Oltrepò Pavese – Arriva da Milano il rilancio del Rally 4 Regioni

105

Per gli appassionati pavesi e non solo per loro, il Rally 4 Regioni è sacro. La storia, le cronache, le vicende, le avventure e anche le leggende che negli anni hanno avvolto di una certa magia questo rally, i cui splendori li ha vissuti dal 1971 al 1986, si raccontano ancora oggi tramandate da padre in figlio con immutato entusiasmo e nostalgia. Una nostalgia che spinse Rudy Dalpozzo a riproporlo nel 2011-12 e Aci Pavia dal 2015 al 2019. Poi, la pandemia, la crisi, i decreti, i protocolli, i look down e una certa saturazione nei promotori ne hanno impedito lo svolgimento nel 2020. Sembrava destinato a tornare in quel letargo che la prima volta durò un quarto di secolo, prima di essere destato. Ma la voglia di tenere in vita la manifestazione, specialmente in occasione del cinquantennale della nascita, ha fatto il miracolo ed ecco che all’orizzonte è apparsa la passione di Milano Rally Show con a capo Beniamino Lo Presti, conosciutissimo professionista milanese dai molteplici incarichi di prestigio e ottimo gentleman driver nel settore dei rally storici. Ma cos’è Milano Rally Show? è un team di professionisti, ciascuno esercente la propria attività in variegati ambiti professionali che, ispirato dalla “metafora del Calabrone“ (Secondo alcuni testi di aeronautica e talune impostazioni scientifiche, il calabrone, causa la sua superficie e struttura alare rispetto al peso, non potrebbe volare: accade che il calabrone non lo sa, e continua a volare), ha realizzato, per la prima volta nella gloriosa storia della Città di Milano, un evento motoristico, coinvolgendone i luoghi più suggestivi ed esclusivi quali: Castello Sforzesco, Piazza della Scala, Piazza Duomo, Piazza Gae Aulenti, etc. etc. etc. Ora la sua saggia follia è tesa al rilancio del Rally 4 Regioni. Oggi sono molti a chiedersi, cosa abbia spinto Milano Rally Show ad affrontare una simile avventura?

Lo abbiamo chiesto a Beniamino Lo Presti, amministratore unico del team. «Mi hanno spinto molti elementi – dice Lo Presti – Anzitutto la bellezza del 4 Regioni, la sua generale universale riconoscibilità. Dopo aver parlato con molti equipaggi e piloti, in modo particolare con “Lucky”, il quale mi ha spinto a considerare la possibilità di organizzare il 4 Regioni con ambizione significativa e spero anche concreta, io e i miei soci, Isabella Resta e Massimo De Stefano, abbiamo assunto la decisione di organizzare il 4 Regioni, ma con obiettivi di crescita. Anzitutto promuovere l’evento storico a livello internazionale, di cui abbiamo ottenuto il riconoscimento, perché il 4 Regioni è simbolo di storicità. Poi, abbinare alla gara internazionale delle storiche, un rally nazionale per auto moderne. A spronarci è arrivata anche la disponibilità di Regione Lombardia a considerare questa nostra iniziativa tra gli eventi sportivi del 2021 da supportare e sostenere. Non ultima, abbiamo avuto la piena disponibilità del sindaco di Salice Terme a far si che il Rally 4 Regioni ritornasse nei luoghi in cui è nato. Ma non è finita qui. Essendo io milanese d’adozione e adoro Milano con un amore vero, abbiamo altresì inserito un evento conclusivo del 4 Regioni proprio a Milano, ovvero, un Master Show in città in programma domenica 4 luglio, il quale, non solo farà ovviamente classifica a parte, ma sarà ad inviti. Questo Show è già iscritto a calendario come gara atipica sperimentale, alla quale potranno partecipare anche equipaggi che non hanno preso parte al 4 Regioni».

Chi sarà al suo fianco in questa avventura? «Tutte le modalità organizzative saranno in capo agli organizzatori di Milano Rally Show. Abbiamo inoltre la collaborazione del presidente di Aci Pavia, Marino Scabini, il quale, come legale rappresentante dell’Ente provinciale, svolgerà funzioni di alta rappresentanza e funzioni consulenziali. C’è poi Roberto “Rudy” Dalpozzo con la sua esperienza e due grandi amici: Giuseppe Fiori e Claudio Biglieri che a titolo personale, ci hanno offerto la loro collaborazione grazie all’affetto e alla stima reciproca che ci lega».

Torniamo al rally. Come sarà impostata tecnicamente la gara? «Sono previste 7 prove speciali per lo Storico e 6 per il Moderno e la Sport: Rocca Susella e Pozzol Groppo da percorrere due volte ciascuna e Oramala che verrà disputata tre volte dallo Storico e due da Moderno e Sport. Come detto, centro logistico della manifestazione sarà Salice Terme dove, oltre partenza e arrivo, ci saranno verifiche, Parco Assistenza, direzione gara etc. etc. etc.».

Insomma, nonostante il lungo periodo difficile che sta vivendo il Paese e con lui anche tutto lo sport, grazie a Milano Rally Show, si é pronti per fare ripartire la storia e celebrare con un evento di livello il cinquantennale della nascita di uno degli appuntamenti rallystici che hanno contribuito a scrivere pagine e pagine di vicende sportive non solo del nostro territorio.

di Piero Ventura

Articolo precedenteOltrepò Pavese – «Ci vogliono più piste ciclabili» lettera al Direttore
Articolo successivoVoghera – Riduzione dei posti letto per pazienti COVID all’Ospedale Civile