OLTREPÒ PAVESE – IL MONDIALE HA FATTO TAPPA A MONZA TRE GLI OLTREPADANI IN GARA

140

L’evento di Monza ha chiuso il WRC 2020, essendo l’ultima tappa del calendario del mondiale di quest’anno. Questa volta il rally brianzolo non si è svolto soltanto all’interno del prestigioso autodromo, nella giornata di sabato infatti si sono toccate anche località ricche di storia rallystica nella provincia di Bergamo con prove speciali difficoltose, quali Valle Imagna e Selvino che hanno influito pesantemente sulle prestazioni di molti protagonisti.

Prima di quest’ultimo atto la classifica vedeva al comando il gallese Elfyn Evans con 111 punti, inseguito a 14 lunghezze sul transalpino Sebastian Ogier e 24 dal belga Thierry Neuville. Ma al termine di una gara difficile e ricca di colpi di scena, é Sebastian Ogier a vincere il Rally di Monza 2020 diventando pure il nuovo campione del mondo del Wrc. Pur dopo una Wolf Power stage complicatissima sulle strade brianzole, il francese della Toyota sale ancora una volta sul gradino di più alto del podio e fa suo il settimo titolo iridato.

è dunque grande festa per il campione transalpino che pure ha rischiato grandissimo nell’ultima SS16, la Serraglio 16: verso la conclusione della stage, per un breve lasso di tempo i tergicristalli della sua Yaris hanno smesso di funzionare. Fortunatamente Ogier è riuscito a concludere la sua prova e con il settimo crono, sufficiente comunque per consegnarli il successo come il titolo finale. La graduatoria finale del Rally di Monza infatti vede il francese in testa, con Tanak e Sordo a podio, ma rispettivamente con un gap di 13”.9 e 15”.3, mentre hanno concluso nella top five Lappi e Rovanpera.

Parecchi gli italiani presenti nell’impegno iridato tra cui il veloce vogherese Giacomo Scattolon, già campione italiano Rally Junior 2014, nonché vice campione europeo ERC2 nel 2017.

Il pilota oltrepadano, navigato sulla Skoda Fabia Rally 2 Evo da Giovanni Bernacchini, nonostante la competizione anomala, imponendo un ritmo in crescendo, è riuscito ad essere sempre tra i migliori degli italiani a ridosso dei mostri sacri “ufficiali” del circus iridato: 30° assoluto sulla ps1 e 3° degli italiani, 29° sulla ps2, 26° sulle ps3 e 4 e 2° tra gli italiani, alle spalle di Gamba (21°) e davanti a Spataro (29°), Miele (30°), Biolghini (31°), Perico (32°) e Ogliari (33°). Il suo volo è però rallentato da una foratura patita sulla ps5 da cui esce con il 50° tempo e oltre 3 minuti e mezzo di ritardo. Riparte di slancio sulla ps6 con il 25° tempo assoluto, ma la prova successiva gli è fatale; sulla “Selvino” infatti, una lastra di ghiaccio porta la sua Skoda ad innevarsi.

Non c’è pubblico e di conseguenza manca la “compagnia della spinta” e per il vogherese la giornata di gara si ferma lì tra le nevi della val Seriana. Rientrerà il giorno dopo con il super rally e 50 minuti di penalità. Scattolon onorerà sino alla fine la gara iridata facendo segnare ancora ottimi tempi, ma che in termine di classifica a poco serviranno se non a fare esperienza. Una stagione strana e bizzarra quella del bravo pilota vogherese iniziata, a Roma tra le fiamme della sua Skoda quando era secondo e chiusa tra i ghiacci della bergamasca. Altro oltrepadano in gara è stato lo stradellino Davide Maggi con Nicolò Gonella sulla Hyundai i20. Per lui una partenza difficile: 50° sulla ps1, 60° sulla ps2 e 85° sulla ps3, 79° sulla ps4, tempi imposti e qualche problema lo hanno fatto scivolare nel fondo della classifica. Nel contesto della prova iridata si è conclusa con soddisfazione anche la bella stagione 2020 per i piloti protagonisti del Campionato Italiano Rally Junior 2020, dove a vincere sono stati i neo Campioni Italiani Andrea Mazzocchi e Silvia Gallotti, i quali hanno centrano la quinta vittoria su sette gare, aggiudicandosi tutte sei le prove speciali in programma nella battaglia tra fango e pioggia all’Autodromo Nazionale Monza. Il piacentino Mazzocchi e la rivazzanese Silvia Gallotti hanno terminato il loro 2020 con l’ennesimo successo, stavolta ottenuto nel contesto Mondiale. Sono le ore 14,00 di giovedì 3 dicembre quando

