OLTREPÒ PAVESE – VACCINI: SI RALLENTA PER RITARDI PFIZER

124
epa08882029 Boxes containing the Pfizer-BioNTech COVID-19 vaccine are prepared to be shipped at the Pfizer Global Supply Kalamazoo manufacturing plant in Portage, Michigan, USA, 13 December 2020. The vaccine, co-developed by German partner BioNTech, is being shipped from the Michigan Pfizer plant using containers with dry ice and GPS-enabled sensors to ensure each shipment stays even colder. EPA/MORRY GASH / POOL

In Lombardia ieri sono stati eseguite 8.918 vaccinazioni anticovid, un numero superiore al giorno precedente ma comunque ben inferiore alle oltre diecimila dei giorni scorsi. Il motivo sono i ritardi delle consegne da parte di Pfizer che, ha spiegato già ieri il responsabile della campagna vaccinale Giacomo Lucchini, ha costretto a “modificare la programmazione rallentando le prime dosi per garantire a tutti il richiamo. I ritardi nelle consegne di Pfizer sposteranno la fine della prima fase dal 28 febbraio all’11 marzo”. Di conseguenza slitterà l’inizio della campagna per le vaccinazione anti Covid agli ottantenni e ai cronici, anche se la Regione conta sull’arrivo di 11mila dosi di vaccini Moderna entro la settimana prossima.
    Per quanto riguarda invece le dosi Pfizer, a causa dei ritardi “la Lombardia – hanno spiegato dalla Regione – avrà 20.000 dosi in meno che diventeranno 25.000 la prossima e nessuna certezza su cosa succederà nelle prossime”.
    Nelle strutture sanitarie della Lombardia, nella giornata di ieri, sono state effettuate 8.918 vaccinazioni anti-covid. A questo punto il totale, dall’inizio della campagna vaccinale è di 209.042 somministrazioni raggiungendo l’82,27% delle dosi finora disponibili.