RIVANAZZANO TERME – SELEZIONE PUBBLICA PER L’AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA GESTIONE DEL TEATRO COMUNALE

149

Il Comune di Rivanazzano Terme, Settore Amministrativo, vista la determinazione n. 221 del 22.09.2020
RENDE NOTO CHE
è indetta una selezione pubblica per l’affidamento in concessione della gestione del Teatro Comunale ubicato
nell’immobile di proprietà comunale sito in Rivanazzano Terme, Viale Europa angolo Via Pedemonti.
OGGETTO DEL BANDO
Oggetto del bando è la concessione della gestione artistica e tecnica della struttura denominata Teatro
Comunale per anni due (stagione 2020/2021 e 2021/2022), ovvero sino al 30.06.2022, con facoltà di rinnovo
biennale, con obbligo per il concessionario, per tutto il periodo di durata contrattuale, di destinarla alle
attività culturali previste in sede di offerta, di curarne ed assumerne la gestione a proprie spese, di effettuarne
la manutenzione ordinaria, ivi inclusi gli impianti e le attrezzature presenti, oltre al pagamento del
corrispettivo offerto, a titolo di riconoscimento della proprietà.
DESCRIZIONE DELL’IMMOBILE
Il Teatro Comunale di proprietà del Comune di Rivanazzano Terme, sito in Viale Europa angolo Via
Pedemonti del Comune di Rivanazzano Terme, è un fabbricato composto al piano terra da un ingresso, una
biglietteria, due servizi igienici di cui uno per portatori di handicap, la platea nella quale sono presenti 154
poltrone a sedere, due posti liberi per disabili e 5 uscite di sicurezza, ed un palcoscenico con pavimentazione
in legno ed una uscita di sicurezza. Dal palcoscenico, tramite una scala, si accede al piano interrato dove sono
presenti tre camerini, un disimpegno con relativa uscita di sicurezza verso l’esterno e due servizi igienici.
Tramite scala interna, tra l’ingresso del teatro e la platea, è presente una scala di accesso ad ulteriori servizi
igienici ed alla galleria, dotata di due uscite di sicurezza nella quale sono presenti 88 poltrone a sedere. Da
un’uscita di sicurezza dal piano galleria si accede alla balconata esterna, verso viale Europa, dalla quale si
scende al piano terra, tramite scala esterna in ferro di emergenza, oppure si accede, tramite una porta, ad un
vano scala che conduce alla sala macchine utilizzata in passato per la proiezione di film. A tal fine si precisa
che per la capienza e per le condizioni di utilizzo si dovrà tener conto dei protocolli di sicurezza vigenti
in relazione all’emergenza Covid-19.
SOGGETTI AMMESSI
Possono partecipare alla gara, Imprese, Società, Cooperative, Enti, Associazioni, Fondazioni senza scopo di
lucro, anche consorziate, associate o comunque raggruppate tra di loro, che, oltre ad avere come oggetto
sociale servizi ricreativi e culturali o similari, risultino in possesso dei “requisiti di partecipazione” previsti
dal bando.
Sono ammessi a partecipare alla gara anche raggruppamenti temporanei tra i predetti soggetti, ancorché non
costituitosi alla data di scadenza del presente bando. In tal caso sia la domanda di partecipazione sia l’offerta
devono essere sottoscritte da tutti i soggetti facenti parte del raggruppamento che, a tal fine, devono
preventivamente conferire, con scrittura privata autenticata, mandato collettivo speciale con rappresentanza
ad uno di essi, detto mandatario, conferendo espressamente procura al legale rappresentante, il quale stipulerà
la convenzione in nome e per conto proprio e dei mandanti.