Inizia l’importante avventura nell’ambito del Mondiale Rally per i ragazzi del CIR Junior 2020, sui 4,33 km della prima prova speciale “The Monza Legacy”, i giovani a bordo delle Ford Fiesta RAlly4 di Motorsport Italia e gommate Pirelli si sono messi in evidenza con Andrea Mazzocchi navigato da Sivlia Gallotti che hanno realizzato il miglior tempo davanti al bravo varesino Riccardo Pederzani insieme a Giulia Paganoni di 10’’. Terzo crono per l’altro piacentino Giorgio Cogni affiancato da Gabriele Zanni. Bene anche l’astigiano Emanuele Rosso navigato da Andrea Ferrari. 

Sulla ps2, la prima della giornata di venerdì, la Scorpion di 13,43 km, Mazzocchi-Gallotti affondano l’attacco distanziando Cogni-Zanni di 39” e Pederzani-Paganoni di 1’09”8.

Anche sul terzo impegno cronometrico, Andrea Mazzocchi e Silvia Gallotti volano sempre più in alto all’ACI Rally Monza. Tre sfide cronometrate su tre vinte e leadership consolidata a ridosso dell’intervallo di gara per i neo Campioni Italiano Junior. Infatti, sono ancora loro a far segnare il miglior tempo in 11’39.6 sulla ripetizione della SS “Scorpion”, terza speciale della gara.

Alle loro spalle si confermano gli equilibri con Giorgio Cogni e Gabriele Zanni sempre secondi sia in prova che nell’assoluta, che chiudono a +37.9 sulla SS3. Quindi terzo tempo per Riccardo Pederzani e Giulia Paganoni a + 52.8’’ in prova. In classifica Mazzocchi-Gallotti comandano con 1’17”6 su Cogni e 2’03”6 su Pederzani. Monza fin qui stregata invece per Emanuele Rosso e Andrea Ferrari. Prima la rottura del semiasse sulla SS2, poi l’appannamento al vetro termico dal lato guidatore che lo ha costretto ad affrontare la prova successiva con scarsa visibilità. Sulla SS3 infatti Rosso ha pagato 1’34.4 di ritardo in prova dal migliore e segue in classifica staccato di 3’02”1. Se c’era bisogno della consacrazione definitiva è arrivata nel migliore dei modi per Andrea Mazzocchi e Silvia Gallotti, già Campioni prima dello start, che vincono anche l’ultima sfida in calendario per il Campionato Italiano Rally Junior 2020 nell’ACI Rally Monza, gara valida per il FIA World Rally Championship, Rally che per il CIR Junior ha assegnato il punteggio alla fine della prima tappa offrendo una nuova occasione di successo per Mazzocchi, autore della sua quinta vittoria stagionale su sette round disputati. Cinquina che dà ancora più sapore al titolo già conquistato due settimane prima al Tuscan Rewind. Una prestazione impreziosita dal successo su tutte le sei prove disputate dagli Junior italiani sul fondo misto asfalto-terra, diventata presto fango, reso ancor più estremo dalla pioggia incessante. Un domino assoluto per il duo che ha chiuso al comando in 1:02’48.5, un tempo interessante anche a confronto con quello degli Junior internazionali a caccia del Mondiale.

«Gara tutt’altro che scontata – è stato il commento di Andrea e Silvia – È stata difficilissima, quindi la prima soddisfazione è di averla finita, poi di aver vinto. In più siamo soddisfatti anche del confronto con gli Junior del Mondiale, abbiamo preso alcuni riferimenti e alla fine eravamo sempre vicini. Alla fine di una stagione così dobbiamo ringraziare tutti coloro che ci sono stati al fianco, compresi gli altri ragazzi di ACI Team Italia, a Motorsport Italia, Pirelli e ACI Sport che ci hanno permesso di vivere una stagione importante».

di Piero Ventura