OLTREPÒ PAVESE – COVID-19: TRENO SANITARIO REALIZZATO DALLE OFFICINE FS DI VOGHERA

465

Ferrovie dello Stato Italiane ha dato un risposta all’emergenza sanitaria da Covid-19 adeguando infrastrutture e mezzi alle disposizioni governative. Il progetto del treno sanitario nasce dunque in circostanze di grande pressione e preoccupazione. Il tempo non giocava certo a favore e per velocizzare i tempi di realizzazione, l’intero programma è stato portato avanti presso le Officine FS di Voghera a stretto contatto con il personale sanitario, spesso direttamente sulle carrozze durante l’allestimento. Lo scambio di visioni e competenze ha permesso al Gruppo FS di realizzare un progetto dalle caratteristiche altamente innovative, un chiaro esempio di creazione di valore condiviso. All’interno delle tre carrozze che compongono il treno, infatti, il personale sanitario ha tutti gli strumenti a disposizione per assistere i pazienti: 21 postazioni di terapia intensiva, barelle a bio-contenimento, erogatori di ossigeno ed apparecchiature per la rianimazione da utilizzarsi sia in stazione che durante il trasporto da un luogo all’altro. Il convoglio speciale è stato ideato per permettere anche una grande flessibilità nel suo utilizzo. La completa autonomia energetica e l’assenza di limitazione alla circolazione, infatti, sono le caratteristiche fondamentali che misurano una risposta decisa ed adeguata, quella che chiedeva il Paese. Quest’opera non avrebbe mai visto la luce senza il coraggio e la determinazione di tutte quelle persone che hanno reagito alla crisi sanitaria con grande spirito di iniziativa e collaborazione: “È stato un lavoro di squadra che ci ha visito impegnati, senza sosta, al servizio del Paese con passione ed orgoglio, per affrontare l’emergenza con resilienza trovando soluzioni innovative a necessità straordinarie”.