesi, responsabile commerciale dell’area nord-ovest del Consorzio Terre Padane, Paolo Vercesi, è stato assessore comunale dal 2006 al 2011, imprenditore agricolo. Oltre a questi della “vecchia” guardia, i nuovi candidati sono: Jacopo Belcredi, il più giovane della squadra, tecnico informatico. La sua intenzione sarebbe di modernizzare e informatizzare la nostra amministrazione per avvicinarla al mondo dei giovani, Melania Fulceri, la quarta donna in lista. La quota rosa è rappresentata in toto. Avvocatessa con un curriculum vitae di tutto rispetto, Giuseppe Rizzeri consigliere della Pro Loco, ragazzo disponibile alle esigenze della comunità»

Quali sono le motivazioni che l’hanno spinta a metterci la faccia, per la prima volta, in prima persona? «è da anni che mi interesso della cosa pubblica, svolgendo prima il ruolo di consigliere, poi di assessore, e infine di vicesindaco del comune di Montù Beccaria. L’ho sempre fatto con passione, pensando al bene del paese. Oggi mi è stata proposta la candidatura alla carica di sindaca e l’ho accettata con un certa serenità anche perché sono sicura di avere alle spalle un gruppo fantastico, di persone capaci, che mi sostiene».

Qual è il “cavallo di battaglia” del vostro programma elettorale? «Non ci sono “cavalli di battaglia” in modo particolare. Ci sono tanti progetti a cui stiamo lavorando ed altri che sono in cantiere. I temi fondamentali rimangono il sociale, la scuola, la cura del patrimonio pubblico, l’ambiente e su tutti la ricerca per migliorare la qualità della vita del nostro paese».

Montù è un piccolo comune. A suo giudizio la partita si giocherà sui programmi elettorali o sulle persone? «La partita si giocherà su entrambe le cose. Il programma elettorale deve essere ricco di idee e di progetti, ma questi a loro volta, devono essere realizzabili e vicini alla realtà del paese. D’altro canto le qualità, l’esperienza, le capacità e la vicinanza alle persone e al territorio, da parte dei candidati, farà la differenza».

Qual è o quali sono le iniziative concrete che intende mettere in campo e quindi fattibili, “il giorno dopo” la sua eventuale elezione a primo cittadino? «Nei primi cento giorni prevediamo di ultimare la nuova palestra scolastica e di consegnarla ai ragazzi. Inoltre partiranno i lavori di completamento del Centro Sportivo di Marcadello, con la realizzazione di un locale adibito a bar/cucina/sala ristoro, già finanziati con fondi del GAL per 200mila euro. Un’attenzione particolare sarà data al miglioramento del servizio di raccolta rifiuti, grazie anche alla nuova governance insediatasi, della società incaricata del servizio. Si procederà, inoltre, alla realizzazione del progetto e all’inizio lavori del ponte sul Versa in località Casa Bianca».

Cosa chiedono e cosa si aspettano oggi i Montuesi dal loro futuro sindaco? «I Montuesi, come tutti i cittadini in generale, si aspettano di essere ascoltati e di ottenere soddisfazione alle loro legittime richieste, cercano il dialogo, la collaborazione e l’aiuto in caso di necessità, cose che non esiteremo a dare».

Cosa le fa pensare di essere il sindaco giusto per Montù e perché non lo sono i suoi “avversari”? «Questo lo lasciamo decidere ai cittadini Montuesi, persone sagge ed attente, che sapranno valutare con obbiettività e discernimento. Ancora una volta sapranno distinguere le favole dalla realtà».

di Manuele Riccardi

Articolo precedenteSan Damiano al Colle – Imondi: “Il percorso che ha portato alla mia candidatura è iniziato oltre tre anni fa”
Articolo successivoRovescala – Dellafiore: “Al mio fianco ci sono 10 persone giovani e dinamiche”