OLTREPÒ PAVESE – PO. VOLONTARI PLASTIC FREE PULIRANNO IL GRANDE FIUME DAI RIFIUTI

111

Domenica 23 maggio lungo le sponde delle 4 Regioni Iniziative lombarde a Pavia, Lodi, Mantova e Cremona. Rimuovere oltre 50.000 kg di rifiuti dagli argini del fiume Po grazie ai volontari dell’associazione Plastic Free onlus. È questo l’obiettivo dell’iniziativa ‘Un Po prima del mare’ presentata in Regione Lombardia che si svolgerà domenica 23 maggio. Ogni anno, infatti, una persona produce circa 460 chili di rifiuti e secondo uno studio recente il fiume Po, quella stessa quantità, la riversa sotto forma di microplastiche in una sola ora nel mare Adriatico. L’obiettivo è quindi quello di fermare i rifiuti prima che raggiungano il mare.  Presenti gli assessori regionali Raffaele Cattaneo (Ambiente e Clima) e Fabio Rolfi (Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi). Intervenuti, tra gli altri, Luca De Gaetano presidente dell’associazione Plastic Free, Antonio Rancati segretario generale della stessa onlus e Ivan Mazzoleni di Flowe Spa.

“Un ‘Po prima del mare’ – ha spiegato l’assessore Cattaneo – è un’iniziativa dal forte valore simbolico. Contribuisce infatti a far crescere la consapevolezza dei cittadini verso i comportamenti virtuosi cioè quelli che permetteranno di avere un ambiente più sostenibile. Questa è la nostra sfida, liberare l’ambiente dai rifiuti di plastica”. “La plastica – ha aggiunto – è infatti un materiale ad altissimo valore e va usato e raccolto in modo consapevole. In Lombardia, ad esempio, abbiamo sviluppato un sistema di raccolta differenziata che funziona molto bene. Raccogliamo circa 300.000 tonnellate di plastica e quella che ridiventa materia prima è circa la metà”. “Per questo motivo – ha sottolineato – Regione Lombardia sta investendo, anche attraverso l’adesione al progetto europeo Plasteco, per poter sviluppare nuove tecnologie che consentano il massimo della plastica, non solo dal punto di vista meccanico, ma anche chimico”. Numerosi i volontari che parteciperanno all’iniziativa dell’associazione Plastic Free onlus. Tra questi anche l’assessore regionale Fabio Rolfi che ‘scenderà in campo’ a Cremona.  “Il Po – ha puntualizzato l’assessore Rolfi – è storia e vita, ma è anche centrale per l’economia, per il turismo rurale, per la pesca sportiva e per l’agricoltura. Ecco perché tutelare lo stato di salute del fiume è necessario. In questo caso si ricorre alla partecipazione attiva di migliaia di lombardi che si impegnano in prima persona per la tutela dell’ambiente. Io sarò a Cremona per dare una mano ai volontari”. “La sostenibilità ambientale – ha ribadito – è al centro della produzione agricola. E sarà sempre più determinante anche per le scelte dei consumatori. Ecco perché Regione Lombardia sta investendo in innovazione. È questa la chiave per coniugare redditività economica delle aziende e sostenibilità ambientale”. Il 23 maggio, l’associazione Plastic Free, grazie al supporto di aziende partner tra le quali Flowe, Regina e Roberto Collina, organizza oltre 40 appuntamenti di pulizia in contemporanea in quattro Regioni: Piemonte, Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto. Le località lombarde coinvolte sono: Pavia, Lodi, Mantova, Cremona, Spessa (Pv), Mozzanica e Canonica d’Adda (Bg), Castelnuovo Bocca d’Adda (Lo), Sustinente, Borgo Mantovano e Poggio Rusco (Mn).

*Immagine di repertorio

NOTA – QUESTO TESTO È STATO PUBBLICATO INTEGRALMENTE COME CONTRIBUTO ESTERNO. QUESTO CONTENUTO NON È PERTANTO UN ARTICOLO PRODOTTO DALLA REDAZIONE DE: “IL PERIODICO OLTREPÒ”

Articolo precedenteIL PRESIDENTE DELLA LOMBARDIA FONTANA: A VOGHERA COLPITO DALLE CAPACITÀ ORGANIZZATIVE
Articolo successivoFORTUNAGO – BORGORATTO MORMOROLO – CHIUSURA DELLA SP 203 “VALLE COPPA” DAL 17 MAGGIO AL 4 GIUGNO PER ASFALTATURE