OLTREPÒ PAVESE – MOTOR RALLY SHOW. LA GARA È VISSUTA SUL DUELLO AL VERTICE TRA RICCIO E MESSORI

168

Riccio-Rocchi e Messori-Ungaro, rispettivamente su Hyundai i20 R5 e Skoda Fabia R5, se le sono suonate sino dai primi metri di gara, alternandosi al comando a Castelletto di Branduzzo. Alla fine, non é bastata a Messori (VW) la zampata con la quale ha limato in un colpo solo 7″ dei 7”,9 che aveva di ritardo su Riccio allo start dell’ultima prova speciale per aggiudicarsi la gara, svoltasi purtroppo a porte chiuse. Al pilota Hyundai sono rimasti nel carniere ancora 9 decimi, un’inezia, ma quanto é bastato per aggiudicarsi una gara che lo ha visto protagonista sino dalla prova d’apertura. Più staccati, hanno chiuso al terzo posto Fenoglio-
Rosso (Skoda Fabia R5), bravi a ribattere colpo su colpo gli attacchi di Tettamanti-Pulici (Skoda) finiti quarti. Completano la top five: Calvagni-Fenoli (Skoda). Tra i locali, i migliori si sono mostrati gli oltrepadani portacolori della Efferre Motorsport di Romagnese, Vittorio Belumé e Riccardo Filippini (Skoda), bravi ad agguantare la top ten nel finale. Con la quinta edizione del Motors Rally Show, si é alzato il sipario sulla stagione motoristica 2021 in provincia di Pavia. Dopo un anno di forzata assenza causa le restrizioni dettate dall’emergenza Covid, nonostante la situazione sanitaria rimanga delicata, quest’anno é tornato alla grande l’atteso appuntamento motoristico segnando il record di iscritti. La voglia di correre e di evadere accumulata dalle continue chiusure e divieti che hanno caratterizzato gli ultimi 12 mesi della nostra vita, ha portato a Castelletto di Branduzzo, piloti e auto di primordine, i quali, rispettando appieno il protocollo generale per il contrasto ed il contenimento della diffusione del virus covid si sono misurati in un confronto di alta qualità sportiva, aiutato da una bella giornata di sole, anche se ventosa, che ha fatto da
splendida cornice all’ottima manifestazione promossa da Aci Pavia e Castelletto Circuit. La competizione si é aperta nella giornata di sabato 13 marzo con la disputa delle prime due prove speciali previste nella prima giornata di gara. Si é trattato di un confronto scoppiettante vissuto sul duello al vertice tra la Hyundai i20 di Davide Riccio e Silvia Rocchi (vincitori della PS1) e la Skoda Fabia di Dario Messori ed Elia Ungaro che li hanno superati sul secondo passaggio per soli 7 decimi, prendendo il comando della gara. In terza posizione, staccata di 7″9, la Skoda Fabia Evo di Calvagni-Fenoli. La lotta al vertice si è fatta sempre più entusiasmante, quando giunta a metà della sua seconda giornata, Riccio-Rocchi (Hyundai), sono tornati al comando spodestando i leader provvisori, Messori-Ungaro per soli 3 secondi. In terza posizione a 17″7 seguono Fenoglio-Rosso (Skoda). Sulla penultima prova Riccio incrementa il suo vantaggio portandolo a 7”9 su Messori che tenta un disperato rush finale ma, come detto, per vincere gli è mancato un solo secondo. Primo dei locali é l’equipaggio composto da Belumé-Filippini (Skoda Fabia Efferre Motorsport) i quali
chiudono al 10° posto assoluto. Il driver di Broni Riccardo Canzian con alle note Gabriele Brandolini sulla Porsche 977 RS by Autorlando nei colori della Errerossa, ha invece chiuso l’impegno agonistico al 13° posto assoluto e primo di Gruppo RGT. Altro equipaggio locale è quello composto da Stefano Sangermani e Davide Pisati i quali portano a termine la gara al 17° posto assoluto e 2° di classe con la Renault Clio RC3 Efferre Motorsport. Scorrendo la classifica segnaliamo alcuni tra altri piloti oltrepadani. Ad esempio, nella Classe Super 1600, troviamo terzo posto Lorenzo Martinotti e Martina Passalacqua con la Renault Clio portata al 27° posto assoluto. Poi, al 31° posto assoluto e terzo di classe R2B, la Peugeot 208 di Massimo Muscia e Omar Chiesa e ancora, al quinto posto in classe R2B, Mattia Domenichella che per la prima volta ha lasciato il quaderno delle note per mettersi al volante della Peugeot 208 Efferre, coadiuvato da Claudia Spagnolo. Per loro un onorevole 40° posto assoluto. In classe RSTB1.6P, gioisce invece la vogherese Martina Bertelenghi che leggendo le note ad Alessio Zucchella sulla Mini Cooper è salita sul gradino più alto
del podio, chiudendo al 39° posto assoluto. Al secondo Posto di classe RS1.6 e 55° assoluto, troviamo Paolo Burgazzoli e Giorgia Pertosa con la Citroen C2. Tra le storiche, vittoria facile per il vogherese Ermanno Sordi navigato dal valtellinese Romano Belfiore sulla Porsche 911 SCRS, portata al 29° posto nella classifica assoluta che comprende vetture moderne e storiche. Infine, al 65° posto e 2° tra le storiche, l’Alfa Romeo GTV Efferre di Luca e Stefano Albera. Grande alla fine la soddisfazione di piloti e organizzatori. Prossimo appuntamento in calendario per ACI Pavia sarà il rally 4 Regioni Storico, la cui organizzazione, l’Aci
provinciale sta portando avanti in collaborazione con il Veteran Car Club Carducci di Voghera. Nelle foto: 1) Riccio-Rocchi (Ph G.Lavagnini); 2) Belumé-Filippini (ph G.Lavagnini); 3) Canzian-Brandolini (ph G.Lavagnini); 4) Muscia-Chiesa (ph G.Lavagnini); 5) Burgazzoli-Pertosa (ph G.Lavagnini)

Articolo precedenteOLTREPÒ PAVESE – TERRE D’OLTREPÒ PRECISA: ECCO COSA È ACCADUTO
Articolo successivoVOGHERA – IL CENTRO CULTURALE ISLAMICO PER LA SOMMINISTRAZIONE METTE A DISPOSIZIONE I SUOI LOCALI