«PER ME STRADELLA, COMMERCIALMENTE PARLANDO, È DESTINATA A MORIRE» lettera al Direttore

252

“Gentile Direttore, questo nuovo periodo difficoltoso del lockdown ha decretato la fine del mio percorso da commerciante. Ho aperto la mia attività pochi anni orsono facendo molti sacrifici. Il tempo di pagare una parte dei debiti per l’apertura del negozio e c’è stata una prima mazzata l’inverno e la primavera scorsa, a distanza di pochi mesi la mazzata finale per noi piccoli commercianti: il secondo lockdown. Perchè praticamente di un nuovo lockdown si tratta. Se non ci fosse stata la seconda chiusura forzata a causa della pandemia da Covid-19, ci sarebbe stato certamente più ossigeno. Molti altri miei colleghi hanno le mie stesse difficoltà, inoltre lo Stato non ha aiutato noi piccoli commercianti. Ma forse il problema è principalmente Stradella: sono convinta che sia poco attrattiva a livello commerciale; a volte mi chiedo perché qualcuno dovrebbe venire a Stradella. Ritengo che, a causa delle catene e negozi di grande distribuzione, Stradella sia poco appetibile per i piccoli negozi, quelli che un tempo erano la sua anima pulsante. Mi sembra che manchi l’input ad incentivare la piccola distribuzione. Mancano dei punti di riferimento per noi piccoli commercianti, e lo si può notare andando in giro per le vie del centro: ci sono troppi negozi sfitti e poche iniziative degne di chiamarsi tali. Per me Stradella è destinata a morire commercialmente. Lettera firmata – Stradella”

*Foto di repertorio

INVIATE LE VOSTRE LETTERE INERENTI ALL’OLTREPÒ A “IL PERIODICO NEWS” , ALL’INDIRIZZO MAIL : DIRETTORE@ILPERIODICONEWS.IT 

Articolo precedenteOLTREPÒ PAVESE – AVVIO DELL’ATTIVITÀ DI CHIRURGIA PLASTICA
Articolo successivoVOGHERA – “LA GARLASCHELLI È STATA COMPONENTE DEL COLLEGIO SINDACALE DI ASM HOLDING FINO A LUGLIO 2020”