2
REQUISITI DI PARTECIPAZIONE
I partecipanti, a pena d’esclusione, dovranno sottoscrivere, ai sensi e per gli effetti di cui al D.P.R. 445/00,
idonea dichiarazione (contenuta nello schema di domanda allegato al presente bando), accompagnata da
copia di documento d’identità del rappresentante legale, da cui risulti:

  1. l’iscrizione nel Registro C.C.I.A.A. con previsione nell’oggetto sociale di servizi ricreativi e culturali o
    similari;
  2. di essere regolarmente costituiti indicando l’ambito di attività culturale prevista nell’atto costitutivo o nello
    statuto, il soggetto avente legale rappresentanza ed i relativi poteri (non necessario in caso di iscrizione alla
    C.C.I.A.A.);
  3. di non essere in una delle condizioni previste dall’art. 80 del Decreto Legislativo 50/2016 e s.m.i.;
  4. di avere gestito negli ultimi 4 anni (da computarsi a ritroso dalla data di pubblicazione del presente Bando), in
    maniera continuativa, un Teatro o struttura analoga con una capienza non inferiore a 150 (centocinquanta) posti a
    sedere (per attività di gestione si intende l’amministrazione, la responsabilità e la cura delle strutture nonché la
    relativa attività artistica, teatrale, musicale, cinematografica e culturale);
  5. che nei confronti del soggetto rappresentato non ricorrono le cause di esclusione dalle procedure di gara
    previste ex lege;
  6. di non trovarsi in alcuna delle condizioni di incapacità di contrattare con la Pubblica Amministrazione,
    previste dalla legge;
  7. di obbligarsi, in caso di aggiudicazione della concessione, ad ottemperare a quanto disposto dall’art. 3
    della legge n. 136/2010 in merito alla tracciabilità dei flussi finanziari;
  8. di aver preso visione del bando e dello schema di convenzione e di accettarne integralmente il contenuto
    senza condizione e riserva alcuna;
  9. di aver effettuato sopralluogo presso l’immobile in questione e, conseguentemente, di prendere atto ed
    accettare lo stato in cui si trova attualmente;
  10. di essere in grado in ogni momento di certificare tutti gli elementi innanzi dichiarati impegnandosi,
    altresì, in caso di aggiudicazione, a collaborare con l’Amministrazione per l’acquisizione della eventuale
    documentazione richiesta;
  11. di essere disponibile all’attivazione della gestione, in caso di necessità, in pendenza della stipula della
    Convenzione.
    OFFERTA
    I concorrenti dovranno presentare un’offerta unica, articolata nel modo seguente:
  12. progetto di attività artistica da svolgere nella struttura oggetto di concessione consistente nel programma
    delle attività annuali nel quale il proponente dovrà illustrare le caratteristiche quali-quantitative della
    programmazione e della gestione complessiva delle attività, nonché l’esperienza maturata nel settore;
  13. indicazione di un corrispettivo annuo per la concessione d’uso dell’immobile non inferiore ad € 500,00
    (cinquecento/00).
    CRITERI E MODALITA’ DI GARA
    La valutazione delle offerte è demandata ad un’apposita Commissione, nominata successivamente alla
    scadenza del termine di presentazione dell’offerta.
    La Commissione esaminatrice compilerà la graduatoria delle proposte pervenute, secondo il criterio
    dell’offerta economicamente più vantaggiosa, tenendo conto dei seguenti parametri di valutazione:
  14. Qualità del progetto di attività artistica ed esperienza maturata nel settore max punti 80
  15. Corrispettivo max punti 20 (2 punti ogni 100 euro in più secondo la seguente griglia di valutazione: da €
    500,00 ad € 599 punti 0, da € 600,00 a € 699,00 punti 2; da € 700,00 a € 799,00 punti 4; da € 800,00 a €
    899,00 punti 6; da € 900,00 a € 999,00 punti 8; e così via)
    3
    Sarà prescelta l’offerta che avrà ottenuto il punteggio complessivo più alto.
    In ogni caso, il presente bando non vincola l’Amministrazione che si riserva, altresì, la facoltà di non
    aggiudicare in caso di offerte ritenute inadeguate, ossia quando il punteggio attribuito all’attività artistica
    risulti inferiore a 50 punti, ovvero per sopravvenuti motivi di pubblico interesse. In tal caso nulla sarà dovuto
    a titolo d’indennizzo o di risarcimento ai concorrenti.
    In caso di parità di punteggio attribuito a due o più concorrenti, si procederà all’aggiudicazione mediante
    sorteggio da eseguirsi sempre in sede di gara, ai sensi dell’art. 77 del R.D. n. 827/24.
    Nel termine massimo di giorni 30 (trenta) dalla comunicazione d’aggiudicazione l’interessato dovrà
    addivenire alla stipulazione del contratto.
