PINAROLO PO – SCONTRO TRA MINORANZA E SINDACO

215

Che non sarebbe stato un consiglio comunale “ordinario” lo si poteva immaginare, e così è stato: la minoranza di Pinarolo Po ha contestato duramente la sindaca, chiedendone le dimissioni, ma Cinzia Gazzaniga non ne ha nessuna intenzione. Ma facciamo un passo indietro per capire le ragioni del duro faccia a faccia tra la sindaca e la minoranza guidata da Rodolfo Guerra. Il primo punto di dibattito riguarda la vicenda giudiziaria che vede coinvolta Cinzia Gazzaniga – non come sindaco – ma come amministratore di sostegno – di un anziano di cui curava la gestione patrimoniale e che le è valsa la condanna in I° Grado a 11 mesi e 10 giorni di reclusione, pena sospesa. «Si tratta di una vicenda personale che nulla ha a che fare con il ruolo di sindaco» – ha più volte sostenuto la Gazzaniga, inoltre si tratta di una condanna in I° Grado e non definitiva, altro punto che il sindaco vede “a suo favore”, ma per la minoranza la condanna rimane un fatto gravissimo e in totale contrasto con il ruolo di amministratore pubblico del Primo cittadino. Il secondo punto riguarda la situazione di grave dissesto finanziario del Comune, ma anche in questo caso la sindaca – coesa con tutta la sua maggioranza – ha ribadito che si sta percorrendo la strada giusta per sanare i conti ed evitare il fallimento.