REDAVALLE – DANIELE MANGIAROTTI È CAMPIONE ITALIANO RALLY

87

Ora più che mai, possiamo affermare che in campo rallystico, il nostro Oltrepo è terra di Campioni. Dopo due piloti: Matteo Musti laureatosi Campione Italiano Rally Auto storiche nel 2013, Giacomo Scattolon, laureatosi Campione Italiano Rally Junior nel 2014, è oggi la volta di un navigatore a cucirsi l’analogo scudetto tricolore sulla tuta. Si tratta di Daniele Mangiarotti (figlio d’arte, il padre Mino, ha ricoperto l’identico ruolo nei grandi rally degli anni ’70), trentunenne stradellino, che dopo anni di gavetta dedicati ad apprendere tutte le sfumature di un ruolo tanto importante è giunto quest’anno a concretizzare il lavoro profuso. Trovarsi a inizio stagione in squadra ufficiale Peugeot assieme a Paolo Andreucci dev’essere stato per il co-driver stradellino e il suo pilota, il molisano Giuseppe Testa, il realizzarsi di un sogno, ma anche l’inizio di un impegno gravoso, da affrontare con grande professionalit? e che difficilmente offre una seconda possibilit? . Un impegno poi concluso felicemente e in modo splendido con la conquista del Campionato Italiano Rally Junior, ripagando nel miglior modo possibile la fiducia che Peugeot Italia ha riposto in loro. I due hanno avuto la tenacia e la capacit? di superare un inizio di stagione non facile, venutosi a creare per un infortunio occorso al 31enne stradellino mentre nel corso del Rally del Ciocco, prova d’apertura del Campionato Italiano Rally, era impegnato in un intervento meccanico volante sulla vettura. Partenza ad handicap quindi che fortunatamente non li tocca nel morale, infatti, la loro caparbiet? emerge gi? dall’impegno successivo, il blasonato Rally di Sanremo, gara in cui non si fanno mancare la vittoria. Sar? la prima di una serie positiva, tanto che gi? a met? stagione, Mangiarotti e Testa sono leader dell’italiano Junior e devono guardarsi dal velocissimo Pollara. La prova che riescono a fornire invece al Rally di San Marino ha un doppio valore, uno sportivo e uno morale. Con i capisquadra Paolo Andreucci e Anna Andreussi in una di quelle rarissime giornate negative in cui è incappato il campione toscano e quindi fuori dalla lotta per la vittoria nel rally del Titano, i due giovani portacolori di Peugeot Italia tengono alto il morale del Team conquistando un’altra vittoria al termine di una gara disputata senza la ben che minima sbavatura. Nuovo appuntamento con il successo, Daniele Mangiarotti e Giuseppe Testa, lo hanno poi avuto al Rally di Roma Capitale penultimo atto del Tricolore Rally.

Quindi, quel Rally 2 Valli a Verona, ultima prova di Campionato, quella prima tappa vinta per un decimo di secondo al termine di 7 prove speciali e quel titolo di campioni che arriva con una tappa di anticipo delle quattordici sulle quali si è basato il torneo tricolore 2016. In quell’abitacolo della Peugeot 208, i due si sono abbracciati per la gioia fino a togliersi il fiato. L’impresa era compiuta.

Articolo precedenteRITIRATO IL GORGONZOLA CON BATTERIO-LISTERIA
Articolo successivo1 ITALIANO SU 3 NON PUÒ COMPRARE I FARMACI…!!!!