    Qualora l’aggiudicatario, per qualunque motivo, non possa o non voglia essere dichiarato tale o non
    sottoscriva il contratto, il Comune procederà all’incameramento della cauzione provvisoria.
    L’Amministrazione procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta ritenuta ammissibile e
    conveniente.
    L’Amministrazione si riserva la facoltà di eseguire controlli a campione sulle dichiarazioni prodotte, anche
    acquisendo la relativa documentazione.
    Qualsiasi documentazione presentata dai partecipanti in ordine ad attività di progettazione e/o gestione
    s’intenderà acquisita direttamente in proprietà al Comune senza pretese di risarcimenti, indennizzi o rimborsi
    di qualsiasi specie e genere da far valere nei confronti dello stesso.
    Ciascun concorrente rimarrà vincolato alla propria domanda ed alla relativa offerta per un periodo di 180
    giorni consecutivi a decorrere dalla data della seduta pubblica di gara.
    MODALITÀ E TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE OFFERTE
    Gli interessanti dovranno presentare un unico plico chiuso e controfirmato su tutti i lembi di chiusura, recante
    i dati del mittente e la dicitura “Teatro Comunale di Rivanazzano Terme – Selezione pubblica per
    l’affidamento in concessione”.
    Il predetto plico dovrà contenere tre buste, anch’esse debitamente chiuse e controfirmate su tutti i lembi di
    chiusura, contenenti rispettivamente i seguenti atti e documenti:
    Busta contraddistinta con lettera “A”
  • domanda di partecipazione di ammissione alla gara e dichiarazione sostitutiva da rendere dal concorrente a
    corredo dell’offerta di gara, secondo il modello predisposto dall’Amministrazione, accompagnata da fotocopia
    di valido documento d’identità del suo Legale Rappresentante;
    Busta contraddistinta con lettera “B”
  • Progetto di attività artistica ed esperienza maturata nel settore;
    Busta contraddistinta con lettera “C”
  • offerta del corrispettivo (in marca da bollo di € 16,00).
    La mancanza anche di uno solo degli elementi sopra indicati comporterà l’esclusione dalla gara.
    Il plico dovrà pervenire, a pena d’esclusione, entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 13.10.2020
    mediante recapito indirizzato all’Ufficio Protocollo del Comune, Piazza Cornaggia n. 71, 27055 Rivanazzano
    Terme dal lunedì al sabato – orario 9/12,30 (sabato h. 12.00). L’offerta potrà essere fatta pervenire, oltre che
    per mezzo del servizio postale (spedizione di plico raccomandato o posta celere-corriere espresso), anche
    mediante consegna diretta, o tramite agenzia di recapito autorizzata, all’Ufficio Protocollo del Comune, che
    provvederà al rilascio di ricevuta.
    Oltre detto termine non sarà ritenuta valida nessuna domanda, anche se sostitutiva od integrativa di
    precedenti. Non sono ammesse offerte parziali o fatte per telegramma o per telefax.
    L’amministrazione non assume alcuna responsabilità circa ritardi dovuti a disservizi degli incaricati della
    consegna. Il recapito tempestivo dei plichi, indipendentemente dalla modalità utilizzata, rimane ad esclusivo
    rischio dei mittenti.
    Farà fede il timbro della data di ricevimento e l’orario posto dall’Ufficio preposto all’atto del ricevimento.
    4
    In seduta pubblica che sarà comunicata ai partecipanti anche via PEC, mail o telefax presso la sede del
    Comune e più precisamente nella sala della Giunta Comunale sita in Piazza Cornaggia n. 71 saranno aperte le
    buste contraddistinte con lettera “A”. L’amministrazione si riserva di rinviare la prima seduta, previa
    comunicazione scritta da trasmettere anche via telefax, e-mail o pec ai concorrenti.
    La valutazione delle offerte tecniche, (progetto di attività artistica) di cui alla busta “B”, dopo la loro apertura
    in seduta pubblica, sarà effettuata in seduta segreta dalla Commissione che attribuirà il punteggio secondo i
    criteri sopra specificati, formulando graduatoria provvisoria.
