Oltrepò Pavese – Rivanazzano Terme: “Stagione 2021 finita” per Silvia Gallotti

84

La stagione 2021 di M33 nel Campionato Italiano Rally ha vissuto il suo atto finale al 12esimo Liburna Terra dove il team italiano che cura il programma sportivo top di Aci Team Italia ha schierato al via Andrea Mazzocchi con la rivazzanese Silvia Gallotti sulla Skoda Fabia R5. L’equipaggio nella stagione che l’ha visto debuttare in R5 dopo il successo 2020 nel Campionato Italiano Rally Junior, era uno dei grandi attesi al via non fosse per il fatto che lo scorso giugno al San Marino Rally, ultima uscita sterrata della stagione, ha ottenuto il suo miglior risultato stagionale con un ottimo sesto posto assoluto. A Volterra, sulla Super Prova d’apertura, Mazzocchi-Gallotti fanno segnare il tredicesimo tempo assoluto. Il loro passo migliora sulle prove successive in cui segnano un 5° ed un 8° portandosi in settima posizione nella generale. La loro bella galoppata si ferma però sulla PS n° 5 in cui, un errore di valutazione fa compiere un “lungo” alla berlina Ceca che termina la sua corsa fuori strada, senza danni per l’equipaggio, ma gara conclusa con largo anticipo.
«La stagione 2021 è finita. Nonostante la nostra poca esperienza in R5, ci siamo mostrati competitivi – dice Silvia Gallotti – Ora è il momento dei ringraziamenti che volgiamo a tutti per questa bellissima esperienza che ci ha posto dinnanzi a non poche difficoltà, ma che ci ha fatto crescere… La speranza è quella di poter continuare questo fantastico percorso con il nostro team Motorsport Italia WRC Team e Max Rendina che hanno creduto in noi… forse più di noi. Un sentito grazie anche a Pirelli Motorsport per averci accompagnato in questa avventura, a Sparco per il supporto tecnico e un infinito grazie ad ACI Team Italia che ci ha permesso di iniziare questo lungo cammino…». Per la cronaca, a Volterra c’è stata una conclusione entusiasmante per un’annata veramente straordinaria. Il 12° Liburna Terra, gara conclusiva del Campionato Italiano Rally Terra e del Campionato Italiano Rally Sparco, ha emesso gli ultimi verdetti della stagione in particolare per quanto riguarda la prestigiosa serie tricolore terra al termine di una gara difficile e combattuta dal primo all’ultimo chilometro. Sulle impegnative prove speciali della gara, tratti cronometrati che hanno visto i più grandi piloti della storia del ralyismo mondiale scontrarsi nelle edizioni d’oro del Rally d’Italia, a laurearsi Campione Italiano Rally Terra è stato Paolo Andreucci, con Rudy Briani sulla Skoda Fabia R5 di H-Sport gommata MRF Tyres, mentre a conquistare la prestigiosa gara toscana è stato Alberto Battistolli, con Simone Scattolin, sempre a bordo di una Skoda Fabia.

di Piero Ventura

Articolo precedenteBrallo di Pregola: “Il sito archeologico di Pregola e il popolamento nell’alto Oltrepò Pavese”. Il nuovo libro di Fiorenzo Debattisti
Articolo successivoBroni: luminarie natalizie, il Comune stanzia 13.600 euro