SPARIRANNO METÀ DISCOTECHE, ALLARME DEL SINDACATO ITALIANO LOCALI DA BALLO

117

 “Di questo passo almeno metà delle discoteche spariranno dalla circolazione, nella migliore delle ipotesi diventeranno parcheggi, mobilifici, show-room, centri commerciali. Nella peggiore delle ipotesi diventeranno facile preda della malavita”.E’ l’allarme lanciato da Maurizio Pasca, il Presidente di SILB-Fipe, il Sindacato Italiano dei Locali da Ballo, che raduna il 90% delle imprese del comparto censite dalla Camera di Commercio.
    A parte la parentesi estiva, le discoteche sono chiuse da quasi un anno e “purtroppo si sta verificando quello che avevamo previsto da subito – prosegue Pasca -, ovvero il proliferare di raduni che sfuggono ad ogni forma di legalità. Capiamo la disperazione dei titolari di tanti locali che non sono discoteche, ma la nostra linea è quella del rispetto rigoroso delle regole, perché siamo imprenditori e come tali ci comportiamo. Le discoteche sono una cosa seria”.
    “Che cosa chiediamo? Alle Istituzioni aiuti concreti, nelle modalità che abbiamo già avuto modo di proporre e che in parte sono stati recepiti dai Ministeri e dalle Regioni: con entrambi il nostro dialogo è costante e il confronto non è mai venuto meno. Ai media di non banalizzare sempre e comunque certi argomenti, è davvero anacronistico parlare di movida e associarla alle discoteche che – ribadisco – sono di fatto chiuse da fine febbraio”