STRADELLA – I COMMERCIANTI FANNO UN’APERTURA STRAORDINARIA: ‘SHOPPING IN CENTRO’

310

‘Shopping in centro’. Con questo slogan i commercianti stradellini hanno deciso di fare un’apertura straordinaria alla domenica pomeriggio, oltre che durante la tradizionale domenica mattina. “E’ un’idea che è partita da un confronto che ho quotidianamente con una mia cara amica che ha un negozio simile al mio nel lodigiano – spiega Arianna Baderna, titolare di Princesa Abbigliamento – Lei e altri suoi colleghi commercianti hanno iniziato là a fare questo esperimento e ha avuto successo. Io ho pensato soprattutto ai bar e ristoranti della città che, con le restrizioni, si trovano maggiormente in difficoltà: se noi negozi apriamo la domenica pomeriggio, magari anche persone non della zona sono invogliate a venire a Stradella a pranzare e poi a fare un giro per il centro, a mangiare una cioccolata o a bere un caffè. E quindi ho sentito gli altri titolari dei negozi di Stradella e abbiamo deciso di replicare la cosa qui da noi”.

Hanno aderito, così, diverse realtà commerciali: dal negozio di fiori all’oreficeria, dalla profumeria al negozio di cialde per il caffè, dall’erboristeria agli immancabili negozi di abbigliamento. “È un evento in cui crediamo molto perché vogliamo dare la possibilità alle persone di passeggiare e di acquistare in tranquillità – afferma Cristina Genesi, titolare di Alchimie di benessere – La gente è spaventata ma ha bisogno anche di piccoli momenti di normalità. Mettendo in sicurezza i nostri spazi inculcheremo più positività e Unione. Daremo la possibilità di concedersi qualche coccola in più e, perché no, pensare a qualche regalo di Natale. Facciamo parte tutti di una realtà e solo rimanendo uniti e propositivi usciremo da questo tunnel”. Le fa eco anche Sabrina Maserati, della profumeria La coccinella: «Con la chiusura dei centri commerciali abbiamo pensato di offrire la domenica ai clienti, in modo che possano pensare ai loro acquisti – dichiara – Pensiamo che possa giovare all’immagine della città e tentiamo di arginare il problema dello shopping on line. La maggior parte delle nostre attività, inoltre, si occupa anche di consegne a domicilio: ci teniamo ad essere al passo con la situazione. Speriamo possa essere un aiuto x vivacizzare, in sicurezza, il nostro centro storico. Nei negozi non si crea di certo la ressa dei supermarket e dei centri commerciali”. 

“È un momento molto particolare e bisogna tentare il possibile per andare avanti” afferma Federica Barbieri di LaFemme boutique “Anche se per adesso noi non abbiamo avuto restrizioni di orario è evidente che tutto il commercio risente delle limitazioni alle occasioni sociali. Il nostro intento è quello di offrire alla gente un’occasione di svago, perché passeggiare tra le vetrine illuminate e poter fare un po’ di shopping può sostituirsi all’uscita serale che per adesso non c’è più. Inoltre speriamo di “passare il messaggio” che ora più che mai sarebbe bene dare commercio a noi piccoli piuttosto che avvantaggiare le grosse catene o gli acquisti online. Dal canto nostro facciamo di tutto per offrire il miglior servizio possibile per offrire il miglior servizio possibile”. Gianluca Nascimbene, di Oropiu’, ritiene l’iniziativa molto valida e importante: “Soprattutto per il periodo storico che stiamo vivendo…si spera che la gente possa tornare ad assaporare lo shopping nella propria città e nel proprio centro storico”. Se non ci sarà un nuovo lockdown, i commercianti sono disposti a replicare l’iniziativa anche per le domeniche a seguire.