SILVANO PIETRA – SFIDA PER LA CARICA DI SINDACO. 8 DOMANDE A PAOLO MUTTI AI NOSTRI LETTORI ED AI VOTANTI IDEE ED OPINIONI

69

Saranno Paolo Mutti, attuale capogruppo di minoranza, sostenuto dalla lista “NOI PER SILVANO”, Stefano Pilato, vicesindaco in carica e candidato della lista “SILVANO FUTURA” e Pasquale Zollo alla guida della lista “MOVIMENTO LAVORATORI GIOVANI” e “nuovo” alla politica locale, a giocare la partita per l’elezione del nuovo sindaco di Silvano Pietra. Stesse domande per tutti i candidati. Le loro risposte: Paolo Mutti, 56 anni, ragioniere e libero professionista.

Mutti, lei è attualmente capogruppo di minoranza, non “nuovo” quindi alla politica locale. Non ha bisogno di essere presentato ai suoi concittadini, ma rispetto alle passate elezioni di 5 anni fa c’è qualcosa di diverso che vorrebbe dire ai suoi potenziali elettori?«Come ho già anticipato ai miei concittadini nel presentare il nostro programma, sono silvanese e, oltre agli ultimi 5 anni passati come capogruppo di minoranza, nei tre precedenti mandati elettorali ho ricoperto l’incarico di assessore e quindi conosco perfettamente cosa significa amministrare Silvano e di cosa ha bisogno la nostra comunità».

Tre candidati per la carica di sindaco: cosa ne pensa dei suoi “avversari”? «Non li conosco a sufficienza per esprimere un commento».

Qual è “il cavallo di battaglia” del suo programma politico? «Risposte concrete ai bisogni dei silvanesi e tutela del territorio»

Quali sono a suo giudizio, i temi che stanno più a cuore agli abitanti di Silvano Pietra e sui quali si giocherà “la partita”? «Al nostro paese serve un’amministrazione che ascolti tutti i cittadini e si impegni a risolverne le relative problematiche. Ai silvanesi dobbiamo garantire di vivere in sicurezza sia all’interno delle proprie abitazioni sia lungo le strade e per questo il nostro programma prevede dei punti ben specifici sul tema».

Tema sicurezza: Silvano Pietra non è stato da meno, negli ultimi tempi, in tema di furti. Quali sono le iniziative concrete che intende mettere in campo per dare maggior  tutela ai suoi concittadini? «Per quanto riguarda la sicurezza stradale è nostra intenzione fare richiesta alla Provincia per la realizzazione di dossi per rallentare il traffico nelle vie principali, per contrastare furti e altri episodi simili  è necessario il  potenziamento della videosorveglianza nel centro abitato e un maggior controllo del territorio stipulando convenzioni con i comuni limitrofi che dispongono di servizi di Polizia Locale strutturati».

Giovani e attività commerciali. Sia gli uni che gli altri sono “una pietra miliare”, i giovani se ne vanno e le attività commerciali chiudono. Avete in programma progetti che potrebbero invertire questa tendenza? «I giovani sono il futuro di Silvano e quindi dobbiamo coinvolgerli maggiormente nella vita amministrativa e sociale. Per questo abbiamo formato una squadra  composta da molti giovani che si affacciano per la prima volta alla vita “politica” in modo di poterne recepire l’energia e l’entusiasmo. Per quanto riguarda le attività commerciali dei comuni piccoli come il nostro, soffrono della crisi economica e della presenza dei centri commerciali che ne soffocano l’esistenza. Il nostro impegno sarà quello di garantire servizi mirati e agevolazioni per favorire la continuità delle attività commerciali presenti nel territorio e consentire ai silvanesi di fruirne i relativi servizi».

Silvano Pietra è un piccolo Comune di poco meno di 700 abitanti, pertanto  la presenza ed il sostegno alle associazioni di volontariato  è spesso un punto di forza. Nel suo programma elettorale esiste una voce in cui si parla delle associazioni e su come sostenerle? «Garantiremo collaborazione e sostegno alla parrocchia, alle associazioni e a tutti i progetti che possono favorire l’aggregazione nel paese.

Perché lei è il sindaco “giusto” per Silvano? «Sono il sindaco giusto perché sono “Silvanese”, gli altri due candidati no».

di Silvia Colombini