OLTREPÒ PAVESE – ENDURO, «PIÙ CONTROLLI E MENO TOLLERANZA» lettera al Direttore

176

Egregio Direttore, nonostante il giornale da Lei diretto abbia sempre dato ampio spazio agli amanti dell’enduro, le scrivo sperando che il tema di cui parlerò sia preso in considerazione, visto che pochi ascoltano. C’è un fenomeno che in Oltrepò sta dilagando e che viene preso sottogamba: mi riferisco alla pratica dell’enduro nelle nostre colline, nei nostri boschi e nei nostri sentieri. Le nostre colline sono invase dalle moto, in particolar modo i monti dell’Alta Valle Staffora: squadriglie di motociclisti si vedono passare su per i sentieri, in barba ai divieti. Al Brallo si sentono le moto che passano, sembrano apparentemente motoseghe che tagliano alberi, ma le motoseghe non continuano ad allontanarsi ed avvicinarsi in brevi lassi di tempo. Siamo alla frutta! Questo fenomeno è irrispettoso sia per le le nostre colline, sia per i poveri animali, sia per le persone che cercano un po’ di pace, sia per chi mantiene i sentieri. Per non parlare della pericolosità della cosa! Bisogna essere pronti a scansarsi velocemente per non essere investiti! Chiedo quindi più controlli e meno tolleranza riguardo a questo fenomeno che nel corso degli anni non ha fatto altro che aumentare sempre più. Grazie dell’attenzione.

Claudio Masanta – Voghera”

Foto di repertorio – INVIATE LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL’OLTREPÒ A “IL PERIODICO NEWS” , ALL’INDIRIZZO MAIL : DIRETTORE@ILPERIODICONEWS.IT