    In successiva seduta pubblica si procederà all’apertura della busta “C” valutando l’offerta economica e la
    data di tale seduta verrà comunicata ai partecipanti anche via fax, via e-mail o pec.
    Completate le operazioni sopra indicate la Commissione formerà la graduatoria finale ai fini
    dell’aggiudicazione che sarà ufficializzata con successivo e separato provvedimento.
    La Commissione di gara avrà facoltà di richiedere chiarimenti o effettuare verifiche sul contenuto della
    documentazione, qualora lo ritenga necessario od opportuno per valutare l’ammissibilità del concorrente.
    La Commissione potrà altresì demandare eventuali attività istruttorie, strumentali o preparatorie ad apposita
    sottocommissione, riservata ogni definitiva determinazione alla Commissione nella sua interezza.
    La Commissione di gara avrà facoltà di richiedere chiarimenti sul contenuto dell’offerta, o anche l’invio di
    documentazione integrativa, a cura e spese dell’offerente, qualora, a proprio insindacabile giudizio, lo ritenga
    necessario per la valutazione delle caratteristiche dell’offerta. Tutte le sedute sopraindicate, qualora
    l’andamento della gara ed il numero e l’esame delle offerte presentate lo consentano, potranno tenersi anche
    nello stesso giorno.
    PRINCIPALI CONDIZIONI CONTRATTUALI
    La concessione in gestione ha decorrenza dalla data della stipula del contratto e ha durata pari ad anni due
    (stagione 2020/2021 e 2021/2022), sino al 30.06.2022, con facoltà di rinnovo biennale.
    L’aggiudicatario sarà tenuto al rispetto dell’uso previsto.
    Il corrispettivo, da aggiornarsi eventualmente in caso di proroga in base alle variazioni ISTAT previste dalla
    normativa vigente, sarà dovuto nella misura annua offerta dall’aggiudicatario. Detto importo dovrà essere
    pagato in unica soluzione entro il 30 giugno di ogni anno.
    Gli spazi saranno dati in concessione a corpo e non a misura, pertanto, non vi sarà luogo ad azione per
    lesione né ad aumento né a diminuzione del corrispettivo per qualunque errore nella descrizione dei beni e
    nell’indicazione delle superfici, dovendosi intendere come espressamente conosciute ed accettate nel loro
    complesso dall’aggiudicatario.
    Gli immobili saranno assegnati nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, rimanendo a carico
    dell’aggiudicatario la richiesta e l’ottenimento di nulla osta, di permessi, licenze, autorizzazioni
    amministrative e/o di pubblica sicurezza occorrenti per l’uso stabilito, senza che l’aggiudicazione costituisca
    impegno al rilascio delle stesse da parte del Comune di Rivanazzano Terme e di altri enti pubblici.
    È consentita, se non espressamente vietata dall’Amministrazione, la cessione o subconcessione totale o
    parziale a terzi, anche gratuita, della gestione dell’organizzazione artistica delle attività
    Sono a carico del concessionario la manutenzione del teatro comunale e la custodia, nonché i costi relativi a
    tutte le forniture energetiche e ad ogni tipo di utenza e tutte le spese necessarie per la gestione del teatro
    comunale, secondo quanto previsto dalla Convenzione.
    Il Concessionario ha l’obbligo di effettuare a proprie spese tutte le attività di organizzazione artistica nonché
    le opere di manutenzione ordinaria, per conservare il teatro comunale in buono stato di efficienza e di igiene
    nonchè perfettamente idoneo all’uso convenuto, per tutta la durata del contratto fino alla consegna al
    Comune di Rivanazzano Terme. Oltre che per scadenza naturale, il contratto può cessare per decadenza o
    revoca della concessione o per recesso secondo le disposizioni dalla Convenzione.
    L’Amministrazione Comunale ha diritto ad utilizzare la struttura per lo svolgimento di attività istituzionali o
    per manifestazioni culturali dalla stessa organizzate o fatte proprie e/o patrocinate anche attraverso altri enti
    nel corso dell’anno per complessive 20 (venti) giornate annue da programmarsi, senza andare in contrasto
    5
    con il calendario delle manifestazioni del concessionario. In dette giornate il concessionario dovrà fornire la
    custodia, il riscaldamento, l’illuminazione e la pulizia dei locali.
