OLTREPÒ PAVESE – ANCORA MUSTI – DOPO IL RALLY DI SALSOMAGGIORE, FA SUO ANCHE QUELLO DI TORINO

117

Seconda uscita e secondo successo stagionale per Matteo Musti. Dopo la vittoria ottenuta lo scorso mese di agosto a Salsomaggiore con Fabio Fraschetta sulla Porsche p11 SC by Ova Corse, il driver vogherese torna sul gradino più alto del podio con la sorella Claudia nell’impegnativo rally piemontese. In questa occasione, Musti ha preceduto due pezzi da novanta quali Marco Bertinotti e Maurizio Pagella, tutti sula vettura di Stoccarda. Quarantasette equipaggi al via per questo suggestivo ritorno al passato giunto alla decima edizione.

Occhi ovviamente puntati sul terzetto formato dal vogherese Musti, dal biellese Bertinotti e il ligure Pagella, ma anche sul vogherese Ghezzi, sul quasi pavese Lo Presti, entrambi sulle 6 cilindri made in Ova Corse e sul sempre più convincente oltrepadano Cassinelli con la Bmw. Pronti, via! E sono subito Matteo e Claudia Musti ad assumere fin dai primi metri la leader ship dell’appuntamento torinese. Sulla Ps1 Monastero, i fratelli vogheresi precedono di 4”9 Bertinotti e addirittura di 19”4 Pagella.

Quarto è Alessandro Ghezzi con Agostino Benenti a 22”8. Cassinelli-Albertazzi sono noni preceduti dall’altra Bmw di Stasia-Ferraris e incalzati dalla Porsche di Lo Presti-Zanini. Sulla Mezzanile, seconda prova in programma, sono ancora Matteo e Claudia Musti a fare la voce grossa anche se per soli 4 decimi su Bertinotti che ora li segue in classifica con un distacco di 5”3. Ghezzi è 4° e Cassinelli 8°.

Sui quasi 15 chilometri della Lys, terza prova in programma, è ancora l’azzurra Porche dell’equipaggio pavese la più veloce di 3”8 sulla gialla vettura dei biellesi. Lo Presti segna il 6° tmpo davanti a Ghezzi, mentre Cassinelli è 11° si Giunge al Parco assistenza di Pianezza con questa situazione: 1° Musti (Porsche); 2° Bertinotti (Porsche) a 9”1, 3° Pagella (Porsche Carrera) a 57”7, 4° Stasia (BMW) a 1’07.3, 5° “MGM” a 1’11”6, 6° Ghezzi (Porsche) a 1’24”9, Lo Presti è 9° a 1’57”9 e Cassinelli 10° a 1’58”8.

La supremazia di Musti viene momentaneamente interrotta da Bertinotti sulla ripetizione della Monastero dove per altro il pavese della Porsche è staccato di soli due decimi. Lo Presti è quinto a 21” seguito da Ghezzi e Cassinelli. Bertinotti vince anche a Mezzenile ma Musti non si lascia sorprendere e contiene la sfuriata del piemontese in 3”7. Ghezzi è 5°, Lo Presti 7° e Cassinelli 8°. Ma ecco che, come ci si attendeva, a smorzare gli entusiasmi di Bartinotti e dei tifosi del biellese, arriva una prestazione maiuscola di Matteo e Claudia Musti che vincono con 16” di margine l’ultimo impegno al Col del Lis dove per altro dobbiamo segnalare il secondo tempo assoluto della Renault 5 di Michele e Lorenzo Griffa. La classifica finale del 10° Rally Storico Città di Torino vede quindi il successo di Matteo e Claudia Musti a bordo della Porsche 911 della scuderia Piloti Oltrepò. In seconda posizione staccati di 21”4 l’altra Porsche di Marco Bertinotti e Andrea Rondi mentre sul podio finale salgono in terza posizione Maurizio Pagella e Antonello Moncada a completare una prevedibile supremazia delle vetture di Stoccarda. Sempre su di una Porsche, Alessandro Ghezzi e Agostino Benenti chiudono nella top five con un quinto posto assoluto ottenendo il bronzo nella classifica di raggruppamento. Sesto posto e secondi classificati nella classe 3iGTS4 oltre 2000 per Beniamino Lo Presti e Paolo Zanini con la terza Porsche Ova i quali precedono nella generale Cassinelli-Albertazzi con la Bmw, vincitori di una categoria molto combattuta.

La gara molto tecnica, svoltasi su di un percorso altrettanto bello, è stata però preceduta da una viglia dedicata alle verifiche alquanto caotica, in cui la confusione, l’improvvisazione, e il pressapochismo accompagnato da regole alquanto discutibili hanno innervosito non poco i concorrenti.

di Piero Ventura