OLTREPÒ PAVESE – ZAVATTARELLO – VARZI – CON MOMBELLI – LEONCINI, ARRIVA IN OLTREPÒ IL TROFEO RALLY STORICI 2019

214

Il Tuscan Rewind, ultima prova del Trofeo Terra Rally Storici, corsa dal 21 al 23 novembre con partenza ed arrivo a Montalcino, é stata anche l’ultima prova tricolore stagionale a cui hanno preso parte gli oltrepadani Domenico Mombelli di Zavattarello e Marco Leoncini varzese, che proprio nelle campagne senesi, ricche di ricordi “mondiali”, hanno affrontato la prova più difficile della loro stagione, resa tale dallo stato febbricitante del driver Mombelli e dalle bizze della frizione della loro Ford Escort MK1 che ha rischiato di mandare in fumo il oro impegno profuso nella prestigiosa gara toscana, basata su 186 chilometri, dei quali 75 di Prove Speciali, cinque totali, tre da ripetere una volta, una per due volte (la più lunga del rally di ben 27 chilometri), oltre alla “Superprova”.

Non poteva mancare all’appuntamento il campione italiano ed europeo “Lucky” sulla sua Delta Integrale, vincitore a Montalcino già un anno fa, qui chiamato a confrontarsi con i big del TTRS come Mauro Sipsz su Lancia Rally 037 e Simone Romagna e Nicolò Fenoli entrambi su altre due Delta Integrali, Zampaglione e Brunori con le Porsche, Muccioli e Pelliccioni con le Bmw, Ormezzano con la Talbot, Gugguari e Baldacci con le Escort MK2 e via dicendo. Insomma, ben figurare in un simile parco partenti non era certo impresa facile per Mombelli-Leoncini, oltretutto con il driver di Zavattarello non in perfette condizioni fisiche, debilitato da un forte stato febbrile.

I giochi iniziano il venerdì sera con Mombelli-Leoncini per nulla intimoriti dai mostri sacri dei rally storici che stampano un prestigioso ottavo tempo assoluto nella classifica guidata da Lucky davanti a Romagna, Sipsz, Guggiari, Fenolfi, Ormezzano, Muccioli e Mombelli.

Sugli 11 chilometri della prima prova del secondo giorno c’é l’affondo di Romagna che prende il comando davanti a Lucky, Sipsz, Guggiari, Baldacci, Fedolfi, Muccioli Ormezzano e Mombelli. Si giunge al primo passaggio sugli oltre 27 chilometri della Torrenieri in cui, la Ford di Mombelli-Leoncini inizia a denunciare lo slittamento della frizione. I due cercano di sopperire come meglio possono.

Mentre al comando torna Lucky incalzato da Romagna e Sipsz, i portacolori di Paviarally chiudono con il decimo tempo rimanendo aggrappati alla top ten ma cedendo una posizione a Pelliccioni con la Bmw. All’assistenza, Marco Vecchi della CVM cerca di rimediare come meglio può all’inconveniente, ma il tempo é tiranno. Mancano 2 prove al termine, i 7 km della “La Sesta” e i 27 della Torrenieri. Sulla prima chiudono con il 17° tempo mantenendo il decimo posto nell’assoluta ed un margine di 45” su Ancona con l’Opel Kadett GSI (ex Martinelli) di Ancona, mentre Lucky porta a 6” il suo vantaggio su Romagna. Rimane l’ultima ps, la più lunga sulla quale succede di tutto. Lucky capotta e getta al vento una potenziale vittoria che va a Romagna davanti a Sipsz e Baldacci.

Mombelli-Leoncini invece stringono i denti e viaggiando sulle uova portano a termine la gara cedendo però ben 10 posizioni nella classifica assoluta ma fregiandosi della vittoria in classe 2/2 2000 e con essa la vittoria tricolore del “Trofeo Terra Rally Storici” (TTRS) 2019 Secondo Raggruppamento. Con questa piccola grande impresa di Mombelli-Leoncini si chiude la stagione agonistica 2019 per i portacolori di Paviarally.

 di Piero Ventura

Articolo precedenteOLTREPÒ PAVESE – “MOUSSE DI CASTAGNE CON SALSA DI CACHI E CROCCANTE DI MANDORLE”. NATALE CON I SAPORI DELL’OLTREPÒ di Gabriella Draghi
Articolo successivoOLTREPÒ PAVESE – PONTE NIZZA – «AUTOVELOX UNICO DETERRENTE CONTRO LA MALEDUCAZIONE DEGLI AUTOMOBILISTI»