OLTREPÒ PAVESE – MORE, PESCHE E PRUGNE LE CONFETTURE DELL’OLTREPÒ di Gabriella Draghi

138

Siamo nel periodo in cui tutta la deliziosa frutta estiva dà il proprio meglio e chi vuole portare con sè un pezzetto di estate prepara confetture come se non ci fosse un domani. Preparare le conserve è un rito che mi è piaciuto sempre moltissimo: si racchiudono in un barattolo tutti i ricordi di una stagione, i profumi e i colori. Si mettono da parte sensazioni che si riscopriranno mesi dopo, all’apertura del barattolo, quando la confettura sprigionerà tutto il profumo della frutta d’estate. Fare in casa la confettura è semplice, bastano pochi accorgimenti da seguire alla lettera, per riuscire ad ottenere degli ottimi risultati. E se vi state chiedendo perché parliamo di confettura e non di marmellata, questo è dovuto solo al fatto che confettura è il suo nome ufficiale. Di fragole, more, lamponi o pesca che sia, l’Unione Europea ha stabilito che quella che solitamente chiamiamo marmellata in realtà debba essere definita confettura, mentre la marmellata ufficialmente è solo quella di agrumi, ad esempio di arance o limoni.  Ho scelto tre ricette, due delle quali diventano molto chic aggiungendo alla frutta ingredienti insoliti. Inizierò però con la ricetta della confettura di more che mia mamma preparava sempre esclusivamente per mio figlio. Solo per lui perché le more le andavano a raccogliere insieme, sulle colline dell’Oltrepò e chiaramente non si potevano ottenere grandi quantitativi di prodotto finito.

Confettura di more

Ingredienti:

500g di more mature

200  g di zucchero 

il succo di un limone

Come si prepara:

pulire le more cercando di togliere eventuali rametti, poi lasciarle a mollo per una decina di minuti per eliminare ogni residuo di polvere o sporco. Scolarle delicatamente dall’acqua in eccesso e trasferirle in una pentola dai bordi alti, unendo anche lo zucchero ed il succo di un limone. Coprirle con un coperchio e lasciarle a macerare per circa 2-3 ore. Trascorso il tempo di macerazione, portarle ad ebollizione a fuoco medio mescolando con un cucchiaio di legno.  Abbassare la fiamma al minimo e lasciare cuocere per un’ora circa, controllando di tanto in tanto la consistenza della marmellata facendo la prova piattino: versare un cucchiaino di marmellata su di un piattino, inclinarlo e se scivola lentamente e poi si ferma , la marmellata è pronta.

A questo punto, passare la marmellata al setaccio o con un colino a maglie larghe per eliminare i semini. Quando è ancora calda, versare subito la marmellata in vasetti di vetro sterilizzati e con i coperchi nuovi. Rabboccare i barattoli lasciando appena due dita dal bordo, poi chiuderli con il loro coperchio e capovolgerli a testa in giù per 20 minuti e poi rigirarli. In questo modo l’aria uscirà completamente e si raggiungerà il sottovuoto.

Confettura di pesche

cacao e amaretti

Ingredienti:

1 kg di pesche sbucciate e private del nocciolo

700 g di zucchero

200 g di amaretti sbriciolati

40 g di cacao amaro

10 g di succo di limone     

Come si prepara:

mettere le pesche tagliate a fettine in una casseruola con lo zucchero, portare a bollore e lasciare sul fuoco per 2 minuti. Togliere dal fuoco e far riposare  il composto per circa 3 ore, coperto. Rimettere la casseruola sul fuoco, unire il succo di limone e portare a cottura per circa mezz’ora. Aggiungere gli amaretti sbriciolati ed il cacao e cuocere ancora 2 minuti. Con il frullatore ad immersione, frullare il composto direttamente in pentola. Invasare la confettura bollente nei barattoli sterilizzati, chiudere il tappo e mettere i vasetti a testa in giù per circa 20 minuti e poi rigirarli.

Confettura di prugne con cannella e rum

Ingredienti:

1 kg di prugne mature

300 g di zucchero

il succo di un limone

1 cucchiaio di cannella in polvere

mezzo bicchiere di rum bianco

Come si prepara:

in una pentola mettere le prugne lavate, denocciolate e tagliate a pezzetti con lo zucchero, il succo di limone e la cannella. Portare ad ebollizione e lasciare cuocere a fuoco medio per circa 30 minuti, mescolando di tanto in tanto. Frullare in pentola con il frullatore ad immersione. Continuare la cottura a fuoco basso fino a che non si sarà addensata, sempre mescolando di tanto in tanto. A questo punto aggiungere il rum e fare evaporare l’alcool cuocendo ancora 2 minuti. Versare la confettura bollente nei vasi sterilizzati, chiudere con il coperchio e mettere i vasetti a testa in giù per  circa 20 minuti e poi rigirarli.

Applicate le etichette sul coperchio con il nome della confettura. Potete conservare le vostre preparazioni per l’inverno tenendo i vasetti nella dispensa al buio. Potete anche usarle come regalo natalizio. Basterà ritagliare come ho fatto io dei cerchi di stoffa colorata per ricoprire i tappi e legarli con un fiocchetto.

You Tube Channel  & Facebook page  “Cheap but chic”.

Di Gabriella Draghi