PONTE DELLA BECCA, IL COMITATO RISPONDE A ROMANIELLO: «NON CAPIAMO IL SENSO DI ALCUNE IMBARAZZANTI AFFERMAZIONI CHE RIGUARDANO LA NOSTRA APARTITICITÀ».

41

L’incontro informativo del Comitato Ponte Becca svoltosi sabato scorso a Mezzanino che recava, all’ordine del giorno, l’informazione alla cittadinanza sul tema del Ponte, si è trasformata in una bagarre politica dopo le dichiarazioni dell’Onorevole Romaniello, intervenuto all’incontro insieme al consigliere regionale del M5S, Simone Verni. Romaniello aveva puntato il dito sulla Lega ma anche sull’operato del Comitato, troppo “vicino” secondo le dichiarazioni dell’Onorevole, al partito. Non tarda ad arrivare la replica del Comitato che affida al consigliere Mariaelena Marizzoli la risposta del direttivo:

«Si relazionano i fatti accaduti Sabato 27 giugno in Mezzanino. L’incontro era stato indetto solo per mostrare ed informare alla cittadinanza di Mezzanino, Campospinoso, Albaredo, le varie ipotesi di progetto riguardante il nuovo Ponte, i tragitti e quindi le diverse implicazioni sull’economia locale e sulla viabilità. Non era stato previsto l’autoinvito di politici, tanto meno di proclami da comizio politico. Le esternazioni e le accuse da parte dell’On. Romaniello, hanno trattato argomenti passati del Governo precedente, diatribe politiche non attinenti la nostra organizzazione, quali la famosa tabellina di ripartizione delle risorse (70 milioni per la nuova Becca), tema che per dovere di cronaca è apparsa sui nostri social.

Non capiamo il senso di alcune imbarazzanti affermazioni che riguardano la nostra apartiticità. In primis è falso dichiarare che sarebbe stato rimosso il post video dell’On. Romaniello dai nostri social. Inoltre nel documento di M5S si citano PEC “silenziose” ?? A Regione Lombardia e sbandieramenti di uno striscione politico. Ricordiamo che il nostro Ente non ha mai esposto pubblicamente loghi o simboli di partito e che la nostra presenza alla manifestazione della Lega sul Ponte avvenuta nel 2019, ha avuto solo carattere di partecipazione e di visibilità per il Ponte, non certo di avvallo politico, presidio che se fosse stato organizzato da altre forze politiche, avrebbe visto comunque la nostra presenza.

Le dichiarazioni dell’On. Romaniello su una pretesa faziosità hanno avuto esclusivamente un carattere provocatorio nel quale il nostro Presidente non è caduto e soprattutto sono state rivolte alla parte sbagliata. Si respingono pertanto le accuse di faziosità politica in quanto prive di fondamento; prima di formulare accuse e provocazioni a semplici cittadini che si battono per la costruzione del Ponte, si invitano tutte le parti politiche e non politiche a leggersi i twett o i post FB del Comitato nella loro interezza. Ci duole constatare che la firma sul Patto per il Ponte del On. Romaniello avvenuta il 19 Maggio 2018, alla luce degli attuali comportamenti ha purtroppo valore pressoché nullo.  Detto questo, evidenziamo infine due fatti della serata; nel primo si è ribadito il ritardo di Regione Lombardia nella consegna dello Studio di fattibilità, nel secondo abbiamo trovato assai  apprezzabili gli interventi di Simone Verni e Valentina Barzotti, credibili e rispettosi colleghi dell’On. Romaniello».

INVIATE I VOSTRI COMUNICATI LE VOSTRE NEWS INERENTI ALL’OLTREPÒ A “IL PERIODICO NEWS” , ALL’INDIRIZZO MAIL : COMUNICATI@ILPERIODICONEWS.IT