Oltrepò Pavese – Greenway «Una grande opera incompiuta, pensata male e realizzata peggio» Lettera al Direttore

450

“Signor Direttore, ogni giorno e sempre più spesso, soprattutto sui social, ci sono post di denuncia sulla pista ciclabile Voghera-Varzi (chissà poi chiamarla greenway quando è un nastro di asfalto?). Pista che nel primo tratto, quello da Voghera a Salice, dimostra già tutti i segni della vecchia e purtroppo anche il tratto Salice Terme – Varzi, recentemente inaugurato, è già dopo pochi mesi in condizioni pietose. In molti punti cedimenti del manto stradale, erbacce ed alberi che impediscono in molti tratti la ragionevole circolazione e di garantire una maggiore sicurezza delle utenze deboli come i bambini ed i disabili visti i troppi restringimenti di carreggiata. Una pista che in punti è a tratti inesistente tanto è stretta ed in altri è pericolosa perché lambisce la strada statale Voghera – Varzi. I vari post sui social non fanno altro che render a tutti noto quello che molti di noi già sapevano, soprattutto per il secondo tratto, realizzato in fretta e furia e soprattutto male. Una grande opera incompiuta, finanziata con soldi pubblici, quindi di tutti noi, pensata male e realizzata peggio senza alcuna procedura comparativa nè per la progettazione, nè per l’esecuzione delle opere affidate ai vari Enti. Nessun piano per la gestione, che non significa solo manutenzione, ma che è soprattutto manutenzione. Consiglio ai vari politici, sindaci ed assessori locali di farsi qualche selfie in meno e di fare almeno tesoro dell’accaduto, di essere più attenti a come sono realizzati i lavori prima di tagliare sorridenti dei nastri inaugurali e non ci si nasconda più dietro l’icona ”Greenway”, perchè dietro quell’icona questo accade. Marco Piacentini – Casteggio”

INVIATE LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL’OLTREPÒ A “IL PERIODICO NEWS” , ALL’INDIRIZZO MAIL : DIRETTORE@ILPERIODICONEWS.IT 

Articolo precedenteVoghera – Al Castello Visconteo in occasione dei 700 anni dalla morte di Dante possibilità di vedere e scoprire libri antichi e documenti
Articolo successivoOltrepò Pavese – Stradella – Brega e Biglieri sesti al Rally Vigneti Monferrini