    Per la disponibilità delle predette giornate, indipendentemente dall’effettivo utilizzo, l’Amministrazione
    Comunale corrisponderà al gestore un rimborso spese forfetario omnicomprensivo di Euro 10.000,00
    (diecimilaeuro/00) all’anno, da corrispondere per € 4.500 entro inizio stagione 2020/2021 e comunque entro
    il 30.11.2020, per € 5.500 entro fine stagione 2020/2021 e comunque entro il 30.06.2021, per € 4.500 entro
    inizio stagione 2021/2022 e comunque entro il 30.11.2021, e per € 5.500 entro fine stagione 2021/2022 e
    comunque entro il 30.06.2022.
    L’Amministrazione Comunale si riserva inoltre la possibilità di utilizzare la struttura per lo svolgimento di
    attività istituzionali o per manifestazioni culturali dalla stessa organizzate o fatte proprie e/o patrocinate
    anche attraverso altri enti, compatibilmente con il calendario delle manifestazioni del concessionario, oltre il
    numero minimo suindicato previo rimborso spese per utilizzo per ogni giornata determinato
    convenzionalmente in Euro 300,00 (trecentoeuro/00), salvo diversi accordi tra le parti. Oltre a quanto sopra
    previsto, il concessionario compatibilmente con il suo programma di attività si impegna a concedere
    l’utilizzo del Teatro a Compagnie teatrali, associazioni e circoli culturali per lo svolgimento di attività di
    carattere pubblico, compatibili con l’agibilità e le finalità del Teatro, applicando le tariffe concordate con
    l’Amministrazione comunale.
    A garanzia del regolare adempimento di tutte le obbligazioni indicate in convenzione e di tutti gli oneri
    comunque posti a carico del Concessionario, al fine del risarcimento di eventuali danni derivanti
    dall’inadempimento delle obbligazioni stesse, nonchè a fronte delle spese conseguenti alle esecuzioni
    d’ufficio, il Concessionario dovrà costituire una cauzione definitiva per un importo pari a € 10.000,00.=
    (diecimilamilaeuro//00) per la durata della concessione, mediante fidejussione bancaria o di primaria
    compagnia assicurativa. La fideiussione dovrà prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della
    preventiva escussione del debitore principale e la sua operatività entro 30 giorni a semplice richiesta scritta
    della Amministrazione, qualsiasi eccezione esclusa. L’incameramento della garanzia avverrà con atto
    unilaterale dell’Amministrazione senza necessità di dichiarazione giudiziale, fermo restando il diritto della
    concessionaria di proporre azione innanzi l’Autorità Giudiziaria Ordinaria.
    Il Concessionario inoltre è obbligato a stipulare o comunque è in possesso di apposita polizza di
    assicurazione responsabilità civile verso terzi e quant’altro, necessario per tenere sollevato il Comune da
    ogni pretesa di rivalsa da parte di chiunque con massimale non inferiore ad Euro 1.500.000,00
    (unmilionecinquecentomila/00) a favore di tutti i frequentatori ed utenti della struttura (ivi compreso il
    Comune di Rivanazzano Terme) rispondendone direttamente e sollevando il Comune di Rivanazzano Terme
    da qualsiasi responsabilità e da ogni eventuale pretesa risarcitoria avanzata da terzi.
    Oltre alle ipotesi di decadenza previste, l’inadempimento agli obblighi contrattuali disciplinati dalla
    convenzione comporta, nel caso di mancato adeguamento nel termine assegnato nella diffida ad adempiere,
    l’applicazione di una penale da un minimo di € 500,00.= ad un massimo di € 5.000,00.= oltre alle eventuali
    sanzioni di legge.
    Per quanto non espressamente previsto si rinvia alle disposizioni della Convenzione.
    ORGANISMO RESPONSABILE DELLE PROCEDURE DI RICORSO
    Ai sensi dell’art. 3, comma 4 della legge 241/1990 e s. m. e i. e degli artt. 21 e 23-bis della legge 1034/1971
    smi., avverso le determinazioni ritenute lesive dei propri interessi, il concorrente potrà presentare ricorso al
    Tribunale Amministrativo Regionale della Lombardia – Milano, entro il termine perentorio di 60 giorni dal
    momento in cui è venuto conoscenza dell’atto.
