STRADELLA – «MAGGI AVEVA AFFERMATO CHE NON AVREBBE FORNITO COLLABORAZIONE MA SOLO FATTO OPPOSIZIONE, E COSÌ È»

421

La minoranza del Comune di Stradella, guidata dall’ex sindaco Piergiorgio Maggi, sta pungendo la nuova amministrazione targata Cantù, facendo segnalazioni anche sulle varie pagine facebook. Utilizzandole come spunto di discussione, abbiamo chiesto al primo cittadino di Stradella, Alessandro Cantù, delucidazioni in merito. Cantù ha risposto punto per punto ai problemi segnalati dal consigliere Maggi.

Sindaco, iniziamo con la zona di San Zeno, dove c’è la ciclopedonale. Le sbarre che dovrebbero limitare la strada ed evitare il passaggio di macchine non sono funzionanti. Perchè? «Nella zona di San Zeno la barra è alzata perchè è stata rotta. Il comando di Polizia Locale che ha in capo la segnaletica ha predisposto la procedura per poterla riparare e poter ripristinare l’utilizzo delle sbarre come era precedentemente. Il problema, quindi, sarà risolto nel breve periodo».

La minoranza, ma anche i residenti, ha inoltre fatto notare la presenza di mezzi pesanti nella zona Badia. Avete pensato a possibili soluzioni? «In effetti, per il traffico in zona via Ticino devo dire che ci sono stati casi in cui camion e autobus sono passati di lì. La causa è anche da imputare all’aumento del traffico dovuto allo svincolo chiuso dell’autostrada. Probabilmente chi conosce le strade o chi utilizza il classico navigatore di Google fa quel passaggio per raggiungere l’area industriale o la città di Pavia. Anche questa cosa è al vaglio della Polizia Locale, che sta facendo i controlli per cercare di impedire questi transiti, però la situazione si risolverà sicuramente quando il cavalcavia dell’autostrada sarà ripristinato in tutta la sua completa operatività».

Bosco Negri – il polmone della città – i lavori si sono fermati o proseguono? «è stata completata interamente la prima parte di lavori. è poi andata deserta l’assegnazione del secondo lotto, che riguardava la parte di cartellonistica e di percorso. Abbiamo intenzione di ripresentare il bando ed entro l’anno, se qualcuno parteciperà, sarà operativo totalmente».

La minoranza fa il suo e vi attacca spesso su molti argomenti: si tratta, secondo lei, di critiche costruttive e stimolanti? «Abbiamo visto che ci sono molte segnalazioni da parte loro, diciamo più sottoforma di critica che di segnalazioni vere e proprie. Ma io voglio prenderle come tali, perchè sia che arrivino dalla minoranza che dai cittadini, le segnalazioni vengono vagliate tutte. Comunque il capogruppo di Torre Civica, Piergiorgio Maggi, in consiglio comunale aveva affermato che non avrebbe fornito collaborazione ma avrebbe solo fatto opposizione, quindi mi aspetto queste cose. Io spero sempre nell’opposizione costruttiva e cerco sempre una collaborazione. Dove possibile ovviamente».

Quali altri lavori sono previsti in città prima della fine di questo anno? «Tanti lavori sono stati fatti, per esempio alle scuole, e tanti sono ancora in cantiere: attraversamenti pedonali, ripristino di dossi, sostituzioni di serramenti. Dobbiamo poi iniziare alcune opere rese possibili grazie a contributi statali ottenuti».

Chiedere se avete in cantiere grandi cose, di questi tempi poi, è una domanda che non trova facile risposta. Quali azioni pensate di poter portare avanti concretamente per rendere migliore Stradella? «In programma tante piccole azioni quotidiane, come avevamo promesso nel nostro programma elettorale, per esempio abbiamo restituito il bosco urbano tutto ripulito ai cittadini, abbiamo messo i cestini nuovi e posizionato i posaceneri, abbiamo riaperto finalmente il parco giochi per i bambini, abbiamo lo spazzino che gira per la città e pulisce. Tutte cose piccole – vero – che però sono importanti per dare un volto nuovo alla città. E continueremo così».

di Elisa Ajelli

Articolo precedenteMONTALTO PAVESE – IL SINDACO CHIUDE L’AREA DI RACCOLTA RIFIUTI INGOMBRANTI E SOSPENDE IL SERVIZIO, CAUSA INCIVILTÀ
Articolo successivoCANTINA DI CANNETO – PAGARE GLI ARRETRATI E GRANDE DISTRIBUZIONE, LE 2 PRIORITÀ