    INFORMATIVA AI SENSI DEL DECRETO LEGISLATIVO 30 GIUGNO 2003, N° 196 E
    REGOLAMENTO UE 2016/679
    6
    I dati forniti saranno trattati ai sensi della normativa vigente in tema di protezione dei dati personali, con
    finalità di gestione amministrativa ed ottemperanza degli obblighi di legge relativi al procedimento di scelta
    del contraente a cui il presente capitolato fa riferimento, ai sensi dell’art. 6 par. 1 lett. b) e c) del
    Regolamento UE 679/2016.
    I dati personali trattati sono dati anagrafici, di contatto e tutte le informazioni richieste dalla normativa in
    tema di contratti pubblici di legali rappresentanti e altri soggetti fisici legati agli appaltatori che partecipano
    al procedimento.
    I dati saranno comunicati al personale coinvolto nel procedimento per gli adempimenti di competenza. Gli
    stessi saranno trattati anche successivamente per le finalità correlate alla gestione del rapporto medesimo.
    Potranno essere trattati da soggetti pubblici e privati per attività strumentali alle finalità indicate, di cui l’ente
    potrà avvalersi in qualità di responsabile del trattamento. Saranno inoltre comunicati a soggetti pubblici per
    l’osservanza di obblighi di legge, sempre nel rispetto della normativa vigente in tema di protezione dei dati
    personali. Non è previsto il trasferimento di dati in un paese terzo.
    Il presente trattamento non contempla alcun processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione, di
    cui all’articolo 22, paragrafi 1 e 4, del Regolamento UE n. 679/2016.
    Il conferimento di tali dati è obbligatorio, pena l’esclusione dal procedimento di scelta del contraente.
    I dati saranno conservati per il tempo necessario a perseguire le finalità indicate e nel rispetto degli obblighi
    di legge correlati.
    L’interessato potrà far valere, in qualsiasi momento e ove possibile, i Suoi diritti, in particolare con
    riferimento al diritto di accesso ai Suoi dati personali, nonché al diritto di ottenerne la rettifica o la
    limitazione, l’aggiornamento e la cancellazione, nonché con riferimento al diritto di portabilità dei dati e al
    diritto di opposizione al trattamento, salvo vi sia un motivo legittimo del Titolare del trattamento che
    prevalga sugli interessi dell’interessato, ovvero per l’accertamento, l’esercizio o la difesa di un diritto in sede
    giudiziaria.
    Il Titolare del trattamento dei dati è l’amministrazione che ha avviato il procedimento, a cui l’interessato
    potrà rivolgersi per far valere i propri diritti. Potrà altresì contattare il Responsabile della protezione dei dati
    al seguente indirizzo di posta elettronica: nicola.madrigali@ordingbo.it
    Il concorrente ha diritto di proporre reclamo all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali qualora
    ne ravvisi la necessità.
    PUBBLICITA’ E INFORMAZIONI
    Il presente bando è reperibile sul sito internet www.comune.rivanazzanoterme.pv.it e può essere ritirato
    presso il Comune di Rivanazzano Terme – Ufficio di Segreteria, Piazza Cornaggia 71, 27055 Rivanazzano
    Terme.
    Eventuali sopralluoghi presso la struttura potranno essere effettuati previo appuntamento telefonico,
    contattando l’Ufficio Tecnico del Comune, Tel. 0383/945130 Geom. Cuneo – 0383/945128 Geom. Toccalini.
    Responsabile del procedimento ai sensi della Legge 241/90: dr. Stefania Schiavi.
    Per informazioni tel. 0383/945127-0383/945123-0383/945125.
    E-mail ufficio.amministrativo@comune.rivanazzanoterme.pv.it
    Pec comune.rivanazzanoterme@pec.regione.lombardia.it
    I concorrenti, con la partecipazione al presente bando, acconsentono al trattamento dei propri dati, anche
    personali, ai sensi della normativa in vigore.

https://www.comune.rivanazzanoterme.pv.it/wp-content/uploads/2020/09/Bando-teatro-2020-2.pdf